News

Novità Bosch: ABS e Power Tube

 

Ieri, nel quartier generale di Bosch a Stoccarda, sono state presentate delle novità del marchio tedesco, in primis il sistema ABS, pensato per le city bike e le bici da commuting, e il nuovo pacco batteria Power Tube. Per noi era presente Alex Boyce, che ci ha mandato le seguenti foto ed informazioni.

ABS

im2_1191

Bosch, forte del know-how maturato nel settore motociclistico, si è affidata a MAGURA per lo sviluppo del sistema ABS.

im2_1095

Questi sono i punti chiave del sistema:

  • Rendere sicura la frenata su superfici scivolose evitando le perdite di aderenza.
  • Permettere frenate vigorose su superfici con molto grip (asfalto) evitando il ribaltamento.
  • Frenare con forza fino allo stop della bici, nonostante fondi con grip differenti.
  • Peso aggiuntivo limitato a 800 grammi.
  • Collegamento alla batteria principale della ebike, con un consumo minimo.
  • Lavora a velocità superiori a 6 km/h.
  • Attualmente, sviluppato per city e trekking con ruote da 28″ di diametro.
  • Necessita ancora di una fase di ricerca di mercato / formazione prima dell’adozione del mercato di massa.
  • Un prodotto nato dalla esperienza di Bosch nei sistemi Automotive.
  • Ottimizzato per il funzionamento con olio Magura minerale.

im2_1096

Test su strada

Abbiamo provato il sistema in varie condizioni nell’area di prova Bosch presso la sede in Germania. Sulla base delle prime prove possiamo dire semplicemente che il sistema funziona.

Non sappiamo se in futuro questo sistema si potrà adattate anche alle E-MTB.

im2_1101

Power Tube

03_bosche-bike_powertube500La classica batteria Bosch è fatta per essere fissata al tubo obliquo, alcune aziende l’hanno integrata con soluzioni innovative (Cannondale, Lapierre, Moustache), tuttavia, ora è più facile integrare la nuova batteria, nascondendola con un coperchio.

Nelle ebike di ultima generazione il fattore estetico gioca un ruolo molto importante, i progettisti necessitavano di una batteria che desse loro maggiori possibilità di integrazione, Bosch ha quindi sviluppato una batteria da “nascondere” nel tubo obliquo. Nasce quindi Power Tube, declinato in 2 versioni, per aggancio orizzontale e verticale.

bosch2

Integrando il Power Tube sotto al tubo obliquo si potrà posizionare all’interno del triangolo un portaborraccia o una seconda batteria con la tecnologia Dual Battery.

03_bosche-bike_dualbattery_powertube500

Punti chiave della batteria Power Tube:

  • Completamente compatibile con tutti i sistemi motore Bosch.
  • Utilizza lo stesso connettore della batteria normale.
  • Disponibile in due forme, alta e stretta e bassa e larga.
  • Pesa 200 grammi in più rispetto ad una normale batteria.
  • Ha un struttura più robusta per consentire una migliore aggancio nel telaio e un fissaggio stabile.
  • Misura 349x84x65 mm, pesa 2,8 kg circa, capacità 500wh.

Abbiamo guardato da vicino come la batteria è stata inserita nel telaio della test bike, possiamo concludere che il sistema probabilmente migliorerà l’aspetto delle bici elettriche.

im2_1210

EShift e Nyon

04_bosch-ebike_eshift

Il cambio elettronico eShift sarà disponibile in tre varianti: Shimano con deragliatore XTR o XT Di2, per uso sportivo ed eMountain bike.

Per uso urbano Shimano propone il cambio mel mozzo Alfine e Nexus Di2. Il Rohloff E-14 è invece progettato per le bici high speed con un rapporto di trasmissione del 526%.

Il display Nyon riceve un aggiornamento che prevede nuove mappe, tastiera touch e un miglioramento grafico dei menù.

04_bosch-ebike_nyon

Punti chiave:

  • Bosch supporta i cambi elettronici.
  • Prestazioni migliorate in abbinamento ai cambi interni al mozzo in modalità automatica.
  • Nyon con nuove funzionalita e aggiornamento all’interfaccia utente.

La maggior parte dei rider non avrà bisogno di questo aggiornamento, in quanto Shimano tende ad utilizzare il DI2 con il loro sistema motore. Tuttavia è ora possibile utilizzare Di2 con Bosch, questo può effettivamente indicare un prossimo sistema SRAM con cambio elettronico, visto che SRAM e Bosch hanno un forte legame commerciale.

