[First Ride] Rocky Mountain Altitude Powerplay

Avevamo sentito che Rocky Mountain stava lavorando a qualcosa di speciale, una ebike con motore proprietario. Quindi, quando è arrivato l’invito da parte di Davide Bonandrini di DSB per partecipare al lancio di una Ebike, non ci abbiamo pensato due volte a rispondere. Non potevamo immaginare quello che sarebbe stato presentato, fino a quando hanno tolto i veli alla Rocky Mountain Altitude Powerplay Carbon.

I progettisti hanno esaminato quello che era sul mercato e hanno deciso di  sviluppare in casa un loro sistema motore / batteria. Questo ha dato la possibilità di progettare un telaio con geometria che è una copia diretta della Altitude. La Altitude Powerplay Carbon doveva assomigliare ad una Altitude, sembrare una Altitude e si doveva guidare come una Altitude.

Rocky Mountain Altitude Powerplay launch, Valberg 2017. April 2017. Photo by Matt Wragg

Specifiche

Dettagli costruttivi e sistema motore

  • Motore brushless trifasico ad alta efficienza, con torsiometro, coppia elevata e trasmissione primaria a catena.
  • Batteria a 48v a ricarica rapida con gestione del surriscaldamento quando troppo sotto sforzo.
  • Motore integrato con il telaio per prevenire usura e rotture ed incrementare la rigidità. L’unità motrice è compatta e dotata di una protezione contro gli urti.
  • Non è presente un display classico al manubrio, ma un comando che indicherà la batteria residua, il livello di aiuto selezionato e ci servirà per selezionare le tre assistenze disponibili e la funzione “walk”.
  • Disponibile anche una applicazione EbikeMotion sia per Android che per IOS, che permetterà tramite un collegamento Bluetooth di modificare diversi parametri, registrare tracce, ecc.
  • Batteria disponibile fino a 632wh con tecnologia Li-Ion.
  • Sistema di terza generazione, il cui sviluppo è iniziato nel 2010. Minimizzazione dello stacco del motore quando si raggiunge la massima velocità di assistenza prevista, eliminazione degli ingranaggi interni al motore.
  • Parti di ricambio e assistenza in Europa.
  • Parti soggette ad usura (movimento centrale e corona) potranno essere sostituiti in officina con le normali attrezzature.
  • Adotta le guarniture e movimenti centrali classici Race Face.
  • Ricarica in due fasi, prima la carica rapida e poi la profonda: 1h40min per raggiungere 80% della batteria da 500wh, o 2h per raggiungere 80% della batteria da 632wh.
  • Ruote da 27.5″

Rocky Mountain Altitude Powerplay launch, Valberg 2017. April 2017. Photo by Matt Wragg

Bici provata: Altitude Powerplay Carbon 70

Telaio – SMOOTHWALL™ Carbon. Cuscinetti sigillati. Press Fit BB. Passaggio cavi interno. ISCG05.
RIDE-9™ a geometria variabile + corsa 160mm anteriore, 150mm posteriore.
Carro posteriore – FORM™ Alloy
Motore – 250 W / 48V Powerplay Drive
Batteria – Li-Ion 632wh
Forcella – Fox 36 Float EVOL Grip Performance 160mm
Ammortizzatore – Fox Float DPS EVOL Performance Elite
Freni – Sram Guide RE con dischi Sram Centerline 200mm
Comando cambio – Sram EX1
Deragliatore – Sram EX1
Guarnitura – Race Face Turbine Cinch 34T
Movimento centrale – Race Face BB92
Cassetta pignoni – Sram XG-899 11-48T
Catena – Sram EX1
Mozzi Boost – Anteriore, Rocky Mountain Sealed 15mm. Posteriore, DT Swiss 350 Boost 148mm.
Raggi – WTB 2.0-1.8
Cerchi – Sun Düroc 40, tubeless ready
Pneumatici – Maxxis Minion DHF WT EXO Tubeless Ready 27.5 x 2.5
Serie sterzo – FSA Orbit NO.57 Steerer Stop
Attacco manubrio – Rocky Mountain 35 AM
Manubrio – Race Face Chester 780mm
Manopole – Rocky Mountain Lock On Light
Reggisella – Fox Transfer Performance Elite 30.9mm
Sella – WTB Silverado Race
Peso – 22.1kg taglia L – rilevato alla nostra bilancia.

Prezzi

Versione 90 – 9.999 Euro
Versione 70 – 7.499 Euro
Versione 50 – 6.399 Euro

Disponibilità: da luglio, solo in Europa. Non viene infatti per ora commercializzata nel resto del mondo.

20170522_4088_mattwragg

 

Geometria

2018_altitudepowerplay_geometry

Appena Rocky Mountain ha mostrato i numeri della geometria, è stato chiaro lo scopo di questa bicicletta: essere agile in salita grazie a dei foderi posteriori molto corti (425mm, i più corti nel mondo ebike) e stabile in discesa grazie ad un angolo sterto aperto (65-66°).

I foderi così corti sono stati resi possibili dall’uso del motore integrato.

La bici

Rocky Mountain Altitude Powerplay launch, Valberg 2017. April 2017. Photo by Matt Wragg

Il telaio è basato su un triangolo anteriore in carbonio e un carro in lega di alluminio per le versioni 50 e 70, per la 90 il carro posteriore è tutto in carbonio. La corsa è  160mm anteriore, 150mm posteriore. Tutti gli snodi prevedono  cuscinetti che richiedono una  manutenzione minima. Il telaio ha il movimento centrale incorporato nella sezione del tubo sella e non sul motore.  I carter motore sono incorporati nel telaio questo crea una zona di supporto inferiore molto rigida che evita l’usura meccanica e la flessione nella zona del movimento centrale. Il tubo obliquo è abbastanza grande per contenere le batterie che si basano su celle Samsung Lithium Ion 18650, non estraibili.

Il reparto freni è affidato agli  Sram Guide RE con dischi da 200 mm. Le pastiglie utilizzate sono di tipo metallico per prevenire surriscaldamenti.

Gruppo  SRAM EX1 con cassetta a otto velocità, specifico per ebikes, dai nostri test è risultato il migliore per le cambiate sotto sforzo. Questo si abbina ad una guarnitura Race Face Turbine con corona 34T. La catena passa attraverso un sistema di pulegge, di cui una motrice e una di tensionamento, più due guida catena. Alcune di queste rimangono nascoste dal coperchio che si chiude contro la corona. Sotto la copertura facile da togliere, si cela il sistema che ha permesso di accorciare i foderi bassi che sono una caratteristica della Altitude Powerplay. La catena è più lunga di una catena normale.

L’ammortizzatore Fox montato era opportunamente tarato per l’utilizzo. La forcella Fox 36 specifica per e-bike è stata rinforzata per renderla  performante e rigida anche con bici pesanti.

Ruote costruite con mozzi DT Swiss boost e cerchi Sun Rims da 40mm. Il cerchio largo dona maggiore stabilità alla Maxxis Minion da 2.5″. La Minion con rinforzo EXO è stata scelta per il disegno dei tasselli e per supportare meglio il peso della bici. La Rocky Mountain è compatibile con ruote plus, ma loro ritengono che sul mercato non ci siano ancora gomme con sezione superiore a 2.6 abbastanza robuste, adatte alla tipologia d’uso prevista per questa bici (finalmente qualcuno che lo ammette!).

Il Sistema Motore

Vi abbiamo già detto che il motore è stato disegnato per stare su una Altitude e quindi non è il telaio ad essere stato adattato agli ingombri del motore. La batteria è integrata nel tubo obliquo e non può essere rimossa dall’utilizzatore. Il motore sente gli input del rider misurando la tensione della catena tra la corona e il pignone del motore, tutto nascosto sotto al carter. L’idea è stata di rendere il sistema morbido e naturale, non ci siamo mai accorti di stacchi  o di risposte brusche del motore. Il più naturale che abbiamo mai provato.

Rocky Mountain Altitude Powerplay launch, Valberg 2017. April 2017. Photo by Matt Wragg

La batteria sul modello base è di 500wh e sul modello top è di ben 632wh, per l’assemblaggio sono state usate celle Samsung 18650 standard, il voltaggio è  48v, si può usufruire di una ricarica rapida, ma non c’è stato tempo di verificare questa funzione. Il tubo obliquo, nonostante contenga una batteria da 632wh, appare di dimensioni contenute, dall’interno non provengono rumori la batteria è ben fissata ma non può essere sostituita “on the road” per aumentare l’autonomia durante un giro lungo.

La bici non ha un display, ma solo il comando per la variazione delle tre modalità disponibili (eco/trail/smodato (ludicrous in inglese)),  più la modalità Walk assist. In più Rocky Mountain ha previsto una app da installare sullo smartphone, che darà la possibilità di controllare e visualizzare altri parametri come l’autonomia residua ecc. Non abbiamo avuto tempo per provare l’applicazione. La bici ha anche una porta USB per la diagnostica che può  essere usata, all’occorrenza,  per ricaricare il vostro smartphone direttamente sul manubrio.

Il motore brushless per l’Europa disporrà di 250w e sarà limitato a 25kmh, è stato testato nel freddo inverno canadese, immerso completamente in acqua, ha connettori certificati IP67, è costruito per drenare l’acqua,  di modo che non ne rimanga all’interno dei carter in alluminio forgiato. Il motore è posizionato in basso per concentrare le masse e abbassare il centro di gravità. Il magnete del sensore di velocità è posizionato sul disco posteriore e non sui raggi.

20170522_4080_mattwragg

Il torsiometro è il cuore del sistema, risponde prontamente e si adatta alla tensione della catena, questo ci permette di avere un movimento PF92 standard, mantenendo un q-factor normale e facilitando le normali operazioni di manutenzione di tutta la trasmissione. Non abbiamo riscontrato rumorosità dalla trasmissione ne cadute di catena.

Foto dei dettagli delle bici.

Allestimenti

r1r2 r3 r4

Prime impressioni di guida

La prova su sentiero è stata effettuata durante una giornata con diverse discese impegnative, oltre che ad una salita e relativa discesa.

Salita

20170522_3450_mattwragg

Dalle prime impressioni possiamo dire che la Altitude Powerplay è probabilmente la migliore ebike che abbia mai usato in fuoristrada. Ripartenze in salita senza problemi, motore che entra subito, foderi corti che facilitano le curve strette, ma soprattutto una risposta molto naturale dell’assistenza, che delle volte mi ha lasciato nel dubbio se il motore fosse acceso o meno.

Non posso esprimermi sulla durata della batteria, la prova sul campo è stata troppo breve.

Discesa

La Altidute Powerplay si comporta come una bici da enduro, grazie alle geometrie e al baricentro basso. Certo, il peso si sente, ma stiamo sempre parlando di una ebike.

