Bici della settimana #5: la Lapierre Froggy di Comesquirol98

Una Lapierre da freeride (ma cos’è il freeride?) motorizzata Bafang.

Montaggio

LaPierre Froggy 918 montata custom con: forcella Rock Shox Lyrik solo air U-Turn modificata a 180mm (in alternativa Marzocchi RCV66), ammortizzatore FOX DHX5 (in alternativa Fox Vanilla a molla o Marzocchi RoCo), escursione alla ruota 180mm.
Motorizzata con Bafang BBS01B 36V 250W 15A impostato a max 25 km/h
Batteria nello zaino 36v 14,5Ah.
Peso della bici 17,5kg (ovviamente senza batteria).

Vuoi far diventare la tua ebike una bici della settimana? Inserisci le foto (possibilmente fatte bene) e la descrizione del montaggio qui.

,

18 risposte a Bici della settimana #5: la Lapierre Froggy di Comesquirol98

  1. takuma 12/12/2016 at 19:12 #

    un ragazzo con la batteria nello zaino si è rotto le vertebre

  2. Jack e-bike 12/12/2016 at 20:22 #

    un ragazzo con la batteria nello zaino si è rotto le vertebre

    Più di uno è morto d'infarto in mtb e la bici  elettrica ( non sempre) evita il peggio.

    Contento che sia stata eletta bici della settimana una kittata a norma. Hanno la loro dignità e vanno bene. In più c'è anche la soddisfazione di metterci del tuo. 🙂

  3. comesquirol98 13/12/2016 at 22:47 #

    un ragazzo con la batteria nello zaino si è rotto le vertebre

    Ovviamente il mio zaino ha il paraschiena, comunque devo ammettere che sto provando  anche la soluzione "classica" (o quasi)…lo spazio per la ruota, anche a fondocorsa, c'è e ultimamente sto girando così….

    [GALLERY=media, 277]1 di comesquirol98 pubblicato 13 Dicembre 2016 alle 21:42[/GALLERY]

    [GALLERY=media, 272]2 di comesquirol98 pubblicato 13 Dicembre 2016 alle 21:42[/GALLERY]

    sembra incredibile ma il telaio presenta già i fori filettati al punto giusto per il montaggio della slitta portabatteria, per maggior sicurezza ho aggiunto due cinghie…ovviamente adesso le sto cercando blu!

  4. sfaticato 14/12/2016 at 16:56 #

    Domanda: il motore così basso non sbatte dappertutto?
    Io ho dovuto montare un taco sulla YT wicked per non sfasciare le corone. Non hai riscontrato problemi?
    Posso chiedere il costo dell’operazione?

    Grazie

  5. comesquirol98 14/12/2016 at 22:44 #

    Domanda: il motore così basso non sbatte dappertutto?

    Io ho dovuto montare un taco sulla YT wicked per non sfasciare le corone. Non hai riscontrato problemi?

    Posso chiedere il costo dell'operazione?

    Grazie

    Ti rispondo sinceramente: quando ho effettuato la trasformazione era la cosa che mi preoccupava di più, tanto che ho subito montato un paramotore.

    Le prime uscite sono state al raduno Final-E dove mi sono reso conto che quasi tutte le E-mtb "native" hanno la stessa luce a terra della mia, prove effettuate in maniera dinamica sugli stessi ostacoli, ovvero..se picchiavano loro picchiavo anch'io e dove passavano loro passavo anch'io.

    Dove picchiavamo…tutti, il primo giorno ho rotto il paramotore, oggetto che per stessa ammissione del suo costruttore (vedi il vecchio forum) ha solo una funzione poco più che estetica e che viene prodotto solo perchè alcuni clienti (preoccupati come lo ero io all'inizio) lo richiedono.

    Dal secondo giorno, dove continuavamo a picchiare tutti ho dato anch'io dei colpi non da poco, (ho scoperto che su un gruppo di e-bike il rumore più tipico non è il ronzio dei motori ma gli "stock!" sulle rocce), ma il mio motore, come gli altri, ….è ancora qua tutto intero!

    Concludo: ho comprato un paramotore più robusto (se ne parla nel topic delle bici "kittate") ma non l'ho ancora montato perchè non lo ritengo più una necessità immediata…

    Infine, prova a guardare le foto, magari dal lato destro con la pedivella "a ore 5" di tante e-bike e secondo me scoprirai che gli ingombri del motore sono molto simili (e secondo me nel caso delle Giant, ad esempio, addirittura superiori) al mio.

    Per quanto riguarda i costi della trasformazione, essendo la mia prima esperienza, ho voluto lasciar fare tutto ad una ditta del settore (Alcedo) e ho speso, compreso di trasporto della bici da casa alla loro sede e viceversa e soprattutto compreso di decine di e-mail in cui chiedevo consigli e/o chiarimenti e innumerevoli telefonate con le quali hanno veramente risolto tutte le mie perplessità poco meno di 1.500€.

  6. sfaticato 15/12/2016 at 12:44 #

    Ti ringrazio per le info!