Performance CX, nuova modalità eMtb02_bosch-ebike_intuvia_emtb-mode

Annunciato al Bike Festival di Riva del Garda a maggio, Bosch ha ritenuto che questo aggiornamento software per i sistemi Performance CX meritasse un approfondimento in questo evento stampa. L’idea è quella di sostituire la modalità Sport per la modalità EMTB, che dà al pilota una sensazione di risposta dinamica del motore.

02_bosch-ebike_group_performanceline-cx_powerpack500_nyon_emtb-mode

 

Punti chiave della modalità  EMTB:

  • Compatibile con tutti i display abbinati alle unità Performance CX.
  • La nuova modalità fornisce un supporto dinamico al pilota da 120 a 300%, coppia massima 75Nm.
  • L’assistenza aumenta in funzione della spinta del rider.
  • Maggior controllo di trazione.
  • Migliori ripartenze in salita.
  • Sensazione di una spinta più naturale.
  • Minore necessità di cambio di assistenza durante la fase di riding, una modalità intelligente che si adatta alla situazione.
  • Minor consumo batteria rispetto all’essere sempre in modalità Sport.
  • Aggiornamento software installabile del rivenditore disponibile da luglio 2017.

 

Per vostra conoscenza, stiamo già testando l’aggiornamento da qualche settimana, state sintonizzati per il test.

Nuovi motori Active Line

 

01_bosch-ebike_active-line

01_bosch-ebike_active-line-plus

 

Bosch ha introdotto anche la nuova gamma di motori Active Line,  rivolta a city bike e trekking. Motori più leggeri, silenziosi e compatti, ideali per gli spostamenti urbani e le uscite  fuori città.

Active Line Plus è il più potente dei due con una coppia massima di 50Nm e un peso di 3,2 kg, adatto a chi fa un uso quotidiano della ebike, per gli spostamenti casa/lavoro,  anche su percorsi lunghi. Motore silenzioso con una buona pedalabilità anche oltre la soglia di assistenza (25 kmh).

Active Line con una coppia moderata di 40Nm, offre una sensazione di guida fluda,  ideale per destreggiarsi nel traffico urbano. Motore silenzioso e compatto dal peso di 2.8 kg, adatto all’integrazione nei telai di city ebike moderne.

Punti chiave dei motori Active Line:

  • Active Line: 40 Nm di coppia.
  • Active Line Plus: 50Nm di coppia.
  • Riduzione di peso del 30% rispetto alla linea attuale, Active line 2.8kg Active Line Plus 3.2 Kg.
  • Riduzione della dimensione dei motori, sporgenza anteriore molto più piccola, lunghezza dei foderi posteriori rimane la stessa.
  • Rimozione della scatola ingranaggi, utilizzo di corone standard montate su spider.
  • Miglioramento del grado di  impermeabilizzazione.
  • Funzionamento più silenzioso del sistema.
  • Stesso schema di ancoraggio al telaio del vecchio modello.
  • Compatibilità con tutti i display attualmente disponibili.

Non c’erano test bike disponibili con questi motori.

im2_1210

 

Per valutare meglio l’integrazione della nuova batteria Power Tube, era presente un prototipo Cube in carbonio (prossima Stereo Hybrid?). Non conosciamo né geometrie né specifiche tecniche, ma potete guardare alcune foto esclusive dei dettagli nella fotogallery.

L'ABS in off road non è per niente il massimo, vedremo se e come funzionerà questo. Piuttosto un sistema antipattinamento!!
<p>
L&#039;ABS in off road non è per niente il massimo, vedremo se e come funzionerà questo. Piuttosto un sistema antipattinamento!!
</p><p>serve per le ebike urbane non certo per le mtb..</p>
quando inventeranno un sistema di autoricarica della batteria sfruttando i mozzi per produrre energia? che me ne faccio dell'abs?!?
<p>
quando inventeranno un sistema di autoricarica della batteria sfruttando i mozzi per produrre energia? che me ne faccio dell&#039;abs?!?
</p><p>&nbsp;</p><p>per lo più inutile, a meno che non intendi inventare un sitema diverso dagli attuali, dove con un mozzo dal peso standard riesci a trasferire alla batteria correnti si a basse che alte senza usare grossi condensatori.</p>
Bene, iniziamo a ragionare anche se permane anche quest'anno la coroncina piccola (non ho voglia di aspettare il prossimo anno per quella grande che arriverà). Delle due batterie integrate una mi sembra più corta, magari nello zaino questa ci sta.
Questo significa forse che aziende tipo Haibike che finora non hanno scoperto le carte, sfruttino le batterie integrate? E con Yamaha come farebbe però?