La prima discesa che abbiamo affrontato era una prova speciale delle Enduro World Series, molto tecnica e con parti ripide. Proprio sul ripido ho apprezzato l’angolo aperto dello sterzo, che mi ha dato sicurezza e stabilità, più di ogni altra ebike che io abbia provato.

Rocky Mountain Altitude Powerplay launch, Valberg 2017. April 2017. Photo by Matt Wragg

La sospensione è molto sensibile e reattiva, potevo scegliere le linee più scassate, senza che la bici si scomponesse, anzi rimaneva facilmente sotto controllo. Lo stesso discorso vale per la forcella, anche lei una Fox, che armonizza molto bene con il carro. Nelle curve in sequenza mi pareva di essere in sella ad una bici normale, facile da girare e che reagisce prontamente agli impulsi del rider. Alla fine dei 1.000 metri di dislivello in discesa mi sentivo meno stanco del solito: la combinazione fra la posizione centrale del corpo, la distribuzione dei pesi, l’agilità in curva, la potenza frenante e l’ottimo lavoro delle sospensioni hanno reso possibile una delle discese più belle in sella ad una bike.

State sintonizzati per un test di durata!

Edit

Aggiunta photogallery!

DSB Bonandrini
Rocky Mountain

, ,

155 risposte a [First Ride] Rocky Mountain Altitude Powerplay

  1. Checo79 26/05/2017 at 09:26 #

    beh finalmente qualcuno ha pensato (come predico da un po) di rendere il motore parte del telaio e non di attaccarcelo.

    per il resto un paio di cose non mi convincono
    -guidacatena rotelline ingranaggi ma gli attriti a motore spento?
    -48v? per la 500wh sono a occhio 13s4p 52 celle a 36v avresti potuto avere con lo stesso n° 612wh, ci sarà un motivo ovvio che hanno usato una tensione maggiore di tutti gli altri, ma mi sfugge

    • Max Power 26/05/2017 at 10:12 #

      Batteria:
      quella “buona” la fanno di 632Wh…..la 500Wh, considerato anche il target economico della bike, mi sembra una mera speculazione, a mio avviso poco comprensibile.

  2. Bartbike 26/05/2017 at 09:32 #

    Dal mio punto di vista di non esperto
    1) bellissima
    2) molto cara
    3) tante soluzioni copiate dalla levo

  3. Checo79 26/05/2017 at 09:35 #

    alla fine poi se guardimo bene il modello "base" in proprozione costa meno di una focus jam factory 😀

    Dal mio punto di vista di non esperto
    1) bellissima
    2) molto cara
    3) tante soluzioni copiate dalla levo

     3) io non vedo granchè copiato dalla levo a parte la mancanza del display

  4. ducams4r 26/05/2017 at 09:38 #

    tante soluzioni copiate dalla levo

    Quali sarebbero?

  5. Francis1 26/05/2017 at 09:41 #

    Bella bella…….
    Ma 6.500 euro la versione base…….ma andassero a pigliarlo nel……..

    Lo so che il discorso cash è trito e ritrito…….però siamo veramente un pò troppo fuori……..

  6. ducams4r 26/05/2017 at 09:43 #

    Bella bella…….
    Ma 6.500 euro la versione base…….ma andassero a pigliarlo nel……..

    Lo so che il discorso cash è trito e ritrito…….però siamo veramente un pò troppo fuori……..

    Direi che è costosa, ma ha anche un telaio in carbonio, che si sa, fa aumentare il livello di prezzo

  7. Checo79 26/05/2017 at 09:45 #

    sincermante non mi sembra overpriced, come detto sopra la focus costa uguale, ma ha meno batteria non è in carbonio e ha qualche componente inferiore. poi se vogliamo vuoi mettere focus e rocky?

  8. Francis1 26/05/2017 at 09:51 #

    Si si, la mia non è un'invettiva contro il prezzo di questa bici in particolare……
    Ma i prezzi che stanno venendo fuori ultimamente…….
    Sulle versioni "base"………nessun problema per la versione top da 10.000 euro, ma 6.500 euro per quella più "economica" è un cifrone della madonna……..

  9. ducams4r 26/05/2017 at 09:54 #

    Aldilà del prezzo, le bici saranno disponibili da luglio! …Chiaramente 2017:cool:

  10. alepeo 26/05/2017 at 09:56 #

    Direi che è costosa, ma ha anche un telaio in carbonio, che si sa, fa aumentare il livello di prezzo

    Difatti stavo per scriverlo io… la 50 con l'EX1 non è fuori mercato come prezzo

  11. Francis1 26/05/2017 at 09:57 #

    Minchia appena lanciata e la consegnano come la mia………che è stata presentata a luglio 2016 e ordinata a dicembre…..

    Cara Moustache, mi sa che hai perso un cliente…..la prossima bike potrebbe essere una Rocky……:)

  12. Francis1 26/05/2017 at 10:01 #

    Difatti stavo per scriverlo io… la 50 con l'EX1 non è fuori mercato come prezzo

    Si si non giudico il prezzo sproporzionato rispetto ai montaggi……
    Mi fa storcere il naso la politica commerciale del mettere il modello "base" ad un prezzo così elevato……è inevitabile che per molti (troppi?) rimarrà un sogno nel cassetto……

  13. alepeo 26/05/2017 at 10:03 #

    Si si non giudico il prezzo sproporzionato rispetto ai montaggi……
    Mi fa storcere il naso la politica commerciale del mettere il modello "base" ad un prezzo così elevato……è inevitabile che per molti (troppi?) rimarrà un sogno nel cassetto……

    senz'altro non è un mezzo alla portata di tutti… d'altronde le RM non sono mai state economiche

  14. Auanagana 26/05/2017 at 10:09 #

    Belle geometrie , estetica piacevole anche se lontano da una integrazione alla Rotwild , prezzo secondo me centrato nella versione base ( 6300) in rapporto al montaggio…ricordando che l'ex1 costa e tanto e che il resto non è da buttare anzi..
    Cosa non mi piace:
    -BATTERIA NON RIMOVIBILE …inaccettabile per la praticità e l'utilizzo di molti..
    -Motore proprietario…a chi ci si rivolge per l'assistenza?
    – Gomme da 2.5 su cerchio da 40mm….si ok sono la versione Wt il profilo delle wt è ottimizzato per cerchi da 30-35 max …e comunque  è un vorrei ma non posso..le plus non ci stanno nemmeno da 2.6 per via del carro corto..bastava fare uno switch come ha fatto Lapierre..carro più lungo per chi vuole le plus 2.6-2.8 ..da 4205 col le 2.5 in ogni caso con cerchio da 30mm.
    -Pulegge puleggine e puleggette…mi sa che quel carterino andrà levato spesso soprattutto con l'uso invernale , fango foglie e detriti vari si andranno ad accumulare la dentro..
    Comando display assistenze..very very cheap, pare una cinesata da 10 euro montato sulle ebike da città..i leddini incassati non si possono vedere …
    In ogni caso il mezzo è interessante..fra un anno esatto da adesso uno può valutarne l'acquisto…se tutto è andato apposto con i feedback degli acquirenti compulsivi…:cool::razz:

  15. Checo79 26/05/2017 at 10:19 #

    Batteria:
    quella "buona" la fanno di 632Wh…..la 500Wh, considerato anche il target economico della bike, mi sembra una mera speculazione, a mio avviso poco comprensibile.

    ma io non capisco i 48v …

  16. CORSARO 26/05/2017 at 10:23 #

    Belle geometrie , estetica piacevole anche se lontano da una integrazione alla Rotwild , prezzo secondo me centrato nella versione base ( 6300) in rapporto al montaggio…ricordando che l'ex1 costa e tanto e che il resto non è da buttare anzi..
    Cosa non mi piace:
    -BATTERIA NON RIMOVIBILE …inaccettabile per la praticità e l'utilizzo di molti..
    -Motore proprietario…a chi ci si rivolge per l'assistenza?
    – Gomme da 2.5 su cerchio da 40mm….si ok sono la versione Wt il profilo delle wt è ottimizzato per cerchi da 30-35 max …e comunque  è un vorrei ma non posso..le plus non ci stanno nemmeno da 2.6 per via del carro corto..bastava fare uno switch come ha fatto Lapierre..carro più lungo per chi vuole le plus 2.6-2.8 ..da 4205 col le 2.5 in ogni caso con cerchio da 30mm.
    -Pulegge puleggine e puleggette…mi sa che quel carterino andrà levato spesso soprattutto con l'uso invernale , fango foglie e detriti vari si andranno ad accumulare la dentro..
    Comando display assistenze..very very cheap, pare una cinesata da 10 euro montato sulle ebike da città..i leddini incassati non si possono vedere …
    In ogni caso il mezzo è interessante..fra un anno esatto da adesso uno può valutarne l'acquisto…se tutto è andato apposto con i feedback degli acquirenti compulsivi…:cool::razz:

    grazie… mi hai risparmiato 10 min per scrivere quello che hai scritto te!

    approvo tutto!

    peccato… non è per me….

  17. ducams4r 26/05/2017 at 10:35 #

    ma io non capisco i 48v …

    Anch'io mi sono domandato "perché 48v?"

    Qualcuno mi può spiegare quali vantaggi potrebbe portare?

    • azetaelle 26/05/2017 at 21:41 #

      Beh tensione maggiore significa correnti più basse, quindi minor caduta di tensione e minor riscaldamento dei cavi a parità di sezione (in alternativa possibilità di usare cavi più sottili), e maggiori possibilità di aumento delle capacità in futuro. Giusto per fare un confronto, nel settore degli utensili a batteria si é partiti più di 20 anni fa con batterie da 6V (se non ricordo male) per salire poi progressivamente a 9.6, 12, 18, 24…. di pari passo con l’evoluzione tecnologica delle batterie. Gli ultimi modelli (in particolare quelli più energivori) sono ormai dotati di batterie da 40v. Quindi sono convinto che anche nel campo delle E-MTB si assisterà a un progressivo aumento delle tensioni, ovviamente sempre col limite massimo dettato dalla sicurezza (in altre parole non credo vedremo mai batterie da 220V, e nemmeno da 110V).

  18. ducams4r 26/05/2017 at 10:39 #

    Comando display assistenze..very very cheap, pare una cinesata da 10 euro montato sulle ebike da città..i leddini incassati non si possono vedere …

    Bisognerà aspettare per vederlo dal vivo, dalle foto non mi fa impazzire: unamused:

  19. Max Power 26/05/2017 at 10:50 #

    Anch'io mi sono domandato "perché 48v?"

    Qualcuno mi può spiegare quali vantaggi potrebbe portare?

    Non lo so neanch'io, ma penso sia una scelta di R M per avere un motore più corposo.
    Avendo sottomano i Bafang BBs01 e 2, 36 e 48V , per quella che è la mia esperienza diretta posso asserire che, a parità di assorbimento, il 48v è più pieno, più corposo, più robusto…..la differenza c'è!

