E-enduro 2018, la prova di Alassio

[Comunicato stampa] La città di Alassio non si è certa fatta trovare impreparata offendo la piazza più importante, a ridosso del mare, come area Expo dell’intera manifestazione per la gioia degli sponsor e dei partecipanti. Tra gli sponsor del circuito erano presenti con i propri prodotti Specialized, title sponsor del circuito, Brose con la “recharge station” a disposizione di tutti i partecipanti, Vittoria Tires con i propri pneumatici di altissima gamma e le sospensioni Fox, Mr Wolf che ha presentato il rivoluzionario sistema anti foratura quale la “Smartmousse”, Atala con la propri flotta e-bike da enduro e da passeggio, Braking e Billet Ht con i propri prodotti dedicati agli impianti frenanti, Andreani Group con le sospensioni Ohlins e il servizio assistenza.

unnamed

Il sabato si sono prescritti oltre 150 atleti incoraggiati da uno spiraglio di sole che ha accompagnato le prove di tutte e 4 le speciali, tra questi segnaliamo l’esordio del Team T32 Squadra Corse supportato da e-Bike Store Brescia che ha saputo portare nel circuito, con la propria imponente struttura, una dimensione tipica da Coppa del Mondo e un parco atleti di tutto rispetto con esperienza internazionale quali Archetti Alessio, Rodella Enrico, Petissi Stefano, Nobili Luca.

Purtroppo nella nottata le condizioni meteo sono peggiorare ma domenica mattina sotto una pioggia battente si sono presentati al via ben 140 rider ( tra cui 8 straordinarie donne) che con le loro e-bike hanno saputo sfidare le condizioni meteo e un percorso molto tecnico fangoso ridotto, purtroppo, nel cronometraggio a causa della impraticabilità della ps.3.

unnamed-1

La gara è stata da subito molto combattuta soprattutto nelle retrovie in quanto Gennesi Alessandro (ASD Free Ride Tigullio) e Laura Rossin, tre volte Campionessa Italiana Enduro (Soul Cycles Racing Team) non hanno lasciato molte speranze ai rispettivi avversari vincendo tutte e tre le prove speciali in programma. Nel podio assoluto maschile la seconda posizione veniva conquistata da Martinelli Simone (Team Cico Bike DSB Nonsolofango) e il terzo posto troviamo l’inossidabile Andrea Bruno (Tribe Team) dopo una bella battaglia con Andrea Garbino (New Bike 2008 Racing Team).

unnamed-3

Nella classifica assoluta femminile troviamo al secondo posto la francese Sapin Nadine (Endurotribe.com) e al terzo posto Mary Wragg Moncorgé, al quarto posto la mitica Bonazzi Giovanna (Pro M Team), al quinto Borgia Elisabetta (Moglie di Marco Aurelio Fontana) che ritornava alle competizioni dopo molti mesi, a seguire Mandrioli Laura Luisa, Marotti Isabel e Lucchini Francesca. Grazie ragazze, siete state tutte fantastiche!

Tutte le altre categorie sono, categoria EEM1 vinta da Martinelli Simone (Team Cico Bike DSB), categoria EEM2 vinta da Andrea Bruno (Tribe Team), EEM3 vinta da Gennesi Alessandro, categoria EEM4 vinta da Baroni Francesco (Team Cico Bike DSB), categoria a Squadre vinta da Team Cico Bikes DSB.

unnamed-2

Tra i giovani segnaliamo la vittoria alla sua prima gara e-Enduro di Garavelli Pietro Olmo (TEAM LOCCA) nella categoria Junior, seguito da Sito Loris (Alpina BikeCafè), Biscaldi Emanuele (GS box Vigevano), Desogus Tommaso (Soul Cycles Racing Team) e Maurino Edoardo (Alpina BikeCafè).

Ringraziamo Il Comune di Alassio e tutti i volontari che hanno permesso lo svoglimento in totale sicurezza di questa fantastica gara nonostante le condizioni meteo proibitive, il prossimo appuntamento e fissato per il 14 e 15 Aprile a Pietra Ligure.