  7. angelo 15/12/2016 at 13:57 #

    Bella scelta, e mi sa che anche il mio primo passaggio all’elettrico sarà con qualcosa di simile (appena possibil€..); avevo contattato la stessa ditta in tempi non sospetti (6 anni fa), per trasformare la mtb e usarla per andare al lavoro e li avevo trovati competenti e molto disponibili, e anch’io avevo l’idea della batteria nello zaino, e ricordo che il tecnico che mi rispondeva usava in prima persona la stessa soluzione, con dei cavetti attacca/stacca che facevano togliere il tutto automaticamente.
    Ti chiedo: ti è mai capitato di trovarti senza batteria e dovertela pedalare? Come va in quel caso?
    Grazie

  8. comesquirol98 15/12/2016 at 14:33 #

    Come una normalissima MTB non elettrica, con tre kg appesi davanti al movimento centrale. Ultimamente ho la batteria sul telaio, ma quando ce l'avevo nello zaino andavo a lavorare ogni tanto in bici (10 km andata con dislivello in discesa di 100 mt e ovviamente l'opposto al ritorno) e…. lasciavo lo zaino a casa! In pianura il peso maggiore non si sente e il motore, avendo una ruota libera sul movimento centrale, non trascina nulla. Dico in pianura perchè ovviamente l'unico svantaggio rispetto a prima è che la trasmissione è diventata monocorona, quindi certe salite che prima facevo con il rapportino della doppia (avevo un 20 denti!!!!!) adesso vanno affrontate con il 32

  9. angelo 15/12/2016 at 16:24 #

    Grazie infinite!!

  10. tore53 17/12/2016 at 19:57 #

    Molto bella!!

  11. lagoz 08/01/2017 at 00:13 #

    Complimenti per il mezzo! Mi hai dato degli spunti molto interessanti perché, tramite un amico che mi ha venduto il motore, sto per allestire una “gemella” Froggy 518 con sospensioni a molla.
    Devo montare ora la corona, cosa mi consigli, una con 32 o 30 denti? Ne prenderei una da monocorona anticaduta e girobulloni 104.
    La bici la userò in liguria, sentieri pendenti sia all’insù che all’ingiù e pieni di sassi.
    Grazie ed a presto!
    Marco

  12. comesquirol98 08/01/2017 at 19:50 #

    Attualmente ho una corona da 32 e come forse ho già detto una cassetta SRAM 11V 11/42.

    Leggo di molti che con questa configurazione lamentano un rapporto lungo (32X11) troppo…"corto".

    La mia impressione è che invece si possa accorciare ancora, nel senso che stando "ad occhio" nelle 70/80 pedalate al minuto con tale rapporto i 25 km/h si superano abbondantemente…

    E' anche vero che con il rapporto più corto (32X42) salgo alla stessa velocità dei miei amici "muscolari" a circa 7/8 km/h, ma sono convinto che se lo accorciassi ancora il motore consumerebbe meno….

    Aggiungo che nelle discese dove vado veloce…non pedalerei comunque…quindi chi se ne frega del rapporto troppo corto e/o troppo lungo

    Quindi direi che dipende molto dal tipo di utilizzo, di sicuro non esiste una soluzione universale, considera comunque che puoi sempre modificare le tue scelte con l'unico limite che, con giro bulloni 104, meno di 30 denti…nun se po' fà!

  13. lagoz 08/01/2017 at 23:15 #

    grazie per la tua interessante risposta, devo aggiugere che il motore è un 750 w, quindi non regolare, anche se l’utilizzo sarà soprattutto fuori stradistico, bisognerà allora prevedere una corona piu’ grande se vuoi superare i 25 km/h? boh…

  14. comesquirol98 09/01/2017 at 10:54 #

    correggimi se sbaglio, ma si tratta di un motore a 48V, giusto? Mi addentro in una materia che conosco poco ma mi sembra di aver capito che i motori a 48V abbiano una frequenza ideale di pedalata a 110/120 rpm rispetto ai 70/80 di quelli a 36V.

    Se così fosse (mi sono fatto un fogliettino di excel con rapporti e sviluppo metrico di una ruota da 26")

    SVILUPPO RUOTA 2,114

    corona 32

    pignone 11

    RPM 120

    VELOCITA 44,27869

  15. ducams4r 09/01/2017 at 16:28 #

    correggimi se sbaglio, ma si tratta di un motore a 48V, giusto? Mi addentro in una materia che conosco poco ma mi sembra di aver capito che i motori a 48V abbiano una frequenza ideale di pedalata a 110/120 rpm rispetto ai 70/80 di quelli a 36V.

    Se così fosse (mi sono fatto un fogliettino di excel con rapporti e sviluppo metrico di una ruota da 26")

    SVILUPPO RUOTA 2,114

    corona 32

    pignone 11

    RPM 120

    VELOCITA 44,27869

    La vedo dura tenere 110/120 rpm come regime di crociera!:dizzy:

  16. comesquirol98 09/01/2017 at 17:26 #

    La vedo dura tenere 110/120 rpm come regime di crociera!:dizzy:

    sono d'accordissimo, è stata la prima cosa che mi è stata detta quando ho deciso di trasformare la mia bici: mi è stato consigliato un motore a 36V proprio per il regime di pedalata più "umano" e, aggiungo, forse più adatto all'uso MTB.

    Ritornando nello specifico, è vero che il Bafang 48V può essere utilizzato anche al di sotto della soglia di rotazione ideale ma al prezzo di un maggiore consumo e del surriscaldamento dello stesso.

    Ripeto: ho riportato quanto mi ha detto chi mi ha venduto il motore/effettuato la trasformazione, mi fido, ma sicuramente sul topic dedicato alle MTB con motore Bafang ci sono persone più esperte di me….

  17. lagoz 09/01/2017 at 19:20 #

    Si è un 48 V.
    Alla fine abbiamo deciso, assieme all’amico venditore che me lo sta montando, di optare per una corona da 36 che ho appena ordinato.
    In settimana dovrebbe arrivare, vediamo di terminare il montaggio e speriamo di poter quanto prima effettuare una prova sul campo…
    grazie ancora per i consigli, ti saprò dire quello che ne è venuto fuori, di motori elettrici non so assolutamente nulla, per me è una novità assoluta….

  18. lagoz 09/01/2017 at 19:22 #

    …in effetti per andare a 120 rpm di pedalata, bisognerebbe essere un pistard!!!

Lascia un commento


Vai alla barra degli strumenti