  20. Moebius 26/05/2017 at 10:55 #

    Batteria non rimovibile?? 😮
    Scatenatevi haters!! 😎

  21. Moebius 26/05/2017 at 10:58 #

    ..bastava fare uno switch come ha fatto Lapierre..

    … e Rotwild prima ancora 😎

  22. Francis1 26/05/2017 at 10:58 #

    Non è questione di haters…….
    E' questione di usare un minimo di cervello dai……..come caxxo si fa a progettare una ebike con batteria non amovibile?????? Onestamente mi sembra una cazzata abnorme……..se poi pretendi di vendermi la bici a quelle cifre, hai proprio toppato in pieno secondo me…….

  23. Max Power 26/05/2017 at 11:03 #

    Non è questione di haters…….
    E' questione di usare un minimo di cervello dai……..come caxxo si fa a progettare una ebike con batteria non amovibile?????? Onestamente mi sembra una cazzata abnorme……..se poi pretendi di vendermi la bici a quelle cifre, hai proprio toppato in pieno secondo me…….

    Non capisco sti toni…….
    Non ti garba?!! Non la compri!!!

  24. Francis1 26/05/2017 at 11:05 #

    Mamma mia tutte educande collegiali qui?????

  25. tylerdurden71 26/05/2017 at 11:11 #

    Bellina, non bellissima… esteticamente c’è di meglio: Levo, Rotwild, Focus, Moustache, e alte che non elenco.
    Quello che non mi piace assolutamente è il motore proprietario e la batteria che non può essere rimossa e sostituita in autonomia; per questi 2 motivi non la prenderei mai.

  26. alexnotari65 26/05/2017 at 11:35 #

    Esteticamente mi aspettavo qualcosa di meglio pure io, effettivamente Brose e Shimano forse fanno motori più compatti. anch'io ho qualche dubbio su tutti quei pignoni di rinvio, ma leggendo questa ed altre recensioni, pare che l'attrito non sia avvertibile, come lo stacco del motore. Abituato col Bosch, tre livelli mi sembrano pochi, ma alla fine tutti gli altri sono cosi, per cui evidentemente andrà bene!!  Non mi piace assolutamente il fatto che non possa montare le gomme da 2.8, che per il mio utilizzo ritengo eccellenti su una Emtb. Stesso discorso per la batteria non estraibile (facilmente), anche in caso di giro lungo con tappa in rifugio, non si potrebbe dare una ricaricatina veloce!! e portarsi la seconda batteria è impossibile, visto l'ingombro e la difficoltà nello smontarla, e sempre sulla batteria, anch'io ritengo una scelta assurda di non montare la 632 W su tutte le bici, visto il prezzo d'ingresso non esattamente da mercatino!!
    Detto questo, mi piacerebbe provarla!!!

  27. ducams4r 26/05/2017 at 12:03 #

    Bellina, non bellissima… esteticamente c'è di meglio: Levo, Rotwild, Focus, Moustache, e alte che non elenco.
    Quello che non mi piace assolutamente è il motore proprietario e la batteria che non può essere rimossa e sostituita in autonomia; per questi 2 motivi non la prenderei mai.

    Esteticamente mi aspettavo qualcosa di meglio pure io,

    Prima di dare dei giudizi estetici, aspettiamo almeno di vederla dal vivo;)

    come caxxo si fa a progettare una ebike con batteria non amovibile?????? Onestamente mi sembra una cazzata abnorme….

    Però  hai la ricarica rapida! In 2 ore o meno, in base alla batteria montata, ricarichi 80% della batteria.:)
    Basta che il carica batteria non sia un macigno:razz:

  28. alexnotari65 26/05/2017 at 12:18 #

    Però hai la ricarica rapida! In 2 ore o meno, in base alla batteria montata, ricarichi 80% della batteria.:)
    Basta che il carica batteria non sia un macigno:razz:

    Si, però se uno non ha la presa di corrente in cantina deve portarsi la bici in casa, e anche nei rifugi, è un po' più difficile entrare con la bici e chiedere se te la mettono sotto carica.

  29. ducams4r 26/05/2017 at 12:24 #

    Si, però se uno non ha la presa di corrente in cantina deve portarsi la bici in casa, e anche nei rifugi, è un po' più difficile entrare con la bici e chiedere se te la mettono sotto carica.

    Se uno non ha la presa di corrente in cantina e ha speso più di 6000€ per la Powerplay…avrà anche i soldi per chiamare l'elettricista o comprare una prolunga!:D

  30. Francis1 26/05/2017 at 12:25 #

    Però  hai la ricarica rapida! In 2 ore o meno, in base alla batteria montata, ricarichi 80% della batteria.:)
    Basta che il carica batteria non sia un macigno:razz:

    Ok, ma per caricarla devi per forza portare tutta la bici a mezzo metro da una presa di corrente…..cosa non sempre possibile e comunque scomoda……

  31. ducams4r 26/05/2017 at 12:29 #

    Non sono amante delle batterie fisse neppure io, ma credo che sia la soluzione migliore per integrare la batteria nel telaio evitando i "travi" che si sono visti ultimamente.

  32. monster74 26/05/2017 at 12:40 #

    Bella bici, ma effettivamente dei difetti li ha… staremo a vedere con le prossime prove più approfondite e dai commenti dei possessori se sono difetti trascurabili o seri
    Cmq quello della batteria non removibile è certamente un handicap grosso x chi fa giri dove necessita una seconda ricaricata. Avere una presa fuori del locale non sempre è possibile e portarsi la bici dentro spesso impossibile. IL motore proprietario mi da un po da pensare (ne so qualcosa con la mia auto!). L’impossibilità delle plus (se non ho capito male) mi sembra una grossa pecca. Anche la batteria a 48v mi lascia perplesso anche perché non potrebbe voler dire di aggiungere la massima efficienza ad un più elevato numero di rpm?
    Staremo vedere
    Quello che è certo che è incominciata l’era 2.0 delle ebike!

  33. Francis1 26/05/2017 at 12:40 #

    Beh, c'è anche chi è riuscito ad integrare una batteria Bosch (non facilissima) lasciando la possibilità di toglierla……ed esteticamente è una delle più belle ebike in commercio……

  34. alexnotari65 26/05/2017 at 12:50 #

    la copia motore non la dichiarano? ho provato a rileggere la scheda ma non l'ho vista, si sa qualcosa in merito?

  35. Ale 81 26/05/2017 at 12:53 #

    Esteticamente non mi entusiasma, il blocco motore secondo me la appesantisce parecchio..
    Riguardo al prezzo penso che sia in linea con la concorrenza, il modello equipaggiato fox costa poco di più  della race 9 moustache, ma ha l'ex1 che ovviamente costicchia, e ha una batteria veramente capiente..

    Quindi secondo me ha le carte in regola per fare successo, ovvio che deve piacere, io ad esempio preferisco di molto la race 9 moustache come estetica..

    E cmq ritorniamo al discorso della focus, ha fatto una gran bike, ma la concorrenza è agguerrita e continua a dimostrare che allo stesso prezzo propone ebike equipaggiate meglio..

    In pratica il modello base di questa rocky costa più o meno come la focus jam 2  ma è  in carbonio e ha batteria più capiente..

    Quindi secondo me un buon acquisto!

  36. ducams4r 26/05/2017 at 12:54 #

    Io ho tradotto parte del testo originale della recensione scritta da Alex,  non ricordo di aver letto quel dato da nessuna parte.:relieved:

  37. ducams4r 26/05/2017 at 12:57 #

    Esteticamente non mi entusiasma, il blocco motore secondo me la appesantisce parecchio..
    Riguardo al prezzo penso che sia in linea con la concorrenza, il modello equipaggiato fox costa poco di più  della race 9 moustache, ma ha l'ex1 che ovviamente costicchia, e ha una batteria veramente capiente..

    Quindi secondo me ha le carte in regola per fare successo, ovvio che deve piacere, io ad esempio preferisco di molto la race 9 moustache come estetica..

    E cmq ritorniamo al discorso della focus, ha fatto una gran bike, ma la concorrenza è agguerrita e continua a dimostrare che allo stesso prezzo propone ebike equipaggiate meglio..

    In pratica il modello base di questa rocky costa più o meno come la focus jam 2  ma è  in carbonio e ha batteria più capiente..

    Quindi secondo me un buon acquisto!

    Ti avrei candidato come un papabile possessore, a quanto pare le bici saranno disponibili a luglio!:bomb:

  38. Ale 81 26/05/2017 at 13:07 #

    Ti avrei candidato come un papabile possessore, a quanto pare le bici saranno disponibili a luglio!:bomb:

    Infatti, la versione da 7500 secondo me è veramente ottima, ha tutto al posto giusto, e ha anche una batteria dalla capacità perfetta..

    Purtroppo a me la bike deve piacere esteticamente ( trovo orribile la zona motore, sopratutto per la sproporzione rispetto all'obliquo che è molto filante) e ha il grosso handicap della batteria non removibile, io purtroppo non avendo le montagne di fianco a casa devo caricarla in auto ( quindi peso aggiuntivo) e in hotel porto la batteria in camera..

  39. ducams4r 26/05/2017 at 13:16 #

    Pagina ufficiale di Rocky Mountain dedicata alla Altitude Power Play:

    http://www.bikes.com/en/stories/introducing-altitude-powerplay

  40. Auanagana 26/05/2017 at 13:17 #

    Infatti, la versione da 7500 secondo me è veramente ottima, ha tutto al posto giusto, e ha anche una batteria dalla capacità perfetta..

    Purtroppo a me la bike deve piacere esteticamente ( trovo orribile la zona motore, sopratutto per la sproporzione rispetto all'obliquo che è molto filante) e ha il grosso handicap della batteria non removibile, io purtroppo non avendo le montagne di fianco a casa devo caricarla in auto ( quindi peso aggiuntivo) e in hotel porto la batteria in camera..