Classifiche

28701619_1783687675004359_7516002312154445846_o 28827828_1783862751653518_584736997419389923_o

,

51 risposte a E-enduro 2018, la prova di Alassio

  1. marco 19/03/2018 at 22:09 #

    ho scoperto che lo speaker è il clone di @ducams4r

  2. marco 19/03/2018 at 22:19 #

    devo ammettere che non pensavo che gli ebikers si depilassero

  3. takuma 19/03/2018 at 22:28 #

    Ue staff, dove si trovano clsssifiche o el3nchi partenza dove si puo leggere marca e modello bici del pilota?

  4. velocipede 19/03/2018 at 22:30 #

    devo ammettere che non pensavo che gli ebikers si depilassero

    Pensavi che i campi magnetici indotti generati dai motori rendessero immuni da infezioni in caso di cadute?

  5. Auanagana 19/03/2018 at 22:34 #

    devo ammettere che non pensavo che gli ebikers si depilassero

    Ehehe ..femmena quella e'…:innocent::yum

  6. alepeo 20/03/2018 at 08:13 #

    Ue staff, dove si trovano clsssifiche o el3nchi partenza dove si puo leggere marca e modello bici del pilota?

    Interessa anche a me ma non si trova da nessuna parte… peccato perché sarebbe molto interessante

    Sent from my iPhone using EMTB MAG mobile app

  7. Moebius 20/03/2018 at 08:27 #

    @Staff, i piloti chiamati per cognome e poi nome non si possono leggere. Fate uno sforzo e scrivete in italiano.

  8. marco 20/03/2018 at 08:46 #

    @Staff, i piloti chiamati per cognome e poi nome non si possono leggere. Fate uno sforzo e scrivete in italiano.

    prime due parole:
    [Comunicato stampa]

    Secondo te l'abbiamo scritto noi?

  9. Bike 20/03/2018 at 08:48 #

    Ue staff, dove si trovano clsssifiche o el3nchi partenza dove si puo leggere marca e modello bici del pilota?

    C ho provato ankio ma nada

  10. Moebius 20/03/2018 at 08:49 #

    Vabbè, la giro @a chi scrive il comunicatostampa allora.

  11. tostarello 20/03/2018 at 09:22 #

    Vabbè, giratela @a chi scrive il comunicatostampa allora.

    che poi dovrebbe girarlo a MySDAM che ha curato il servizio di timing (Official Timer MySDAM – SDAM) , e che in tutte le gare redige le classifiche per cognome-nome

    https://www.mysdam.net/timing/1080/ciclismo-su-strada-e-mtb.do

    https://www.mysdam.net/events/results.do

  12. alepeo 20/03/2018 at 11:56 #

    Prendano esempio dal motocross per redarre le classifiche…le moto dei vari piloti sono sempre indicate

  13. takuma 20/03/2018 at 12:09 #

    ma si anche dove correvo io veniva messo in evidenza telaio motore gomme

  14. Auanagana 20/03/2018 at 12:11 #

    Prendano esempio dal motocross per redarre le classifiche…le moto dei vari piloti sono sempre indicate

    Son d'accordo che dovrebbero metterle, anche perche' se in gare muscolari le bici son concettualmente tutte uguali a livello tecnico (al massimo il formato ruota) qua con le e-bike le differenze tra i vari motori e capienze batterie renderebbero il dato marca/modello più interessante…:)

  15. takuma 20/03/2018 at 12:15 #

    analizzando un po la gara…
    cosa porta il vincitore a dare distacchi cosi abissali agli altri???
    chiaro che il manico e il maltempo fanno la sua parte, ma mi piacerebbe approfondire il lato tecnico della sua performance e capire cosa gli ha fatto fare cosi tanto la differenza

  16. Auanagana 20/03/2018 at 12:35 #

    analizzando un po la gara…
    cosa porta il vincitore a dare distacchi cosi abissali agli altri???
    chiaro che il manico e il maltempo fanno la sua parte, ma mi piacerebbe approfondire il lato tecnico della sua performance e capire cosa gli ha fatto fare cosi tanto la differenza

    Il Gennesi spinge sui pedali come una bestia….ed ha una notevole cattiveria agonistica , vive sulla bici , oltre ad essere rider veloce ed esperto in discesa..(dovrebbe essere anche il campione SuperEnduro e campione Italiano 2013 ) ed evidentemente gli piacciono pure le condizioni meteo estreme …..:cool:

  17. takuma 20/03/2018 at 12:45 #

    e quelli che buscano 10 minuti a ps come te lo spieghi?

  18. ducams4r 20/03/2018 at 12:48 #

    e quelli che buscano 10 minuti a ps come te lo spieghi?

