[First Ride] Motore per eBike Shimano Steps E8000

Il componente cruciale di ogni eBike è il motore. Shimano, così come altri produttori di trasmissioni, è rimasta in disparte negli ultimi anni lasciando portare avanti lo sviluppo dei motori ad altre compagnie con maggior esperienza in ambito di motori elettrici. Ora Shimano, dal Bike Festival di Maggio a Riva del Garda, ha presentato il loro sistema eBike battezzato Steps. Abbiamo avuto la possibilità recentemente di provarlo direttamente sui trail, per valutare il lavoro di Shimano.

074826_irmo_keizer

Specifiche

  • Motore DU-E8000 con batteria ad alta capacità da 500Wh (BT-E8010) con supporto batteria BM-E8010.
  • La potenza di pedalata è trasmessa alla ruota tramite una guarnitura (FC-E8050/E8000) con corona dedicata (SM-CRE80-B/CRE80) da 34 o 38 denti, fornita con un apposito guidacatena (SM-CDE80).
  • Il sistema è gestito tramite un ciclocomputer (SC-E8000) e un’unità FIREBOLT (SW-E8000-L) per l’assistenza. Per la ruota posteriore è previsto un sensore di velocità (SM-DUE10).
  • Il resto della trasmissione può essere selezionata tra i prodotti Shimano Di2 MTB o tra i tradizionali componenti meccanici.
  • Il nuovo sistema Shimano Steps può comunicare via Bluetooth con l’applicazione E-Tube per modificare e customizzare le impostazioni e i set up tramite computer, tablet e smartphone.
  • Il blocco motore compatto consente ai telai che lo montano di utilizzare carri corti che forniscono uno stile di guida e una maneggevolezza da vera MTB.
  • La compattezza del blocco motore permette anche un fattore Q (distanza tra le punte delle pedivelle) di misura standard, quindi con lo stesso feeling di una MTB.
  • Grazie al comando sul lato sinistro del manubrio, si cambia setting in modo veloce e intuitivo, passando da Eco a Trail a Boost in base al tipo di terreno che si sta affrontando.

Screen Shot 2016-07-22 at 01.32.48 Screen Shot 2016-07-22 at 01.33.19

073991_irmo_keizer

Il pacco batteria racchiuso nel case Shimano, piuttosto compatto, che racchiude un elemento da 500Wh.

074363_irmo_keizer

Il comando cambio XT Di2. Il comando sulla destra controlla il cambio mentre il medesimo comando sulla sinistra controlla il setting del motore.

074365_irmo_keizer

Sistema di raffreddamento posto sul lato drive.

074382_irmo_keizer

Il display del sistema Steps E8000, compatibile con la trasmissione Di2.

074403_irmo_keizer

Carro corto, grazie al blocco motore compatto, e corona di dimensioni standard, garantiscono un feeling molto naturale da MTB.

In azione

Controllo del mezzo – Il tempo che abbiamo speso sul sistema E8000 ha evidenziato alcuni punti chiave riconducibili direttamente al sistema Shimano. La bici risulta agile e si manovra con facilità, grazie al peso ridotto del motore. In secondo luogo questa facilità di controllo dipende dal carro corto, simile alle normali MTB. Il mix di questi due aspetti è facilmente avvertibile nell’agilità in curva che è sostanzialmente migliore di qualsiasi altro sistema eBike che abbiamo testato.

Interazione con il sistema – Shimano ha optato per un controllo del motore E8000 basato su un comando shifter come quello del deragliatore Di2. Due cose risultano chiare in merito a questa scelta: innanzitutto non ci sono strani pulsanti sul manubrio e in secondo luogo il controllo del motore si rivela naturale durante il riding, per l’appunto come il normale utilizzo di un deragliatore. La posizione al di sotto del manubrio rende il comando più protetto dagli urti. L’integrazione con il sistema di cambio Di2 inoltre permette di avvalersi di un unico, discreto e pratico display.

Il sistema risulta naturale e le operazioni di controllo sono semplici. Accensione e spegnimento sono semplici e la modalità “walk”, che fornisce energia al motore per aiutare a spingere la bici quando si cammina, si attiva semplicemente tenendo premuto lo shifter per pochi secondi. Inoltre tutte le funzioni sono customizzabili via Bluetooth tramite l’apposita applicazione, per assecondare al meglio le preferenze di ogni rider.

Gestione della pedalata assistita – Il sistema Shimano Steps offre un’immediata sensazione di naturalezza sin dalle prime pedalate. La gestione della potenza è molto morbida senza picchi improvvisi. Il supporto fornito dal motore accompagna gli input del rider e non dà la sensazione innaturale di essere spinti. Ciascun preset di potenza è significativamente differente dall’altro. L’adozione di una corona di dimensioni standard garantisce una buona interazione con la trasmissione della bici e inoltre offre la possibilità ai progettisti dei telai di realizzare cinematismi senza grossi compromessi dovuti al posizionamento della catena.

Il miglior modo di descrivere la nostra esperienza di riding con il sistema Steps è che non ha interferito con la nostra guida. Utilizzato in combinazione con il sistema di cambio elettronico Di2, rende la guida piacevole, come se molte operazioni fossero gestite automaticamente.

074919_irmo_keizer

Conclusioni

Shimano si è inserita nel mercato eBike in una posizione di rilievo con il sistema Steps E-8000. Il nostro first ride ha solo raschiato la superficie, in merito a un’opinione generale. Il mercato eBike necessitava un altro competitor e il livello di integrazione e la naturalezza che Shimano ha portato come primo approccio, ci fa capire quanto miglioramento ci si possa aspettare per il futuro delle eBike. Seguirà un test a lungo termine dello Steps E-8000 per comprendere meglio il suo potenziale nell’utilizzo di tutti i giorni.

Shimano

5 risposte a [First Ride] Motore per eBike Shimano Steps E8000

  1. Iaio 15/09/2016 at 09:19 #

    Qualche info sui marchi di telai commercializzati con questi motori?

  2. Daiwer 17/09/2016 at 10:22 #

    Shimano ha sempre fatto le cose per bene in ambito off-road… sono molto curioso di provare il loro motore.

  3. Leoetrusco 17/09/2016 at 11:23 #

    Bottecchia, Torpado, Wilier lo montano sulle loro E-mtb, lo ho provato in fiera a Verona su di una loro Front e devo dire di avere avuto sensazioni positive, migliore del Brose, come fluidità e risposta del motore, senza strappi ne buchi in partenza

  4. marco 17/09/2016 at 11:44 #

    Qualche info sui marchi di telai commercializzati con questi motori?

    Shimano mi disse:
    BMC, Canyon, Cannondale, Cube, Felt, Ghost, Scott, KTM, Merida, Orbea, Rotwild, Simplon, Specialized, Stevens, Wilier

  5. Leoetrusco 17/09/2016 at 11:51 #

    Ktm in fiera c'era, ma per il 2017 monta solo Bosch. Gli altri che non ho citato perchè a Verona non presenti. Comunque presumo che saranno presenti sui modelli 2018, in quanto ormai sono state presentate da tutte le case costruttrici le novità per l'anno venturo

Lascia un commento


Vai alla barra degli strumenti