    Guarda che la versione intermedia ha la batteria da 500..solo la base e' centrata col prezzo secondo me..
    Per il discorso batteria non rimovibile le motivazioni sono tantissime a sfavore..anche solo il ricovero notturno, gli lasci batteria e caricabatteria ai ladri,  della serie rubala ed usala pure..almeno la soddisfazione di creargli difficolta' in rivendita…
    Poi batteria conservata sul telaio  al freddo o al caldo estremo quando non la si usa..contro ogni principio di conservazione..
    Anche Rotwild sta tornando sui suoi passi.. Sara' rimovibile e han gia' presentato un case supplementare…

  41. ducams4r 26/05/2017 at 13:19 #

    Guarda che la versione intermedia ha la batteria da 500..solo la base e' centrata col prezzo secondo me..
    Per il discorso batteria non rimovibile le motivazioni sono tantissime a sfavore..anche solo il ricovero notturno, gli lasci batteria e caricabatteria ai ladri,  della serie rubala ed usala pure..almeno la soddisfazione di creargli difficolta' in rivendita…
    Poi batteria conservata sul telaio  al freddo o al caldo estremo quando non la si usa..contro ogni principio di conservazione..
    Anche Rotwild sta tornando sui suoi passi.. Sara' rimovibile e han gia' presentato un case supplementare…

    Ho visto foto online del pacco batteria estratto dalla sede, non credo sia impossibile toglierlo, ma penso non sia "plug & play"

  42. Ale 81 26/05/2017 at 13:21 #

    Guarda che la versione intermedia ha la batteria da 500..solo la base e' centrata col prezzo secondo me..
    Per il discorso batteria non rimovibile le motivazioni sono tantissime a sfavore..anche solo il ricovero notturno, gli lasci batteria e caricabatteria ai ladri,  della serie rubala ed usala pure..almeno la soddisfazione di creargli difficolta' in rivendita…
    Poi batteria conservata sul telaio  al freddo o al caldo estremo quando non la si usa..contro ogni principio di conservazione..
    Anche Rotwild sta tornando sui suoi passi.. Sara' rimovibile e han gia' presentato un case supplementare…

    Io dalle specifiche ho letto che la batteria è da 632wh sulla versione da 7500€..

  43. Auanagana 26/05/2017 at 13:36 #

    Io dalle specifiche ho letto che la batteria è da 632wh sulla versione da 7500€..

    Ok allora si capisce male sull' articolo qua sul mag..

  44. alepeo 26/05/2017 at 13:39 #

    Se uno non ha la presa di corrente in cantina e ha speso più di 6000€ per la Powerplay…avrà anche i soldi per chiamare l'elettricista o comprare una prolunga!:D

    [emoji23][emoji23][emoji23][emoji23][emoji4]

  45. Checo79 26/05/2017 at 13:40 #

    Ho visto foto online del pacco batteria estratto dalla sede, non credo sia impossibile toglierlo, ma penso non sia "plug & play"

    a vederlo sembra cmq rimovibile , certo con un po di sbatti, ma non come le rotwild.

  46. ducams4r 26/05/2017 at 13:41 #

    Una rivista francese riporta questi dati:

    La gamma della Altitude Powerplay Rocky Mountain dispone di tre modelli. Il primo, Powerplay 50, viene visualizzato in 5999 euro, dotato di una batteria e sospensioni 500Wh RockShox. Il secondo modello, il Powerplay 70, sarà disponibile a 6999 euro, in due colori e con la batteria "grande" 632Wh. Infine, il più modello di fascia alta, il Powerplay 90 sarà lo scambi, contro 9699 euro e sarà dotato di ruote in carbonio. In taglia M, pesi pubblicizzati sono 21,6kg 22,3kg e per 90 la versione per le altre versioni.

    In Francia costeranno meno!:dizzy:

  47. Ale 81 26/05/2017 at 13:43 #

    Ok allora si capisce male sull' articolo qua sul mag..

    Le specifiche son corrette anche qui sul magari..:???:

  48. Checo79 26/05/2017 at 13:44 #


    Una rivista francese riporta questi dati:

    La gamma della Altitude Powerplay Rocky Mountain dispone di tre modelli. Il primo, Powerplay 50, viene visualizzato in 5999 euro, dotato di una batteria e sospensioni 500Wh RockShox. Il secondo modello, il Powerplay 70, sarà disponibile a 6999 euro, in due colori e con la batteria "grande" 632Wh. Infine, il più modello di fascia alta, il Powerplay 90 sarà lo scambi, contro 9699 euro e sarà dotato di ruote in carbonio. In taglia M, pesi pubblicizzati sono 21,6kg 22,3kg e per 90 la versione per le altre versioni.

    In Francia costeranno meno!:dizzy:

    anche in tedeschia….

  49. alepeo 26/05/2017 at 13:46 #

    Guarda che la versione intermedia ha la batteria da 500..solo la base e' centrata col prezzo secondo me..
    Per il discorso batteria non rimovibile le motivazioni sono tantissime a sfavore..anche solo il ricovero notturno, gli lasci batteria e caricabatteria ai ladri,  della serie rubala ed usala pure..almeno la soddisfazione di creargli difficolta' in rivendita…
    Poi batteria conservata sul telaio  al freddo o al caldo estremo quando non la si usa..contro ogni principio di conservazione..
    Anche Rotwild sta tornando sui suoi passi.. Sara' rimovibile e han gia' presentato un case supplementare…

    Per me l'unico inconveniente della batteria integrata è, come dici tu, nel caso di furto. Per i giri che faccio io non sento la necessità di portarmene dietro un'altra

  50. Ale 81 26/05/2017 at 13:57 #

    Una rivista francese riporta questi dati:

    La gamma della Altitude Powerplay Rocky Mountain dispone di tre modelli. Il primo, Powerplay 50, viene visualizzato in 5999 euro, dotato di una batteria e sospensioni 500Wh RockShox. Il secondo modello, il Powerplay 70, sarà disponibile a 6999 euro, in due colori e con la batteria "grande" 632Wh. Infine, il più modello di fascia alta, il Powerplay 90 sarà lo scambi, contro 9699 euro e sarà dotato di ruote in carbonio. In taglia M, pesi pubblicizzati sono 21,6kg 22,3kg e per 90 la versione per le altre versioni.

    In Francia costeranno meno!:dizzy:

    Anche le moustache costano meno, la race9 costa 6800 e in Italia 7200..

  51. Checo79 26/05/2017 at 13:58 #

    Anche le moustache costano meno, la race9 costa 6800 e in Italia 7200..

    mbhe non  mi pare na novità…

  52. Auanagana 26/05/2017 at 14:07 #

    Anche le moustache costano meno, la race9 costa 6800 e in Italia 7200..

    In parte e' l' iva,  almeno un 2% in piu'..

  53. Nicotrev 26/05/2017 at 14:17 #

    Anch'io mi sono domandato "perché 48v?"

    Qualcuno mi può spiegare quali vantaggi potrebbe portare?

    I 48v che conosciamo (Bafang) girano più alti……. ma questo?:eek:

  54. Checo79 26/05/2017 at 14:28 #

    ma siam sicuri non sia un vecchio panasonic sto motore 😀

  55. Nicotrev 26/05/2017 at 14:45 #

    ma siam sicuri non sia un vecchio panasonic sto motore 😀

    quelli erano a 26v………;)

  56. 8Grunf 26/05/2017 at 14:56 #

    Anch'io mi sono domandato "perché 48v?"

    Qualcuno mi può spiegare quali vantaggi potrebbe portare?

    Con tutte quelle pulegge e puleggette altro che 48v…per me sti 'ngennieri si sono impazziti.

  57. ROBIX 26/05/2017 at 14:56 #

    il valore aggiunto di questo progetto è il nuovo sistema motore che sulla carta garantisce di avere un telaio con le geo migliori per la guida , senza scendere a compromessi duvuti alla presenza della motorizzazione
    confrontarlo con altri progetti dove hanno preso un pacchetto motore / batteria già bello fatto e costruito attorno il telaio non è la stessa cosa
    a me piace

  58. albertoalp 26/05/2017 at 15:00 #

    Batteria non estraibile
    Rinvii e tendicatena vari
    Prezzo esorbitante
    …da noi dicono:
    Tnivla!
    Tradotto: tenetevela!

  59. Francis1 26/05/2017 at 15:02 #

    Si non è che le geometrie di altre marche facciano schifo eh……sono monotematico, però prendi Moustache……ti sembra che siano scesi a compromessi con la geometria?

  60. Checo79 26/05/2017 at 15:23 #

    quelli erano a 26v………;)

    si è evoluto

  61. Bartbike 26/05/2017 at 15:30 #

    Quali sarebbero?

    Mi riferivo in particolare alla app e all assenza del display (e non mi pare poco)

  62. ducams4r 26/05/2017 at 15:34 #

    Mi riferivo in particolare alla app e all assenza del display (e non mi pare poco)

    Le definirei più come similitudini.

  63. Checo79 26/05/2017 at 15:35 #

    Mi riferivo in particolare alla app e all assenza del display (e non mi pare poco)

    peccato che per entrambe le cose non sia stata specialized la prima ma amen…

  64. Auanagana 26/05/2017 at 15:35 #

    Si non è che le geometrie di altre marche facciano schifo eh……sono monotematico, però prendi Moustache……ti sembra che siano scesi a compromessi con la geometria?

    Bravo, che poi se vogliamo cercare il pelo nell' uovo e' anche un pelo troppo aperta di sterzo per andare bene in salita sul tecnico..
    Sono d' accordo su moustache..n1 rapporto integrazione funzionalita'
    E riguardandola questa rocky la parte motore e' veramente troppo massiccia..

  65. Bartbike 26/05/2017 at 15:36 #

    Le definirei più come similitudini.

    Si forse hai ragione ma le similitudini per essere tali devono nascere in contemporanea sennò possono essere scopiazzamenti

  66. Jack e-bike 26/05/2017 at 15:38 #

    Secondo me il motore è a 48 v perchè per altri mercati ci saranno versioni da 500 w, 750 w o anche 1000 w.  Basta andare in Svizzera per trovare normative che rendono legali bici da 500 w.  Il bafang ultra è già in vendita a 550 dollari su Alibaba ed è un 1000 w.

  67. steu851 26/05/2017 at 15:40 #

    nessuno si è soffermato sul sistema utilizzato per misurare la forza impressa sui pedali dal ciclista, che non è un torsiometro sul movimento centrale ma penso quella rotellina nera in alto che sente la tensione della catena, è un sistema già visto qualche anno fa su bici da turismo con l'hub, solo che in quela caso non c'era il motore ad insistere sulla stessa catena.

  68. Checo79 26/05/2017 at 15:44 #

    Si forse hai ragione ma le similitudini per essere tali devono nascere in contemporanea sennò possono essere scopiazzamenti

    col tuo ragionamento la levo ha scopiazzato

    -batteria integrata da (bulls rotwilh bh scelti tu tutti arrivati prima o andando indetro da aprilia)
    -app per modificare paramentri da bosch
    -mancanza di display da innumerievoli citybike che han solo il comandino e 3 led..
    -fanboy da apple 😀

  69. ducams4r 26/05/2017 at 16:05 #

    Secondo me il motore è a 48 v perchè per altri mercati ci saranno versioni da 500 w, 750 w o anche 1000 w.  Basta andare in Svizzera per trovare normative che rendono legali bici da 500 w.  Il bafang ultra è già in vendita a 550 dollari su Alibaba ed è un 1000 w.

    Plausibile, anche il mercato USA ha specifiche diverse.