    Tanti hanno avuto inconvenienti tecnici causati dal fango e dalle cadute.

  19. marco 20/03/2018 at 12:56 #

    aggiunto video

  20. Auanagana 20/03/2018 at 12:57 #

    e quelli che buscano 10 minuti a ps come te lo spieghi?

    Beh 10 minuti son problemi tecnici..ma 2 minuti su delle ps pedalate del genere un principiante non allenato se li prende tranquillamente da un semipro.;).:cool:

  21. alexnotari65 20/03/2018 at 15:18 #

    @marco per caso avete testato il nuovo prodotto di Mr Wolf???

  22. marco 20/03/2018 at 17:37 #

    @marco per caso avete testato il nuovo prodotto di Mr Wolf???

    Mr. Wolf ha reagito molto male all'ultimo test. Lavorare con aziende che non sanno accettare critiche non ha senso. Quindi la risposta è: no.

  23. alexnotari65 20/03/2018 at 18:02 #

    Mr. Wolf ha reagito molto male all'ultimo test. Lavorare con aziende che non sanno accettare critiche non ha senso. Quindi la risposta è: no.

    Ah ok, peccato!

  24. takuma 20/03/2018 at 18:26 #

    Beh 10 minuti son problemi tecnici..ma 2 minuti su delle ps pedalate del genere un principiante non allenato se li prende tranquillamente da un semipro.;).:cool:

    2 minuti ci sta …
    mi meravigliavo dei 10 minuti, che a sto punto come dice il ducams saran causati da inconvenienti

  25. Rick 20/03/2018 at 19:45 #

    Mr. Wolf ha reagito molto male all'ultimo test. Lavorare con aziende che non sanno accettare critiche non ha senso. Quindi la risposta è: no.

     
    Bene, anzi male!
    Avremo solo @Francis1 come tester ufficiale:cool::razz::joy:

  26. Auanagana 20/03/2018 at 20:30 #

    Interessanti spunti post gara da un pro …anche un pò commerciali ovviamente..:innocent::blush:
    http://andreabruno.pro/?p=1358

  27. Rick 20/03/2018 at 20:58 #

    Bahh, a me non piace come PS, non so cosa ci sia di enduro…
    PS. Come fischia anche il motore:???:

  28. takuma 20/03/2018 at 22:06 #

    Se il formato delle ps di tutto il campionato è questo….
    Proprio nn mi aggrada

  29. Andrea#77 20/03/2018 at 22:48 #

    Neanche a ne è piaciuto il format di gara, infatti aspetto di provare quella di Pietra e poi decidero, ma mi sembra di aver capito che più o meno l'impronta è quella.

  30. Auanagana 20/03/2018 at 23:07 #

    Neanche a ne è piaciuto il format di gara, infatti aspetto di provare quella di Pietra e poi decidero, ma mi sembra di aver capito che più o meno l'impronta è quella.

    Si l'impronta e' quella…la definirei una "muscolarizzazione dell' e-bike" :cool::razz:

  31. miscelatore 20/03/2018 at 23:09 #

    Sembra quasi una PS di una gara enduro moto.

    Con tutto quel pedalato, per un amatore poco allenato, anche senza guasti e cadute, è facile beccarsi molti minuti.
    Io credo che su quel video, ne avrei presi almeno 4!

    I motori Flyer sono gli stessi di peg-perego? Il rumore sembra uguale.

  32. takuma 20/03/2018 at 23:17 #

    mah con tutto quel pedalato anche alla pari passi facile i 25 e x me diventa pure più dura che con una muscolare

  33. takuma 20/03/2018 at 23:49 #

    Questo ragazzo ha chiuso a 33 minuti 55 assoluto

  34. Francis1 21/03/2018 at 00:49 #

    Boh onestamente non capisco perché questo astio verso il pedalato in una gara enduro di bici elettriche…..
    Anzi, trovo che sia proprio questo il modus operandi corretto per differenziarle dalle gare di enduro con bici tradizionali……

  35. Andrea#77 21/03/2018 at 08:19 #

    Parlo per me ovviamente, capisco il tuo discorso e ci sta, ma a me così non piace sembra più una gara di xc motorizzato. È giusto che si deva differenziare dalle altre gare, ma su 4 speciali ne metterei due dove pedali e due di discesa per divertirsi. E altra cosa secondo me i pro dovrebbero avere classifica a parte, ma questo in qualsiasi competizione.