Ma cosa più importante: hanno aumentato autonomia o no?
<p>
</p><p><br /></p><p>abs bosch in azione</p>
<p>E avanti a mettere &quot;roba&quot; sulle e-bike, si vocifera che installeranno i sensori di parcheggio :joy::joy::joy:</p>
<p>Ecco svelato il perché Bosch si è sempre appoggiata a Magura.</p><p>Secondo me questo è solo l&#039;inizio delle tante novità che si vedranno nei prossimi anni</p>
Sbaglio o la mtb verde marchiata bosch ha qualche richiamo estetico a Canyon? Magari é l'ingresso del noto marchio nel campo dell'elettrico? Ribadisco, solo un'impressione legata al design
<p>
Sbaglio o la mtb verde marchiata bosch ha qualche richiamo estetico a Canyon? Magari é l&#039;ingresso del noto marchio nel campo dell&#039;elettrico?&nbsp; Ribadisco, solo un&#039;impressione legata al design
</p><p>No è una cube</p>
boh. sarò l'unico, ma il tubone con batteria integrata mi fa ca....e. preferisco vedere la batteria in stile haibike o moustache.
<p>
E avanti a mettere &quot;roba&quot; sulle e-bike, si vocifera che installeranno i sensori di parcheggio :joy::joy::joy:
</p><p>E il cavalletto ad azionamento elettrico non lo vogliamo mettere?</p>
<p>
Ma cosa più importante: hanno aumentato autonomia o no?
</p><p><br /></p><p>No, rimangono per il momento a 500 wh.</p><p>Per vedere il nuovo CX secondo me ci sarà da aspettare ancora un anno, vedremo.</p>
<p>
No, rimangono per il momento a 500 wh.</p><p>Per vedere il nuovo CX secondo me ci sarà da aspettare ancora un anno, vedremo.
</p><p><br /></p><p>comne si diceva nell&#039; altra discussione anno prossimo nuovo cx senza pignoncino e con minori ingombri, vedi active 2018</p>
se mi mettono l'abs io non riuscirò mai ad imparare a fare il nose press ! ;-)
Va tutto bene, però secondo me Bosch sta lasciando spazio agli altri, Shimano in primis che per ora mi sembra l'unico motore che veramente ha portato qualcosa di nuovo, vedi compattezza, fattore Q, display minimale ben curato e comandi a levetta.
Peccato, lo ripeto, che la cosa più importante, l'autonomia, sia stata lasciata ancora al caso, o per meglio dire, alla BMZ con Brose.