  70. ducams4r 26/05/2017 at 16:14 #

    nessuno si è soffermato sul sistema utilizzato per misurare la forza impressa sui pedali dal ciclista, che non è un torsiometro sul movimento centrale ma penso quella rotellina nera in alto che sente la tensione della catena, è un sistema già visto qualche anno fa su bici da turismo con l'hub, solo che in quela caso non c'era il motore ad insistere sulla stessa catena.

    O forse questa?

  71. alexnotari65 26/05/2017 at 16:25 #

    Non sono riuscito a trovare nemmeno le specifiche di montaggio; siamo sicuri che la versione intermedia abbia il gruppo Sram EX1? perché quella nel servizio, dalle foto fatte, è la 90, quella col carro in carbonio, e se si desume da li può darsi che sia montata diversamente.

  72. ducams4r 26/05/2017 at 16:29 #

    Non sono riuscito a trovare nemmeno le specifiche di montaggio; siamo sicuri che la versione intermedia abbia il gruppo Sram EX1? perché quella nel servizio, dalle foto fatte, è la 90, quella col carro in carbonio, e se si desume da li può darsi che sia montata diversamente.
    No ok, ho visto le foto, anche la 50 monta l'EX1!!

    Tutte con ex1

  73. steu851 26/05/2017 at 16:39 #

    O forse questa?

    si hai ragione è sicuramente quella. la tensione di quel tratto di catena dipende effettivamente dalla forza impressa sui pedali

  74. Fulltux 26/05/2017 at 18:10 #

    si hai ragione è sicuramente quella. la tensione di quel tratto di catena dipende effettivamente dalla forza impressa sui pedali

    Si penso anche io che quella indicata da @ducams4r sia la puleggia del torsiometro, soluzione vista spesso sui kit artigianali.
    A mè sto motore piace assai , mi piace l'idea che la stessa logica di funzionamento si possa applicare a qualunque bici. Fino ad oggi qualunque kit autocostruito usava la seconda catena per andare al motore e di conseguenza per evitare il trascinamento sui pedali si dovevano usare corone su ruota libera e qui non c'è !! si vede che è tutto nel riduttore…… bene.

    Il resto della bici direi decisamente "RM" e decisamente controcorrente in un panorama di motori standard……………… o si amano o si odiano……. la trovo adorabile hahahahahahaha
    Peccato non sia compatibile col mio reddito hahahahahahaha

  75. ducams4r 26/05/2017 at 18:34 #

    Fino ad oggi qualunque kit autocostruito usava la seconda catena per andare al motore e di conseguenza per evitare il trascinamento sui pedali si dovevano usare corone su ruota libera e qui non c'è !! si vede che è tutto nel riduttore…… bene.

    Mi sembra di aver letto da qualche parte che una ruota libera sia sulla guarnitura. Forse questo dettaglio è andato perso nella traduzione.:sleeping:

  76. Ale 81 26/05/2017 at 18:41 #

    mbhe non  mi pare na novità…

    La Levo fsr comp ad esempio costa meno in Italia..

  77. Fulltux 26/05/2017 at 19:12 #

    Mi sembra di aver letto da qualche parte che una ruota libera sia sulla guarnitura. Forse questo dettaglio è andato perso nella traduzione.:sleeping:

    Non ho ancora letto le notizie estere ma sul nostro Mag dice : Adotta le guarniture e movimenti centrali classici Race Face.
    Anche la descrizione successiva della componentistica riporta componenti standar faceface per MC e guarnitura…… spero sia vero , non tanto per la bici ma per la fattibilità di questa logica sui kit……. implica che la sensibilità del torsiometro abbinata al software di gestione è sufficente a svincolare il motore senza trascinamenti fastidiosi.

  78. MISTER HYDE 26/05/2017 at 19:15 #

    E-Bike 2.0 giusto ! FINALMENTE geometrie come una normale MTB !!! Il carro CORTO serve eccome !!! Anche angolo 65° !!! Io una E-bike la volevo proprio con queste caratteristiche !!!
    Si poteva comunque fare switch per ruote plus 27mezzo che anche secondo me sulla E-Bike sono la morte sua … dicono che ci stanno le 26″ x 3″ ma se ancora sono poche le 27.50″ adatte a una E-bike figuriamoci le 26″ !!! hahaha Valido anche il sistema tensiometro catena, un motore studiato per MTB VERA.Certo i prezzi … ;-(

  79. ducams4r 26/05/2017 at 19:18 #

    Non ho ancora letto le notizie estere ma sul nostro Mag dice : Adotta le guarniture e movimenti centrali classici Race Face.
    Anche la descrizione successiva della componentistica riporta componenti standar faceface per MC e guarnitura…… spero sia vero , non tanto per la bici ma per la fattibilità di questa logica sui kit……. implica che la sensibilità del torsiometro abbinata al software di gestione è sufficente a svincolare il motore senza trascinamenti fastidiosi.

    Vero!

    Ma se guardi la foto del motore in primo piano, la pedivella è cinch ma ha uno spider che regge la corona bcd 104 classica.

  80. Fulltux 26/05/2017 at 19:29 #

    Vero!

    Ma se guardi la foto del motore in primo piano, la pedivella è cinch ma ha uno spider che regge la corona bcd 104 classica.

    Si l'ho vista, ma non si vede se è presente una ruota libera…… bisognerà verificare, è un dettaglio ( a mio avviso ) importante…..

    • MISTER HYDE 26/05/2017 at 19:33 #

      Dal sito ufficiale: “Works with standard Race Face bottom bracket and crankset” quindi non mi pare ci sia ruota libera.

  81. Nicotrev 26/05/2017 at 19:32 #

    Si l'ho vista, ma non si vede se è presente una ruota libera…… bisognerà verificare, è un dettaglio ( a mio avviso ) importante…..

    Direi che c'è sicuramente: la pedivella è disallineata alle punte dello spider ……..

    • MISTER HYDE 26/05/2017 at 19:37 #

      Vero, disallineata. Probabilmente sulla pedivella normale è montato uno spider con ruota libera.

  82. Fulltux 26/05/2017 at 19:36 #

    Problema risolto ….. la ruota libera c'è…… fatta molto bene mi vien da dire ma c'è.
    Cito la fonte inglese di pinkBike:
    A standard RaceFace crankset is used with a PF92 bottom bracket. The only difference being the Spragg clutch bearing in the chainring spider, which allows back pedaling without turning against the drive of the motor. Rocky say that this will help with ease of maintenance as you won't be forced to open the motor casing in order to change bottom bracket bearings.

  83. RuotaLibera Brescia 26/05/2017 at 20:43 #

    ma siam sicuri non sia un vecchio panasonic sto motore 😀

    Il sistema di rinvio catena è molto simile al Panasonic-Yamaha

  84. Francis1 26/05/2017 at 20:44 #

    E-Bike 2.0 giusto ! FINALMENTE geometrie come una normale MTB !!!  Il carro CORTO serve eccome !!!  Anche angolo 65° !!!  Io una E-bike la volevo proprio con queste caratteristiche !!!
    Si poteva comunque fare switch per ruote plus 27mezzo che anche secondo me sulla E-Bike sono la morte sua … dicono che ci stanno le 26" x 3" ma se ancora sono poche le 27.50" adatte a una E-bike figuriamoci le 26"  !!! hahaha   Valido anche il sistema tensiometro catena, un motore studiato per una MTB VERA.Certo i prezzi …  ;-(

    Io invece angoli sterzo così estremi, non li capisco molto su una ebike…..
    L"ebike nasce principalmente per passare più tempo in sella a pedalare…..
    Ora, io sono il primo ad avere una full con angolo sterzo a 65,5…..ma muscolare (Ibis HD3 con angolo aperto di un grado) con cui non faccio i km che farò con l'ebike….
    Su una ebike, a meno che non si parli di dh, personalmente trovo più corretto un angolo compreso tra i 66 e i 67 gradi….

    Vero comunque che questa è una bici con un'anima molto discesista…..

  85. azetaelle 26/05/2017 at 22:24 #

    Il perché dei 48V? tensione maggiore significa correnti più basse, quindi minor caduta di tensione e minor riscaldamento dei cavi a parità di sezione (in alternativa possibilità di usare cavi più sottili), e maggiori possibilità di aumento delle capacità in futuro. Giusto per fare un confronto, nel settore degli utensili a batteria si é partiti più di 20 anni fa con batterie da 6V (se non ricordo male) per salire poi progressivamente a 9.6, 12, 18, 24…. di pari passo con l’evoluzione tecnologica delle batterie. Gli ultimi modelli (in particolare quelli più energivori) sono ormai dotati di batterie da 40v. Quindi sono convinto che anche nel campo delle E-MTB si assisterà a un progressivo aumento delle tensioni, ovviamente sempre col limite massimo dettato dalla sicurezza (in altre parole non credo vedremo mai batterie da 220V, e nemmeno da 110V).

  86. albertoalp 26/05/2017 at 23:43 #

    Comumque per me le cose che non capisco su una bici così costosa, oltre alle cose dette ci sono: complicanza di rotelline incompatibili con fango e sporco, motore con baricentro alto e davvero massiccio, obbligo di aggiunta display per km e altri dati, batteria non estraibile quindi difficoltà nella ricarica in situazioni tipo rifugio di montagna e impossibilità di seconda natteria di scorta. Ogni Casa ha la propria idea di utilizzo. Questa peró non e la mia.

  87. GIUIO10 27/05/2017 at 00:39 #

    E-Bike 2.0 giusto ! FINALMENTE geometrie come una normale MTB !!!  Il carro CORTO serve eccome !!!  Anche angolo 65° !!!  Io una E-bike la volevo proprio con queste caratteristiche !!!
    Si poteva comunque fare switch per ruote plus 27mezzo che anche secondo me sulla E-Bike sono la morte sua … dicono che ci stanno le 26" x 3" ma se ancora sono poche le 27.50" adatte a una E-bike figuriamoci le 26"  !!! hahaha   Valido anche il sistema tensiometro catena, un motore studiato per MTB VERA.Certo i prezzi …  ;-(

    2.0 dei kittari.
    Certo che il carro corto serve, certo che anche a me non piacciono le plus.
    Ma che sia valida quell'eresia meccanica di trasmissione intermedia/secondaria non direi proprio.
    P.s. per autore: che i carter motore siano forgiati, ne sei proprio certo?

  88. MISTER HYDE 27/05/2017 at 07:09 #

    Tornando al discorso gomme. Non esistono gomme plus adatte a una E-bike ?? (A parte che le nuove versioni Apex di Schwalbe sono studiate proprio per E-bike) Ma se ho fatto tanto da fare un motore tutto mio… Che ci vuole a andare da Schwalbe, Maxxis o Michelin e chiedere di fare una serie di gomme adatte a questa bici ?
    Lo switch IMHO sarebbe stata un’ottima soluzione che accontenta tutti.