  36. Auanagana 21/03/2018 at 09:54 #

    Non ha senso spingere nei tratti pedalati come se fosse xc , addirittura andando spesso oltre al limite dello stacco motore ai 25…se guardate i video si tratta di scansare i sassi e niente piu' ma a ritmo forsennato ..
    Metti un pezzo di discesa al contrario , (oltre alle discese ovviamente)allora si che ha senso una gara con l' ebike..e conta piu' tecnica piuttosto che la gamba e modello di bici..:cool:

  37. Paolo25 21/03/2018 at 10:00 #

    anche io dei video vedo poco di "enduro" e pare più una gara da xc dove si pedala sempre!
    Capisco che con una ebike e' anche bello il tratto pedalato ma preferirei magari tratti a salire tecnici(da enduro) invece che sentieri senza nessuna difficolta', come anche le discese non vedo nessun tratto da vera discesa.

  38. Francis1 21/03/2018 at 10:13 #

    Mah…..8 minuti e rotti di ps…..cosa sono?? 3 di pedalato???

  39. marco 21/03/2018 at 10:22 #

    Il bello delle Ebike è riuscire a salire dove senza motore non ce  la si farebbe. Ripidoni, tratti tecnici e lenti, cose del genere. Purtroppo tanti non ce la farebbero, quindi come organizzatore che deve fare i numeri ti ritrovi ad usare sentieri facili

  40. Paolo25 21/03/2018 at 10:27 #

    Il bello delle Ebike è riuscire a salire dove senza motore non ce  la si farebbe. Ripidoni, tratti tecnici e lenti, cose del genere. Purtroppo tanti non ce la farebbero tecnicamente, quindi come organizzatore che deve fare i numeri ti ritrovi ad usare sentieri facili

    ok pero' capisci che non e' più una gara di enduro

  41. Auanagana 21/03/2018 at 10:28 #

    Il pedalato ci deve essere altrimenti non e' gara e-bike .
    Pero' non stile xc …tenete d'occhio il formato tedesco stile Bosch uphill che si vede in alcuni filmati in rete, molto tecnici e corti.
    A quanto pare ci sara' una gara a Riva del Garda a breve, Bosch ebike challenge mi pare interessante..28 aprile

  42. Auanagana 21/03/2018 at 10:31 #

    Il bello delle Ebike è riuscire a salire dove senza motore non ce  la si farebbe. Ripidoni, tratti tecnici e lenti, cose del genere. Purtroppo tanti non ce la farebbero tecnicamente, quindi come organizzatore che deve fare i numeri ti ritrovi ad usare sentieri facili

    Bravo e' quello lo spirito giusto. Meglio uno che scende e spinge su un breve tratto piuttosto che un flow xc senza difficolta' da spingere alla morte..per un principiante ci sono meno pericoli che guidare annebbiato dalla fatica al limite..e poi buttarsi in discesa..

  43. Francis1 21/03/2018 at 10:41 #

    Si ma decidetevi però…….
    L'amatore sul sentiero facile no perchè va fuori soglia….l'amatore sul sentiero difficile no perchè scende e spinge (e si piglia comunque minuti dai pro)……

    L'amatore deve essere conscio che sta partecipando a una gara….se non ha il fisico e/o le capacità tecniche, forse se ne deve fare una ragione….e allenarsi di più…..

  44. marco 21/03/2018 at 10:45 #

    Si ma decidetevi però…….
    L'amatore sul sentiero facile no perchè va fuori soglia….l'amatore sul sentiero difficile no perchè scende e spinge (e si piglia comunque minuti dai pro)……

    L'amatore deve essere conscio che sta partecipando a una gara….se non ha il fisico e/o le capacità tecniche, forse se ne deve fare una ragione….e allenarsi di più…..

    Forse non hai ben presente cos’è il mondo amatoriale delle gare ciclistiche. Non siamo molto lontani dalla passeggiata domenicale organizzata. L’importante è poter dire ‘faccio le gare’

  45. Francis1 21/03/2018 at 11:06 #

    Bon…..però si dà il caso che sia persona maggiorenne e vaccinata, e abbia anche sostenuto una visita medica per attività sportive…….