Ora sappiamo che Bosch uscirà il prossimo anno con motore poco più compatto (niente di rivoluzionario secondo me) e corona normale. Si, va bene, ma io per esempio che faccio? Quest'anno compro un Bosch vecchio o mi butto su altro?
<p>
Va tutto bene, però secondo me Bosch sta lasciando spazio agli altri, Shimano in primis che per ora mi sembra l&#039;unico motore che veramente ha portato qualcosa di nuovo, vedi compattezza, fattore Q, display minimale ben curato e comandi a levetta.</p><p>Peccato, lo ripeto, che la cosa più importante,&nbsp; l&#039;autonomia, sia stata lasciata ancora al caso, o per meglio dire, alla BMZ con Brose.</p><p><br /></p><p>Ora sappiamo che Bosch uscirà il prossimo anno con motore poco più compatto (niente di rivoluzionario secondo me) e corona normale. Si, va bene, ma io per esempio che faccio? Quest&#039;anno compro un Bosch vecchio o mi butto su altro?
</p><p><br /></p><p>Sulla autonomia hai perfettamente ragione, ma sul motore cx nuovo non sarei così certo degli unici cambiamenti..sono solo deduzioni tra l&#039;altro fatte dopo la presentazione di un motore che niente ha a che vedere con le mtb come destinazione d&#039;uso. .</p><p>Il vantaggio di Bosch rispetto a Shimano è ad oggi di 2 anni circa ..non credo che si lascino scappare questo vantaggio, considerato che soprattutto sul lato software sono ancora maestri ( e dobbiamo ancora provare la modalità emtb) come potenza motore al vertice e&nbsp; leadership nelle vendite e nella efficienza del sistema di gestione delle garanzie...:cool:</p>
Si, e quando il controllo di trazione... ma mi faccia il piacere... ;))
<p>
Si, e quando il controllo di trazione... ma mi faccia il piacere... ;))
</p><p>Veramente con la nuova modalità EMTB Franz E ci diceva che ci andava vicino!;)</p>
Volevo chiedere se la diffusa avversità verso la coroncina nasce da questioni esteticge (che condivido appieno) oppure da perplessità sul funzionamento. Se Bosch demorderà lo farà per l'estetica o per l'efficienza? La nostra repulsione estetica nasce sicuramente da abitudine, vogliamo vedere ogni particolare più possibile uguale alle nostre muscolari. Se le nostre bici tradizionali avessero avuto le coroncine, non appena shimano e brose sarebbero uscite con la corona raceface, avremmo avuto dei conati.
<p>
Volevo chiedere se la diffusa avversità verso la coroncina nasce da questioni esteticge (che condivido appieno) oppure da perplessità sul funzionamento. Se Bosch demorderà lo farà per l&#039;estetica o per l&#039;efficienza? La nostra repulsione estetica nasce sicuramente da abitudine, vogliamo vedere ogni particolare più possibile uguale alle nostre muscolari. Se le nostre bici tradizionali avessero avuto le coroncine, non appena shimano e brose sarebbero uscite con la corona raceface, avremmo avuto dei conati.
</p><p>Questione tecnica, vedi dove passa la catena</p>
D
<p>
Volevo chiedere se la diffusa avversità verso la coroncina nasce da questioni esteticge (che condivido appieno) oppure da perplessità sul funzionamento. Se Bosch demorderà lo farà per l&#039;estetica o per l&#039;efficienza?
</p><p><br /></p><p>È una questione tecnica, specialmente su bici full, è difficile far convivere un buon leveraggio con la linea catena bassa dovuta alla coroncina da 15t.</p><p>Per quanto riguarda i rapporti reali, va fatra una moltiplicazione per 2.5, quindi se uno volesse rapporti leggeri, sarebbe un problema, inquanto non si può scendere sotto i 13t (34 reale) che non tutte le bici lo accettano, di base quasi tutti i produttori utilizzano il 15t (38reale).</p>
<p>
È una questione tecnica, specialmente su bici full, è difficile far convivere un buon leveraggio con la linea catena bassa dovuta alla coroncina da 15t.</p><p>Per quanto riguarda i rapporti reali, va fatra una moltiplicazione per 2.5, quindi se uno volesse rapporti leggeri, sarebbe un problema, inquanto non si può scendere sotto i 13t (34 reale) che non tutte le bici lo accettano, di base quasi tutti i produttori utilizzano il 15t (38reale).