    Comunque secondo me con E-bike come questa stiamo andando verso una nuova generazione e mi aspetto di vedere anche una nuova Specialized Levo, visto che quella attuale è ormai un progetto di 4 anni fa = escursione aumentata (così non sarà più necessario kittare la forcella attuale o sostituirla con una 160 come fanno molti ;-)), geometria enduro e carro corto. Scommettiamo ?

    • marco 27/05/2017 at 12:04 #

      La risposta è: no, non esistono gomme plus adatte ad una bici elettrica come questa, il cui scopo ultimo è di andare forte in discesa.
      Le plus vanno bene quando si gira con calma, oltre un certo limite vengono fuori tutti i loro svantaggi in termini di resistenza alle forature, spanciamento, ecc. La cosa positiva, sulla ebike, è che il peso gioca un ruolo secondario, quindi si riuscirebbero a fare delle gomme plus resistenti intorno ai 1500 grammi.

  89. alexnotari65 27/05/2017 at 07:16 #

    Tornando al discorso gomme. Non esistono gomme plus adatte a una E-bike ?? (A parte che le nuove versioni Apex di Schwalbe sono studiate proprio per E-bike) Ma se ho fatto tanto da fare un motore tutto mio… Che ci vuole a andare da Schwalbe, Maxxis o Michelin e chiedere di fare una serie di gomme adatte a questa bici ?
    Lo switch IMHO sarebbe stata un'ottima soluzione che accontenta tutti.

    Comunque secondo  me con E-bike come questa  stiamo andando verso una nuova generazione e mi aspetto di vedere anche una nuova Specialized Levo, visto che quella attuale è ormai un progetto di 4 anni fa = escursione aumentata (così non sarà più necessario kittare la forcella attuale o sostituirla con una 160 come fanno molti ;-)), geometria enduro e carro corto. Scommettiamo ?

    Secondo me le Maxxis Dhf da 2.8 vanno benissimo per me Ebike.
    Può darsi che Specy faccia un'evoluzione della Levo, ma io vedrei meglio un nuovo modello, la Enduro, lasciando la Levo nel segmento Trail per chi preferisce una mtb più adatta alla salita.

    • MISTER HYDE 27/05/2017 at 09:39 #

      Specialized Levo versione Enduro, mi riferivo proprio a questo. 😉
      Certo che rimangano anche le versioni più trail come la ST ma visto che sono in molti a modificare forcella e non solo… una versione più cattiva avrebbe motivo di essere.

  90. Ale 81 27/05/2017 at 08:06 #

    Una considerazione, la zona motore così massiccia è ovviamente un effetto del voler spostare il movimento centrale in posizione più proficua, per rendere il carro più corto, in pratica l'innesto motore avviene tramite catena e non tramite ingranaggi interni..

    Voi sareste disposti a rinunciare ad una buona estetica per avere un carro leggermente più corto?

    Io no..

  91. Auanagana 27/05/2017 at 09:07 #

    Nemmeno io…
    Che poi questo carro corto non e' che faccia i miracoli solo lui eh…
    Sempre 22 kg ci sono e baricentro cosi' cosi'..
    Quel complesso motore e' alto quasi un terzo piu' di un bosch!
    Per ora Shimano e' quello che consente il miglior compromesso tra carro corto ( con le plus o 29..) ed estetica.

  92. Jack e-bike 27/05/2017 at 09:43 #

    2.0 dei kittari.
    Certo che il carro corto serve, certo che anche a me non piacciono le plus.
    Ma che sia valida quell'eresia meccanica di trasmissione intermedia/secondaria non direi proprio.
    P.s. per autore: che i carter motore siano forgiati, ne sei proprio certo?

    Io ho poche conoscenze di meccanica ma a me piace come è strutturato questo motore: ingranaggi a vista ,non si pedala dentro un motore ma su un movimento centrale standard, elettronica basica e funzionale, probabili versioni con potenze differenti . Magari una versione più tranquilla e trail con telaio in alluminio  e prezzo più abbordabile farebbe al caso mio. La batteria dentro l'obliquo non mi piace perchè obbliga a dimensionamenti della stessa che trovo assolutamente ridicoli. 685 wh io li avevo nel 2014 con un vero 48 v da 14 s e non 13. Una buona cosa sarebbe se la R.M avesse comunque un pacco batterie standard e vista la struttura basica del progetto, potrebbe anche essere che sia così. Sarebbe un elementare atto di rispetto verso la clientela.

  93. albertoalp 27/05/2017 at 11:11 #

    Tornando al discorso gomme. Non esistono gomme plus adatte a una E-bike ?? (A parte che le nuove versioni Apex di Schwalbe sono studiate proprio per E-bike) Ma se ho fatto tanto da fare un motore tutto mio… Che ci vuole a andare da Schwalbe, Maxxis o Michelin e chiedere di fare una serie di gomme adatte a questa bici ?
    Lo switch IMHO sarebbe stata un'ottima soluzione che accontenta tutti.

    Comunque secondo  me con E-bike come questa  stiamo andando verso una nuova generazione e mi aspetto di vedere anche una nuova Specialized Levo, visto che quella attuale è ormai un progetto di 4 anni fa = escursione aumentata (così non sarà più necessario kittare la forcella attuale o sostituirla con una 160 come fanno molti ;-)), geometria enduro e carro corto. Scommettiamo ?

    Se andare verso una nuova generazione significa fare e-bike di impatto modaiolo tendente all'enduro (che fa molto fico), saremmo davvero fuosi strada, naturalmente secondo me.
    Sappiamo che l'uso di maggior parte dell'utenza è il trail senza compromettere l'utilizzo nelle salite proprio là dove le e-bike se la giocano meglio.
    Se la tendenza è fare solo e sempre più discesa, tanto vale andare per i bike park con le downhill godendo solo di salti e derapate (per la carità ben vengano anche quelle) ma senza avere il tempo di guardarsi intorno.
    Addio escursioni e immersioni nella natura, secondo me alla base di questo mondo e-bike e non.
    Per quanto riguarda la RM, molti saranno contenti. Anche questa ha il suo amato portaborraccia, reso magari possibile da una batteria assurdamente non estraibile.

  94. Checo79 27/05/2017 at 14:42 #

    Io ho poche conoscenze di meccanica ma a me piace come è strutturato questo motore: ingranaggi a vista ,non si pedala dentro un motore ma su un movimento centrale standard, elettronica basica e funzionale, probabili versioni con potenze differenti . Magari una versione più tranquilla e trail con telaio in alluminio  e prezzo più abbordabile farebbe al caso mio. La batteria dentro l'obliquo non mi piace perchè obbliga a dimensionamenti della stessa che trovo assolutamente ridicoli. 685 wh io li avevo nel 2014 con un vero 48 v da 14 s e non 13. Una buona cosa sarebbe se la R.M avesse comunque un pacco batterie standard e vista la struttura basica del progetto, potrebbe anche essere che sia così. Sarebbe un elementare atto di rispetto verso la clientela.

    Che ne sai che l'elettronica è basica?

  95. Jack e-bike 27/05/2017 at 15:42 #

    Che ne sai che l'elettronica è basica?

    Regola il sensore di sforzo e ci sono solo i led sulla stato della batteria. È quello che basta. Il motore non ha ingranaggi interni e quelli che si possono usurare sono a vista. Per me, una bella cosa anche se ho letto che la catena produce un rumore particolare ma comunque accettabile.

  96. Checo79 27/05/2017 at 16:38 #

    Regola il sensore di sforzo e ci sono solo i led sulla stato della batteria. È quello che basta. Il motore non ha ingranaggi interni e quelli che si possono usurare sono a vista. Per me, una bella cosa anche se ho letto che la catena produce un rumore particolare ma comunque accettabile.

    C'è anche l'app per modificare i parametri, quindi non la vedo così semplice

  97. kp-one 27/05/2017 at 22:45 #

    Di una cosa sono certo… non è questa la bici che prenderà il posto della mia Turbo Levo…

  98. robertodl 27/05/2017 at 23:53 #

    Dico la mia. Esteticamente Non mi piace, poi potrà anche essere la migliore per fluidità del motore ecc. ecc. ma adesso posso solo giudicare l'estetica. Quel blocco messo li sopra il movimento centrale non mi piace. Solo un po' meglio della Lapierre. Vogliamo mettere l'estetica della levo o delle bike con schimano? No non mi convince. Aspetto di vedere la nuova Trek. Speriamo in bene.

  99. GIUIO10 28/05/2017 at 09:22 #

    Regola il sensore di sforzo e ci sono solo i led sulla stato della batteria. È quello che basta. Il motore non ha ingranaggi interni e quelli che si possono usurare sono a vista. Per me, una bella cosa anche se ho letto che la catena produce un rumore particolare ma comunque accettabile.

    Che il motore non abbia ingranaggi di demoltiplica non credo.
    La parte superiore del carter, che si prolunga sopra la sagoma circolare del motore vero e proprio, quasi sicuramente ha al suo interno una coppia di ingranaggi (o una di pulegge, con cinghia, non so) o un planetario per ridurre i giri motore.
    Il sensore di coppia, così come è concepito e strutturato, dimostra tutta l'approssimazione del progetto, o meglio l'adattamento di una unità che è fuori dagli schemi solo per chi non sperimenta coi kit: il progettista l'hanno trovato su Endless-spere??
    Oltre al rumore, credo che quel giro catena produrrà anche altre noie…

    Sul fatto che la struttura sfrutti un movimento centrale infulcrato sul telaio, con tutti i vantaggi che comporta, carro corto; forse maggior rigidità; manutenzione, ha evidenti anche gli svantaggi: rinvii esterni; ruota libera esposta; ingombri imbarazzanti (uno scatolotto con questo non si può guardare, a maggior ragione per un marchio blasonato…). Certo la struttura è mirata, come hai ben detto, ad ospitare unità con potenze decisamente superiori alle legali in Europa.

    Sulle geometrie: è dichiarato dalla casa che questa elettrica è dedicata alla discesa, non è un progetto per il touring: si sale con l'ausilio e si scende a palla.
    Quindi angoli estremi e concentrazione dei pesi non propriamente bassa (anche se la cartella stampa dichiara che il motore è posizionato in basso, vediamo tutti dov'è, così come la batteria) altrimenti sarebbe veramente un treno, da svoltare!, ricordo che un baricentro basso dona stabilità, non agilità.