  46. Paolo25 21/03/2018 at 11:21 #

    Forse non hai ben presente cos’è il mondo amatoriale delle gare ciclistiche. Non siamo molto lontani dalla passeggiata domenicale organizzata. L’importante è poter dire ‘faccio le gare’

    Alla fine interessa solo avere più partecipanti possibile per intascare soldi e basta!
    Invece a me una gara con un minimo di selezione sarebbe più interessante che una che la puo fare chiunque.

  47. Francis1 21/03/2018 at 11:28 #

    Ma scusate non avete appena detto che questa gara non la poteva fare chiunque, proprio perchè il tratti pedalati presupponevano un certo allenamento e quindi una selezione?????

  48. Paolo25 21/03/2018 at 12:21 #

    Ma scusate non avete appena detto che questa gara non la poteva fare chiunque, proprio perchè i tratti pedalati presupponevano un certo allenamento e quindi una selezione?????

    La selezione sul pedalato la fai in 2 modi……o con tratti stile xc, dove l'amatore va fuori soglia, o con tratti molto tecnici, dove l'amatore scende dalla bici e spinge…..
    Il risultato è il medesimo…..minuti di distacco dai primi, che sono pro e hanno allenamento e tecnica…..

    Verissimo ma dato che si presuppone che queste gare siano stile enduro non vedo molto il senso una gara stile xc!

  49. Francis1 21/03/2018 at 12:28 #

    Bah….3 minuti di pedalata e 5 di discesa su una ps di 8 minuti totali, non la definirei certo una gara stile xc……
    Onestamente trovo molto più sensato avere salite del genere, che robe super tecniche……in questo modo l'amatore ben allenato può fare bene….in caso contrario, l'amatore, anche se ben allenato, scende e spinge……
    Si prende 10 minuti dal primo e ha l'impressione di non essere mai "stato in gara", poichè tecnicamente non alla sua portata……
    Secondo me è invece un formato di ps non sbagliato quello di Alassio……apre le porte sicuramente a un più ampio pubblico…..

    Se poi calcoliamo che nell'enduro senza motore, l'unico pedalato ormai è il trasferimento da una ps all'altra, tolto qualche mini strappetto durante la ps……

  50. Paolo25 21/03/2018 at 13:08 #

    Bah….3 minuti di pedalata e 5 di discesa su una ps di 8 minuti totali, non la definirei certo una gara stile xc……
    Onestamente trovo molto più sensato avere salite del genere, che robe super tecniche……in questo modo l'amatore ben allenato può fare bene….in caso contrario, l'amatore, anche se ben allenato, scende e spinge……
    Si prende 10 minuti dal primo e ha l'impressione di non essere mai "stato in gara", poichè tecnicamente non alla sua portata……
    Secondo me è invece un formato di ps non sbagliato quello di Alassio……apre le porte sicuramente a un più ampio pubblico…..

    Se poi calcoliamo che nell'enduro senza motore, l'unico pedalato ormai è il trasferimento da una ps all'altra, tolto qualche mini strappetto durante la ps……

    Si ma sono gusti e questo non lo discuto, io trovo solo gare non da enduro nel senso che lo intendo io!
    Nei video che ho visto di discesa vera c'e' proprio poco e non ho visto nessun passaggio nemmeno da gara di coppa del mondo di xc per intenderci.

  51. vito e alloggio 01/04/2018 at 15:30 #

    Bah, cmq in francia fanno duecento/trecento iscritti a gara (con categoria vae a parte) e mettono sentieri incazzati e pericolosi come ridere. Se si vuole la sicurezza, organizzassero gare di uncinetto.

  52. Blackslash 15/04/2018 at 08:30 #

    Non conosco bene il regolamento ma é concesso di ricaricare le batterie? Chiedo questo perché ho visto che la gara supera i 1500m di dislivello, poi anche in discesa è pedalata.. E nelle foto della Focus jam2 di Gennesi c’è solo una batteria (ha il portaborraccia nel posto della seconda batteria)… Io in modalità eco customizzata al minimo al massimo faccio 1200m di dislivello (ricordo che la batteria integrata è di circa 370 Wh. O sono talmente allenati che pedalano anche in off, o mi sfugge qualcosa. Inoltre mi associo a chi vorrebbe qualche info in più sulle mtb ( i bike check della controparte mtb-mag sarebbero l’ideale) @marco

Lascia un commento


Vai alla barra degli strumenti