</p><p>Giusto. Lapierre dal 2017 usa il 14 di serie su quasi tutta la gamma e problemi non ce ne sono senza l&#039; ausilio di tendicatena strani (tipo il Ses di haibike) e Moustache pure gia&#039; dal 2016...dipende da come lavora il carro e da come e&#039; stato progettato..</p><p>Diciamo che i problemi di rapporti lunghi irrisolvibili ci sarebbe stato senza l&#039; avvento delle cassette con ultimo pignone grande..ma adesso siamo arrivati anche al 50t anche economici e problemi non ce ne sono..</p>
<p>Io non vedo tutti i problemi sulla rapportatura come leggo qui , Haibike è vero usa il sei ma per quanto riguarda la questione dei rapporti io uso il 14T con 11-46 e salgo ovunque, quindi può piacere o no la coroncina ma al lato pratico a parte le suddette problematiche di passaggio catena nessun problema</p><p><br /></p><p>p.s. dimenticavo io sono una schiappa in bici [emoji85]</p>
<p>
Io non vedo tutti i problemi sulla rapportatura come leggo qui , Haibike è vero usa il sei ma per quanto riguarda la questione dei rapporti io uso il 14T con 11-46 e salgo ovunque, quindi può piacere o no la coroncina ma al lato pratico a parte le suddette problematiche di passaggio catena nessun problema</p><p><br /></p><p>p.s. dimenticavo io sono una schiappa in bici [emoji85]
</p><p><br /></p><p>i problemi di rapportatura alta si stanno via via risolvendo o cmq ora sono facilmente risolvibili</p><p><br /></p><p>qualche anno fa le bici uscivano con un magari col 16 e 11/36 , non esistevano le cassette maggiorate e si doveva o sostituire il pignone da 15 e aggiungere il 42, o via di costose modifiche leonardi, con errori inclusi</p><p>con le cassette di oggi e lo sblocco sw è più facile , fatto sta che ci sono ancora bici che escono di fabbrica con rapporti ancora lunghi e bisogna metterci mano</p>
<p>
va fatra una moltiplicazione per 2.5,
</p><p>Mi pare 2.6.</p>
<p>Per quanto mi riguarda non è certo un problema estetico anzi, secondo me, la linea è più pulita con la coroncina. Ma, oltre al fatto tecnico di passaggio catena,</p><p>per me è un problema di rumore e di usura eccessivamente veloce. Anche senza il ses temo che la coroncina produca più rumore di una corona grande</p><p>e che il consumo sia di gran lunga maggiore. Inoltre la questione rapporti...vorrei poter montare lo spider che voglio e non essere limitato ad un 38 reale.</p><p>PS anche la Moustache come quasi tutte le mtb che montano Bosch senza SEShanno comunque dei guidacatena a volte macchinosi e quindi anche rumorosi e soggetti a usura</p><p>oltre a imprigionare sporcizia, erba e fango.</p>
D
<p>L&#039;articolo sul Mag è stato aggiornato e completato con molte informazioni interessati. Rileggerlo!</p><p><br /></p><p>C&#039;è anche la fotogallery del prototipo Cube!:cool:</p>
Molto interessante ed è venuta fuori l'idea che pensavo: l'integrazone della battertia sul tubo obliquo all'anteriore dà la possibilità per chi non è drogato di borraccia, di sistemare una ulteriore batteria da 500 per un totale di 1000 watt. Peso maggiore, è vero, ma meglio che sentire il peso sulla schiena. Ottimo per lunghi raid, visto che per ora non esistono batteria di uguale dimensione e con autonomia doppia e chissà quando mai ce ne saranno. 1000 watt sono mica briciole!
Bosch risolve quindi così l'esigenza di maggiore autonomia, in assoluto la maggiore, e l'integrazione per l'estetica.
Brava Bosch! Ora però pensa a sta rotellina...
<p>Poi la batteria dalle dimensioni sembra piccola</p>
Beh sono 200 grammi in più rispetto alla tradizionale
<p>
Per quanto mi riguarda non è certo un problema estetico anzi, secondo me, la linea è più pulita con la coroncina. Ma, oltre al fatto tecnico di passaggio catena,</p><p>per me è un problema di rumore e di usura eccessivamente veloce. Anche senza il ses temo che la coroncina produca più rumore di una corona grande</p><p>e che il consumo sia di gran lunga maggiore. Inoltre la questione rapporti...vorrei poter montare lo spider che voglio e non essere limitato ad un 38 reale.</p><p>PS anche la Moustache come quasi tutte le mtb che montano Bosch senza SEShanno comunque dei guidacatena a volte macchinosi e quindi anche rumorosi e soggetti a usura</p><p>oltre a imprigionare sporcizia, erba e fango.