  100. GIUIO10 28/05/2017 at 09:25 #

    Che il motore non abbia ingranaggi di demoltiplica non credo.
    La parte superiore del carter, che si prolunga sopra la sagoma circolare del motore vero e proprio, quasi sicuramente ha al suo interno una coppia di ingranaggi (o una di pulegge, con cinghia, non so) o un planetario per ridurre i giri motore.
    Il sensore di coppia, così come è concepito e strutturato, dimostra tutta l'approssimazione del progetto, o meglio l'adattamento di una unità che è fuori dagli schemi solo per chi non sperimenta coi kit: il progettista l'hanno trovato su Endless-spere??:razz:
    Oltre al rumore, credo che quel giro catena produrrà anche altre noie…

    Sul fatto che la struttura sfrutti un movimento centrale infulcrato sul telaio, con tutti i vantaggi che comporta, carro corto; forse maggior rigidità; manutenzione, ha evidenti anche gli svantaggi: rinvii esterni; ruota libera esposta; ingombri imbarazzanti (uno scatolotto con questo non si può guardare, a maggior ragione per un marchio blasonato…). Certo la struttura è mirata, come hai ben detto, ad ospitare unità con potenze decisamente superiori alle legali in Europa.

    Sulle geometrie: è dichiarato dalla casa che questa elettrica è dedicata alla discesa, non è un progetto per il touring: si sale con l'ausilio e si scende a palla.
    È stato apertamente detto che non ci sarà una produzione di massa (i maliziosi potrebbero dire che la traduzione è: compratela subito sennò… lascio il seguito ad ognuno:imp:)
    Quindi angoli estremi e concentrazione dei pesi non propriamente bassa (anche se la cartella stampa dichiara che il motore è posizionato in basso, vediamo tutti dov'è, così come la batteria) altrimenti sarebbe veramente un treno, da svoltare!, ricordo che un baricentro basso dona stabilità, non agilità.

  101. Jack e-bike 28/05/2017 at 10:05 #

    Sono congetture sia le mie che le tue ma dipende dagli rpm che fa il motore. Ci sono motori che a 48 v fanno 200 rpm e quindi non serve nessuna demoltiplica se non quelle in vista. Il tester si è dichiarato entusiasta del motore e del suo funzionamento.

  102. GIUIO10 28/05/2017 at 10:56 #

    Sono congetture sia le mie che le tue ma dipende dagli rpm che fa il motore. Ci sono motori che a 48 v fanno 200 rpm e quindi non serve nessuna demoltiplica se non quelle in vista. Il tester si è dichiarato entusiasta del motore e del suo funzionamento.

    Vero, sono congetture.
    Se hanno usato un motore con pochi giri (Creatina Style), perché fare un carter che si prolunga, e con quelli ingombri e non lattacco diretto?
    Ti ricordi, ancora nel forum marrone, quando, per migliorare la linea catena del Bafang, ipotizzai di mettere l'unità con un ulteriore rinvio? Secondo me hanno fatto una roba del genere. Allora fui deriso di CAS (complicazione affari semplici)…:)

  103. 8Grunf 28/05/2017 at 11:54 #

    Sono congetture sia le mie che le tue ma dipende dagli rpm che fa il motore. Ci sono motori che a 48 v fanno 200 rpm e quindi non serve nessuna demoltiplica se non quelle in vista. Il tester si è dichiarato entusiasta del motore e del suo funzionamento.

    Già visti "tester" sprizzare entusiasmo da tutti i pori e risucchiarlo il giorno dopo. 😎

  104. em_1958 28/05/2017 at 12:03 #

    Sono congetture sia le mie che le tue ma dipende dagli rpm che fa il motore. Ci sono motori che a 48 v fanno 200 rpm e quindi non serve nessuna demoltiplica se non quelle in vista. Il tester si è dichiarato entusiasta del motore e del suo funzionamento.

    Il tester se vuole essere pagato e se vuole continuare a lavorare DEVE essere entusiasta di qualsiasi merce che prova.

  105. GIUIO10 28/05/2017 at 12:41 #

    Già visti "tester" sprizzare entusiasmo da tutti i pori e risucchiarlo il giorno dopo. 😎

    Beh, l'autore del test parla "migliore ebike da me mai provata", in due occasioni. Non sappiamo quante e quali siano quelle provate in precedenza.;)
    Sui "foderi più corti del mondo", non ha considerato le kittate…

  106. Jack e-bike 28/05/2017 at 12:42 #

    Il tester se vuole essere pagato e se vuole continuare a lavorare DEVE essere entusiasta di qualsiasi merce che prova.

    Questo glielo dite allo staff di direzione .Io la bici non la compro comunque perchè mi fermerei ad ogni salita che faccio

  107. frapas70 28/05/2017 at 13:04 #

    Certo che sviluppare un motore proprietario è un bel rischio. Io ad esempio non la comprerei per questo motivo (senza discorsi di prezzo che, se uno compra RM, sa già dove va a cadere).
    A mio avviso meglio un bel motore shimano con relativa assistenza capillare mondiale che alla prima versione è già molto molto buono e mi immagino possa solo migliorare in futuro. Non so se RM potrà stare al passo con giganti come shimano o bosch poi magari ne vendono 100.000 e fanno il botto.

  108. alepeo 28/05/2017 at 14:55 #

    Ma sono l'unico a cui questa RM piace tantissimo?

    • Valeduke 19/06/2017 at 08:03 #

      Piace anche a me. L unico motivo per quale non penso che la prenderò è la batteria non smontabile

  109. Gatto02 28/05/2017 at 17:50 #

    Penso di sì [emoji85]

  110. ducams4r 28/05/2017 at 18:11 #

    Il tester se vuole essere pagato e se vuole continuare a lavorare DEVE essere entusiasta di qualsiasi merce che prova.

    Non è il caso di questo forum. Credimi!;)

  111. ducams4r 29/05/2017 at 22:42 #

    il sensore nel disco e secondo me anche il bloccaggio della batteria mi sembra uguale

    Il magnete sul disco ce l'ha anche la Scott e-spark con motore Shimano

  112. thegiampi 30/05/2017 at 09:36 #

    Il magnete sul disco ce l'ha anche la Scott e-spark con motore Shimano

    Continuavo Il discorso di chi ha avuto l'idea iniziale e di quali scopiazzamenti ci sono stati.

    Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

  113. ducams4r 30/05/2017 at 09:47 #

    Continuavo Il discorso di chi ha avuto l'idea iniziale e di quali scopiazzamenti ci sono stati.

    Questa soluzione la vedremo sempre più spesso.

  114. Valeduke 19/06/2017 at 08:31 #

    A quando il test di durata ?

  115. ducams4r 19/06/2017 at 14:37 #

    A quando il test di durata ?

    Appena l'importatore (DSB) ne metterà una a disposizione. Speriamo al più presto!

  116. Valeduke 29/06/2017 at 20:37 #

    Allora in sti giorni è in test ai clienti in alcuni negozi … purtroppo non sono riuscito a provarla perché sono via ….
    L’ha provata ualche d’uno ?

  117. CORSARO 29/06/2017 at 21:03 #

    Appena l'importatore (DSB) ne metterà una a disposizione. Speriamo al più presto!

    ma con recensione "approfondita" o come la modalità emtb di bosch?

  118. ducams4r 29/06/2017 at 21:17 #

    ma con recensione "approfondita" o come la modalità emtb di bosch?

    Arriva, arriva, abbi fede, come puoi vedere sul mag sono usciti alcuni articoli che hanno avuto la precedenza.
    Domenica ho effettuato una comparativa di durata  e-MTB vs. Sport, con la nuova modalità ho consumato meno.

  119. SandroRiz 01/07/2017 at 11:57 #

    Arriva, arriva, abbi fede, come puoi vedere sul mag sono usciti alcuni articoli che hanno avuto la precedenza.
    Domenica ho effettuato una comparativa di durata  e-MTB vs. Sport, con la nuova modalità ho consumato meno.

     per fortuna… un articolo su un sito "competitor" affermava il contrario ed ero già preoccupato!

    "Infine, un cenno sulla modalità eMtb di Bosch: questa, pur spaziando automaticamente tra la modalità Tour e Turbo, durante il test effettuato in Svizzera, tende ad aumentare il consumo della batteria rispetto alla modalità Sport.
    L’erogazione è molto progressiva e fluida, ma l’assistenza risulta, a volte, eccessiva rispetto a quanto ci si aspetterebbe."

  120. ducams4r 01/07/2017 at 16:10 #

    per fortuna… un articolo su un sito "competitor" affermava il contrario ed ero già preoccupato!

    "Infine, un cenno sulla modalità eMtb di Bosch: questa, pur spaziando automaticamente tra la modalità Tour e Turbo, durante il test effettuato in Svizzera, tende ad aumentare il consumo della batteria rispetto alla modalità Sport.
    L’erogazione è molto progressiva e fluida, ma l’assistenza risulta, a volte, eccessiva rispetto a quanto ci si aspetterebbe."

    Ho letto anche io quella recensione, per ora non mi trovo d'accordo, o meglio, essendo una modalità intelligente e adattiva, aumenta l'erogazione in funzione dell'input del rider, quindi è possibile che consumi di più, ma non è la regola. Però non l'ho mai trovata eccessiva, anzi, con Sport in alcune situazioni mi trovavo più in difficoltà.

    • Valeduke 07/07/2017 at 04:32 #

      Hanno fatto sto test approfondito ma si sa poco o nulla di più di altri first ride …
      Durata batteria ? Funzioni e funzionalità applicazione ? Trascinamento da spento ? Booooooo
      Attendiamo il test alla frusta di @ducams4r …..

  121. Francis1 09/07/2017 at 00:39 #

    A me quello che più preoccupa di questa bici è il fatto che sia un sistema proprietario Rocky….
    Assistenza? Se ho un problema al motore cosa succede? Lo mandano in Canada a riparare o sostituire? E magari mi tocca stare un mese senza bici…..

  122. giordano 24/09/2017 at 16:21 #

    Qualcuno è riuscito a provare una powerplay ??  magari riesce a fare un raffronto con la levo ??  ciaooo

  123. Auanagana 24/09/2017 at 16:38 #

    Io proprio ieri, l' ha comprata un amico,  provata sia in discesa che su salita tecnica..
    In discesa e' un gran bel mezzo…intuitivo e simile ad una muscolare..vuole essere frustata bene in velocita', non e' una all mountain ma una enduro pura, da trails veloci…molto bella da guidare in quei frangenti!
    Per quanto riguarda invece il motore…niente di che,  molto poco potente ma naturale ( se si ha gamba).. Meno potente di una specy levo a sensazione..
    Il sistema di ripartenza immediato funziona ma non impressiona..non fa la differenza insomma.
    Fastidiosissimo il rumore di trascinamento delle pulegge di rinvio e fastidiosa la pulsazione sulle pedivelle ben avvertibile sui terreni in piano tipo asfalto e carraia battuta,  nonche' un po' inquietante  rumore di recupero gioco trasmissione a bici ferma. Sembra una macchina del caffe' automatica quando scarica la capsula :innocent: E' un mezzo a mio avviso specialistico…che richiede cura anche nella manutenzione del sistema di rinvii trasmissione ( oggi col fango era gia' bella piena nei carterini laterali).
    In compenso in discesa veloce e' un vero mostro di efficienza dinamica..veloce, precisa e redditizia..per riders esperti.:cool:

  124. Gatto02 24/09/2017 at 16:54 #

    Io proprio ieri, l' ha comprata un amico,  provata sia in discesa che su salita tecnica..
    In discesa e' un gran bel mezzo…intuitivo e simile ad una muscolare..vuole essere frustata bene in velocita', non e' una all mountain ma una enduro pura, da trails veloci…molto bella da guidare in quei frangenti!
    Per quanto riguarda invece il motore…niente di che,  molto poco potente ma naturale ( se si ha gamba).. Meno potente di una specy levo a sensazione..
    Il sistema di ripartenza immediato funziona ma non impressiona..non fa la differenza insomma.
    Fastidiosissimo il rumore di trascinamento delle pulegge di rinvio e fastidiosa la pulsazione sulle pedivelle ben avvertibile sui terreni in piano tipo asfalto e carraia battuta,  nonche' un po' inquietante  rumore di recupero gioco trasmissione a bici ferma. Sembra una macchina del caffe' automatica quando scarica la capsula :innocent: E' un mezzo a mio avviso specialistico…che richiede cura anche nella manutenzione del sistema di rinvii trasmissione ( oggi col fango era gia' bella piena nei carterini laterali).
    In compenso in discesa veloce e' un vero mostro di efficienza dinamica..veloce, precisa e redditizia..per riders esperti.:cool:

    Era da prevedere che con tutti quei rinvii potava essere in po delicata e rumorosa , la cosa che mi lascia un po' perplesso è il fatto che il motore è meno potente del Brose/Levo , a questo punto speriamo negli aggiornamenti futuri , anche perché altrimenti ha poco senso , anche se in discesa va molto bene [emoji6]

  125. Auanagana 24/09/2017 at 17:34 #

    Era da prevedere che con tutti quei rinvii potava essere in po delicata e rumorosa , la cosa che mi lascia un po' perplesso è il fatto che il motore è meno potente del Brose/Levo , a questo punto speriamo negli aggiornamenti futuri , anche perché altrimenti ha poco senso , anche se in discesa va molto bene [emoji6]

    E' un mezzo specialistico da discesa,  pur non andando male in salita tecnica si sente che non e' quello il suo utilizzo ideale, e' un po' pesante di avantreno,  e la versione che ho provato e' quella base  con 500 di batteria quindi piu' leggera nella zona sterzo,  e' aperta e improntata alla stabilita'.. Per intenderci piu' stile Kenevo ( che non ho provato.) che Levo al di la' delle escursioni..
    Una nota totalmente stonata viene dalla gommatura/ cerchi…monta 2.5 maxxis wt su cerchi da 40mm…molto racing, se pieghi forte il profilo funziona..andando piu' piano son strane,  poco amichevoli..
    Inoltre sei obbligato a quella gomma,  solo Maxxis e solo 2.5 wt..una 2.6 non passa ne' dalla forca ( non 29/plus) ne' dal carro dove avanza un cm con le 2.5…non mi risulta esistano altre gomme utilizzabili da 2.35-2.50 su un cerchio da 40 mm…
    E' una soluzione pronto race…e basta.:???:

  126. Auanagana 24/09/2017 at 17:43 #


    Pero' dal vivo molto bella…molto piu' che in foto. 😎

  127. pedalerosso 24/09/2017 at 20:12 #


    Pero' dal vivo molto bella…molto piu' che in foto. 😎

    A me piace molto anche in foto

  128. Rick 24/09/2017 at 20:31 #

    Piace anche a me. L unico motivo per quale non penso che la prenderò è la batteria non smontabile

    non capisco perché producano ancora modelli con batteria non smontabile??
    Bisogna portarsi appresso una prolunga da 20mt

  129. CORSARO 24/09/2017 at 22:16 #

    non capisco perché producano ancora modelli con batteria non smontabile??
    Bisogna portarsi appresso una prolunga da 20mt

    sennò ti puoi comprare un garage…..

  130. Rick 25/09/2017 at 06:12 #

    sennò ti puoi comprare un garage…..

    Mi riferivo alle ricariche "parziali" fatte nei rifugi..

  131. Auanagana 25/09/2017 at 08:08 #

    Mi riferivo alle ricariche "parziali" fatte nei rifugi..

    In effetti la decantata ed interessante possibilità di ricarica parziale veloce data dal sistema a 48v a mio avviso lascia un po' il tempo che trova posto che se sei fuori casa devi avere con te una buona prolunga e poter mettere la bici all' interno di un ristorante/rifugio vicino ad una presa,  cosa non sempre possibile logisticamente magari con bici infangata…
    Stessa cosa per la notte in hotel con rimesse di fortuna.  :innocent:

  132. CORSARO 25/09/2017 at 08:17 #

    Mi riferivo alle ricariche "parziali" fatte nei rifugi..

    era una battuta…. scherzi a parte non la comprerei anche e solo per quello…. un errore madornale che pagheranno caro perchè sicuramente molti rinunceranno per questo EVIDENTE problema….

  133. alexnotari65 25/09/2017 at 09:32 #

    era una battuta…. scherzi a parte non la comprerei anche e solo per quello…. un errore madornale che pagheranno caro perchè sicuramente molti rinunceranno per questo EVIDENTE problema….

    infatti al mio Sivende ne avevano ordinate 2, ma quando uno dei clienti ha saputo di questo problema ha rinunciato e ha preso una Mondraker crusher, direi che non l'ha ripiegata male!!!

  134. Auanagana 12/10/2017 at 14:06 #

    Primi problemi alla sua powerplay purtroppo per il mio amico, motore morto.. Probabile problema elettrico al comando al manubrio che va sostituito..vediamo i tempi e i modi dell' assistenza. Per ora l' ha usata 5 volte in tutto..:roll:

  135. alexnotari65 12/10/2017 at 16:09 #

    Primi problemi alla sua powerplay purtroppo per il mio amico, motore morto.. Probabile problema elettrico al comando al manubrio che va sostituito..vediamo i tempi e i modi dell' assistenza. Per ora l' ha usata 5 volte in tutto..:roll:

    Forse stesso problema anche ad uno della mia città, ero dal sivende quando ha chiamato al telefono; so che si erano accordati per cambiare il comando al manubrio con quello di un'altra bici nuova che aveva in negozio. Il fatto è che non era riuscito nemmeno a farci un giro, uscito dal negozio che funzionava tutto e arrivato a casa non andava più. Non so come sia finita esattamente.

  136. Auanagana 12/10/2017 at 16:51 #

    Forse stesso problema anche ad uno della mia città, ero dal sivende quando ha chiamato al telefono; so che si erano accordati per cambiare il comando al manubrio con quello di un'altra bici nuova che aveva in negozio. Il fatto è che non era riuscito nemmeno a farci un giro, uscito dal negozio che funzionava tutto e arrivato a casa non andava più. Non so come sia finita esattamente.

    Quel comando purtroppo e da denuncia all' associazione dei consumatori…una cinesata di plastichina da 10 euro…anche al tatto ha un feedback orrendo…:grinning::weary_face:

  137. alepeo 12/10/2017 at 17:01 #

    Vero l’ho visto solo in foto ma l’impressione è pessima

  138. ducams4r 12/10/2017 at 19:37 #

    Prossima settimana ne avrò una a disposizione per uno short test. Vi saprò dire com'è andata.

  139. Auanagana 20/10/2017 at 11:21 #

    Prova su Pinkbike: https://www.pinkbike.com/news/rocky-mountain-powerplay-70-emtb-review.html
    Non c'è tanto entusiasmo…

    Letta anche io e valuto la prova da quasi utilizzatore – condivido – due amici l'han comprata versione base 50  e ieri l'ho riprovata per bene , confermo le impressioni…in salita tecnica fa un po' pietà ( rispetto alla mia overvolt carbon) , si impenna di brutto sul ripido ( carro corto) , il motore spingicchia e niente più …
    Sull'affidabilità siamo già adue  episodi di panne motore su entrambe le bici identiche , uno risolto con cambio comando difettoso e l'altro, da me medesimo tramite manuale pdf scaricato nel bosco e applicazione della procedura di taratura sensore di sforzo ( bici nuova alla seconda uscita)…ce la siamo vista brutta..:innocent:
    Il comando assistenza è indecente già rotto a uno dei due amici e l'altro ci manca poco…
    In compenso la bici in discesa è un gran bel mostrillo , purche' il percorso sia veloce e tecnico…mi piace e va veloce e si guida bene, …col manico giusto ci vengono dei bei numeri. Non è un mezzo per andar piano. Complice la gommatura 2.5 su cerchio da 40mm.( assurdità infinita)

  140. ducams4r 21/10/2017 at 01:26 #

    Letta anche io e valuto la prova da quasi utilizzatore – condivido – due amici l'han comprata versione base 50  e ieri l'ho riprovata per bene , confermo le impressioni…in salita tecnica fa un po' pietà ( rispetto alla mia overvolt carbon) , si impenna di brutto sul ripido ( carro corto) , il motore spingicchia e niente più …
    Sull'affidabilità siamo già adue  episodi di panne motore su entrambe le bici identiche , uno risolto con cambio comando difettoso e l'altro, da me medesimo tramite manuale pdf scaricato nel bosco e applicazione della procedura di taratura sensore di sforzo ( bici nuova alla seconda uscita)…ce la siamo vista brutta..:innocent:
    Il comando assistenza è indecente già rotto a uno dei due amici e l'altro ci manca poco…
    In compenso la bici in discesa è un gran bel mostrillo , purche' il percorso sia veloce e tecnico…mi piace e va veloce e si guida bene, …col manico giusto ci vengono dei bei numeri. Non è un mezzo per andar piano. Complice la gommatura 2.5 su cerchio da 40mm.( assurdità infinita)

    Piccolo appunto i Duroc 40 sono 36mm interni.
    Tra pochi giorni avrete anche le mie impressioni di guida, l'ho avuta per un giorno intero, sono riuscito a fare un giro con i sentieri che percorro abitualmente per i test, non ho letto il test di Pinkbike per non falsare il mio giudizio, però vi posso anticipare che per sfruttarla al meglio ho dovuto modificare il mio stile di guida, risultato 1 kom e 2 PR su 4 discese.:cool:
    In salita, è tutta da scoprire!;)

  141. Auanagana 23/10/2017 at 11:43 #

    Purtroppo altri problemi per uno dei due amici su powerplay…ieri lo aspettavamo invano ad un ritrovo, ci chiama da casa già tutto vestito dicendoci che la bici non parte, spia rossa lampeggiante , così dal niente, procedura di taratura sensore infruttuosa…3 uscite in totale , oggi la porta al concessionario,  a 45 km di distanza…:???:

Lascia un commento


Vai alla barra degli strumenti