</p><p><br /></p><p>La coroncina non fa alcun rumore supplementare rispetto ad una corona grande..sul consumo ti posso forse dar ragione avendo meno superficie su cui distribuire la forza..è anche vero che la ultima coroncina per Bosch l&#039;ho pagata euro 11 ( undici) , quando una corona normale anticaduta almeno 30 euro li costa...e i problemi di caduta catena col pignoncino praticamente non esistono , visto che il lockring funge da bash esterno e che esca all&#039;esterno la catena non è praticamente possibile ...anche perchè le oscillazzioni dei rami catena vicino al pignone sono ridotte al minimo data la lororidotta distanza l&#039;uno dall&#039;altro..</p><p>Sulla mia Lapierre non esiste alcun tipo di tendicatena e non se ne sente assolutamente il bisogno, la uso ormai da ottobre su ogni tipo di percorso anche scassatissimo, e comunque&nbsp; nella maggior parte dei modelli non c&#039;è alcun tendicatena ( Scott-Trek, ) al massimo ci sono dei minimali guidacatena ( es Moterra )&nbsp; , il S.e.s di Haibike è ormai confermato come errore progettuale non necessario oltrechè brutto come il peccato..:cool:</p>
<p>
Molto interessante ed è venuta fuori l&#039;idea che pensavo: l&#039;integrazone della battertia sul tubo obliquo all&#039;anteriore dà la possibilità per chi non è drogato di borraccia, di sistemare una ulteriore batteria da 500 per un totale di 1000 watt. Peso maggiore, è vero, ma meglio che sentire il peso sulla schiena. Ottimo per lunghi raid, visto che per ora non esistono batteria di uguale dimensione e con autonomia doppia e chissà quando mai ce ne saranno. 1000 watt sono mica briciole!</p><p>Bosch risolve quindi così l&#039;esigenza di maggiore autonomia, in assoluto la maggiore, e l&#039;integrazione per l&#039;estetica.</p><p>Brava Bosch! Ora però pensa a sta rotellina...
</p><p><br /></p><p>Questa è la conferma dell&#039;idea che mi era venuta a me e che avevo scritto sul thread gossip modelli 2018 guardando la forma della cube nuova...</p><p>Secondo me è una novità di portata enorme per chi fa un uso escursionistico e comunque a lungo raggio della bici, due batterie saldamente fissate sulla bici di cui una, quella esterna , ha la forma ancora più compatta e piacevole tra tutte le batterie e soprattutto si trova in tagli da 300-400-500 e facilmente anche sul mercato dell&#039;usato , rimediabile da amici -mogli -parenti anche con citybike bosch nel caso non si voglia investire subito nell&#039;acquisto..</p><p>E non si parli che l&#039;dea è di Focus..perchè la Focus senza la seconda batteria è castrata , e l&#039;acquisto di quest&#039;ultima è oneroso e difficilmente rivendibile..e comunque il cavo seconda batteria bosch è uscito prima di focus perchè è del 2016..</p><p><br /></p><p><img src="https://www.emtb-mag.com/wp-content/uploads/2017/06/03_Bosche-Bike_DualBattery_PowerTube500-1024x768.jpg" class="bbCodeImage wysiwygImage" alt="" unselectable="on" /></p>
<p>
...Il vantaggio di Bosch rispetto a Shimano è ad oggi di 2 anni circa ..non credo che si lascino scappare questo vantaggio, considerato che soprattutto sul lato software sono ancora maestri ( e dobbiamo ancora provare la modalità emtb) come potenza motore al vertice e&nbsp; leadership nelle vendite e nella efficienza del sistema di gestione delle garanzie...:cool:
</p><p>Specifichiamo &quot;vantaggio&quot;.</p><p>Certo Bosch è leader delle vendite perchè in grado fornire un ottimo sistema in grandi quantità e di fornire un&#039;altrettanto ottimo servizio post-vendita.</p><p>Per il nostro settore, mtb tecniche, non direi proprio che sia avanti 2 anni (che dato è?) rispetto a Shimano, se guardiamo il prodotto in se.</p><p><br /></p><p>Meccanicamente, i giap hanno 1/2kg in meno di peso, ingombro inferiore, fattore Q delle pedivelle da muscolare, asse pedaliera e pedivelle cave Hollowtech, arretrato per permettere chainstay corti.</p><p>Chi è avanti? Il motore che ha una demoltiplca interna, in modo da usare una coroncina, creata per non sporcare i pantaloni sulla catena nelle city-bike?</p><p>Sempre meccanicamente parlando, è possibile che Shimano non abbia ancora messo a punto il sistema del feedback, quello dei sensori che debbono dialogare con l&#039;elettronica. Se Bosch è leader nelle tecnologie e servizi nell’area industriale e automatica, anche in giappone sono da meno (Denso e Aisin, per citare le note), non credo ci metteranno tanto a trovare la quadra.</p><p><br /></p><p>Software: non credo sia un problema lo sviluppo in questo senso, se Shimano intende conquistare il mercato e-mtb. Intanto si comincierà con la possibilità di gestione dei livelli di assistenza tramite smatphone.</p><p>Personalmente, dovessi cambiare bici, andrei su una motorizzata Shimano se il costruttore del telaio ne sfruttasse la potenzialità dal punto di vista ciclistico.</p><p>
Io non vedo tutti i problemi sulla rapportatura come leggo qui , Haibike è vero usa il sei ma per quanto riguarda la questione dei rapporti io uso il 14T con 11-46 e salgo ovunque, quindi può piacere o no la coroncina ma al lato pratico a parte le suddette problematiche di passaggio catena nessun problema...
</p><p><br /></p><p>Per non vedere, basta non guardare...;)</p>
<p>
Specifichiamo &quot;vantaggio&quot;.</p><p>Certo Bosch è leader delle vendite perchè in grado fornire un ottimo sistema in grandi quantità e di fornire un&#039;altrettanto ottimo servizio post-vendita.</p><p>Per il nostro settore, mtb tecniche, non direi proprio che sia avanti 2 anni (che dato è?) rispetto a Shimano, se guardiamo il prodotto in se.</p><p><br /></p><p>Meccanicamente, i giap hanno 1/2kg in meno di peso, ingombro inferiore, fattore Q delle pedivelle da muscolare, asse pedaliera e pedivelle cave Hollowtech, arretrato per permettere chainstay corti.</p><p>Chi è avanti? Il motore che ha una demoltiplca interna, in modo da usare una coroncina, creata per non sporcare i pantaloni sulla catena nelle city-bike?</p><p>Sempre meccanicamente parlando, è possibile che Shimano non abbia ancora messo a punto il sistema del feedback, quello dei sensori che debbono dialogare con l&#039;elettronica. Se Bosch è leader nelle tecnologie e servizi nell’area industriale e automatica, anche in giappone sono da meno (Denso e Aisin, per citare le note), non credo ci metteranno tanto a trovare la quadra.</p><p><br /></p><p>Software: non credo sia un problema lo sviluppo in questo senso, se Shimano intende conquistare il mercato e-mtb. Intanto si comincierà con la possibilità di gestione dei livelli di assistenza tramite smatphone.</p><p>Personalmente, dovessi cambiare bici, andrei su una motorizzata Shimano se il costruttore del telaio ne sfruttasse la potenzialità dal punto di vista ciclistico.</p><p><br /></p><p><br /></p><p>Per non vedere, basta non guardare...;)
</p><p><br /></p><p>2 anni è differenza tra la data di commercializzazione del cx ( 2015 ) contro la effettiva commercializzazione dello shimano. ( 2017) ..., cerchiamo di capirci..è ovvio che meccanicamente lo shimano sia meglio sulla carta in questo momento..è un prodotto di due anni più giovane del cx..</p><p>Per questo secondo me l&#039;anno prossimo Bosch deve uscire con qualcosa che non eguaglia semplicemente le caratteristiche fisiche dello Shimano ma molto di più...questo teoricamente e a rigor di logica se non son stati con le mani in mano questi 2 anni..( sarebbe bello un cambio interno ad esempio...che elimini del tutto il deragliatore.. )</p><p>Anche a me piace molto come motore lo Shimano,&nbsp; avendolo anche provato su sentiero ( il bosch lo ritengo come funzionamento all&#039;atto pratico ancora superiore nell&#039;uso che ne faccio io..) ..però su certe cose cadono ..vedi ad esempio il volume della batteria interna ad esempio..che obbliga a dei tuboni enormi, cosa che&nbsp; non accade su questa Cube prototipo..:cool:</p>
<p>
2 anni è differenza tra la data di commercializzazione del cx ( 2015 ) e la effettiva commercializzazione dello shimano. ( 2017) ..., cerchiamo di capirci..è ovvio che meccanicamente lo shimano sia meglio sulla carta in questo momento..è un prodotto di due anni più giovane del cx..</p><p>Per questo secondo me l&#039;anno prossimo Bosch deve uscire con qualcosa che non eguaglia semplicemente le caratteristiche fisiche dello Shimano ma molto di più...questo teoricamente e a rigor di logica se non son stati con le mani in mano questi 2 anni..( sarebbe bello un cambio interno ad esempio...che elimini del tutto il deragliatore.. )</p><p>Anche a me piace molto come motore lo Shimano,&nbsp; avendolo anche provato su sentiero ( il bosch lo ritengo come funzionamento all&#039;atto pratico ancora superiore nell&#039;uso che ne faccio io..) ..però su certe cose cadono ..vedi ad esempio il volume della batteria interna ad esempio..che obbliga a dei tuboni enormi, cosa che&nbsp; non accade su questa Cube prototipo..:cool:
</p><p>Avevi scritto &quot;Il vantaggio di Bosch rispetto a Shimano è ad oggi di 2 anni circa&quot; e questo ha una sola interpretazione. Più vecchio di 2 anni, un&#039;altra.</p><p><br /></p><p>Anch&#039;io auspico che Bosch ridisegni il motore in funzione mtb.</p><p>Speriamo non intenda fare come con l&#039;Active, con l&#039;asse centrale in mezzeria...:imp:</p><p>Vedi l'allegato 3883</p><p>Sulla batteria integrata: sarà grossa, ma Shimano la fornisce già, per i costruttori col Bosch bisognerà attendere e se Trek è uscita con la vecchia batteria per il 2018, mi sa pure tanto!:cool:</p>
<p>
</p><p>Sulla batteria integrata: sarà grossa, ma Shimano la fornisce già, per i costruttori col Bosch bisognerà attendere e se Trek è uscita con la vecchia batteria per il 2018, mi sa pure tanto!:cool:
</p><p><br /></p><p>Quello sicuro..</p><p>Comunque io nella batteria bosch ci vedo gia&#039; un &quot;allungamento&quot; a 600wh...qualche cella in piu&#039;, la forma e&#039; buona...in quella Cube secondo me ci starebbe gia&#039; se il carbonio strutturalmente tiene..lo spazio in alto ci sarebbe..</p><p>Purtroppo tutti i produttori di sistemi motore batteria devono assicurare alle case ( quelle importanti che acquistano tanto.. Vedi Cannondale con Moterra ad esempio) almeno 2 anni di vita utile del modello di bici....altrimenti non ne venderebbero piu&#039;..quindi le novita&#039; arriveranno sempre col contagocce da tutte le parti.. ;)</p>
Tra l'altro la batteria integrata Bosch è solo lunga 35 cm. Facile metterne una nello zaino.
Il sistema di batteria doppia su Bosch sarebbe perfetto se non utilizzasse un cavo esterno ma un collegamento automatico interno al telaio tra le due batterie.
<p>
Specifichiamo &quot;vantaggio&quot;.</p><p>Certo Bosch è leader delle vendite perchè in grado fornire un ottimo sistema in grandi quantità e di fornire un&#039;altrettanto ottimo servizio post-vendita.</p><p>Per il nostro settore, mtb tecniche, non direi proprio che sia avanti 2 anni (che dato è?) rispetto a Shimano, se guardiamo il prodotto in se.</p><p><br /></p><p>Meccanicamente, i giap hanno 1/2kg in meno di peso, ingombro inferiore, fattore Q delle pedivelle da muscolare, asse pedaliera e pedivelle cave Hollowtech, arretrato per permettere chainstay corti.</p><p>Chi è avanti? Il motore che ha una demoltiplca interna, in modo da usare una coroncina, creata per non sporcare i pantaloni sulla catena nelle city-bike?</p><p>Sempre meccanicamente parlando, è possibile che Shimano non abbia ancora messo a punto il sistema del feedback, quello dei sensori che debbono dialogare con l&#039;elettronica. Se Bosch è leader nelle tecnologie e servizi nell’area industriale e automatica, anche in giappone sono da meno (Denso e Aisin, per citare le note), non credo ci metteranno tanto a trovare la quadra.</p><p><br /></p><p>Software: non credo sia un problema lo sviluppo in questo senso, se Shimano intende conquistare il mercato e-mtb. Intanto si comincierà con la possibilità di gestione dei livelli di assistenza tramite smatphone.</p><p>Personalmente, dovessi cambiare bici, andrei su una motorizzata Shimano se il costruttore del telaio ne sfruttasse la potenzialità dal punto di vista ciclistico.</p><p><br /></p><p><br /></p><p>Per non vedere, basta non guardare...;)
</p><p><br /></p><p>Verissimo ma io so guardare bene le mie esigenze , le tue saranno diverse dalle mie [emoji6]</p><p><br /></p><p><br /></p><p>Inviato dal mio iPad utilizzando Tapatalk</p>
D
<p>
Il sistema di batteria doppia su Bosch sarebbe perfetto se non utilizzasse un cavo esterno ma un collegamento automatico interno al telaio tra le due batterie.
</p><p><br /></p><p>Dove hai preso questa informazione?</p>
Sono un veggente.....ehehehehe!
E dopo l'ABS ora voglio il climatizzatore
Il mio parere sulla possibilità di poter usare la seconda batteria, potendo usufruire della tradizionale mi sembra un ottima scelta in quanto come nel mio caso e nel caso di molti altri biker si è già in possesso di una city -bike, evitando cosi costi aggiuntivi non indifferenti.
S