Bici elettrica prende fuoco

Senzabenza

Ebiker velocibus
18 Novembre 2018
347
165
43
Montelupo fiorentino
Bici
NDURO SDURO 2.0 Torque Alpinist On One 456
Purtroppo anche a due miei amici, è successa la stessa cosa ma sulla moto. Per cercare di guadagnare peso, hanno sostituito la pesante batteria al piombo con delle batterie autoassemblate utilizzando elementi da modellismo, che sono esplose incendiando e sciogliendo tutto il sottosella e la cassa filtro.

Io non ho molta fiducia nei pacchi batteria di questo genere.
Nel modellismo usano batterie LiPo, roba ideata dai Militari russi, non dovrebbe essere infiammabile...


Sent from my iPad using EMTB MAG mobile app
 

[Nuno]

Ebiker velocibus
10 Agosto 2018
301
108
43
Serre di Rapolano
Bici
Atala b-cross
Nel modellismo usano batterie LiPo, roba ideata dai Militari russi, non dovrebbe essere infiammabile...


Sent from my iPad using EMTB MAG mobile app
Esplodono solo se le carichi troppo o richiedi troppa corrente in breve tempo o se crashi e danneggi la lipo. Ti assicuro che qualsiasi modellista ha avuto disavventure con le lipo, me compreso. Bisogna stare anche attenti a non metterle in un posto poco areato perché scaldano tantissimo soprattutto nei droni racing.

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
 

Senzabenza

Ebiker velocibus
18 Novembre 2018
347
165
43
Montelupo fiorentino
Bici
NDURO SDURO 2.0 Torque Alpinist On One 456
Corretto...., che possano esplodere infatti non vuol dire siano infiammabili...


Inviato dal mio iPad utilizzando EMTB MAG
 

angor

Ebiker pedalantibus
23 Novembre 2017
130
46
28
brescia
Bici
haibike sduro hardnine 4.0
invece sono proprio infiammabili. O, almeno, lo è il gas contenuto all'interno quando si gonfiano come palloncini, infatti è ben quello che si incendia in caso di rottura delle lipo.
 

Enri

Ebiker pedalantibus
4 Settembre 2017
167
37
28
61
Lugano
Bici
Cube Race 140
sembra che anche una cartuccia di CO2 attaccata al telaio abbia contribuito all'incendio,
poi era una bici da corsa modificata con l'aggiunta del motore e con batterie all'interno del tubolare.

1547844207418.png
 

steu851

Ebiker specialissimus
15 Settembre 2016
1.835
946
113
56
Brugherio
Bici
Haibike Sduro Allmtn RC 2016
sembra che anche una cartuccia di CO2 attaccata al telaio abbia contribuito all'incendio,
poi era una bici da corsa modificata con l'aggiunta del motore e con batterie all'interno del tubolare.

Vedi l'allegato 16044
Questa è buffa, si fanno gli estintori con la CO2.

@angor : nelle batterie Tesla ogni singola cella è collegata tramite un fusibile

Inviato dal mio ASUS_X018D utilizzando Tapatalk
 

angor

Ebiker pedalantibus
23 Novembre 2017
130
46
28
brescia
Bici
haibike sduro hardnine 4.0
Non conosco le batterie tesla (che comunque sono al litio, come quelle delle ebike, e non lipo...è già qualcosa), ma qualsiasi dispositivo abbia, la batteria deve comunque essere in grado di erogare almeno i 1000-1500A che servono per la trazione....e già solo questa è una corrente spaventosa, in grado di fondere all'istante qualsiasi pezzo di metallo la metta in cortocircuito.
Considera poi che al 99% tutti questi dispositivi (fusibili, circuiti elettronici di controllo ecc) saltano quando viene meno l'integrità della batteria, perchè i circuiti si creano in altro modo.
E rimane sempre un ultimo problema che non può essere in alcun modo sottovalutato: l'impossibilità di scaricare in sicurezza, in condizioni di emergenza, l'energia accumulata nelle batterie. In altre parole, una batteria carica danneggiata, rimane pericolosa fin quando non si è riusciti a scaricarla....e scaricare, in sicurezza, tipo 100kWh non è cosa da poco: è l'energia che serve per alimentare un'abitazione per 1 mese...

Quando in OGNI incidente saranno coinvolti almeno 1 veicolo totalmente elettrico, questo problema sarà tutt'altro che semplice da risolvere. E al momento non vedo quali misure di sicurezza si possano inventare, la fisica non si può cambiare.
 

eagerly

Ebiker grandiosus
26 Agosto 2017
2.010
1.317
113
Friuli
Bici
Specialized Turbo Levo Comp 2019 (ex Merida EONE Twenty 800)
Quando in OGNI incidente saranno coinvolti almeno 1 veicolo totalmente elettrico, questo problema sarà tutt'altro che semplice da risolvere. E al momento non vedo quali misure di sicurezza si possano inventare, la fisica non si può cambiare.
Allora i sistemi di sicurezza ci sono, anche se non ancora implementati nelle auto.
Si monitora la temperatura di ogni singola cella, che in combinazione con una specie di "naso elettronico" (che dovrebbe capire se ci sono le condizioni per l'innesco di un thermal runaway) fa scattare l'antincendio ;)
 

angor

Ebiker pedalantibus
23 Novembre 2017
130
46
28
brescia
Bici
haibike sduro hardnine 4.0
ok, ma al pari di fusibili e circuiti di controllo e sicurezza interni alle batterie o esterni, questi saltano tutti nel momento in cui la batteria viene attraversata da un palo di ferro, o si rompe in due, o gli si schiaccia contro parte del telaio dell'auto.
Oggi, ad esempio, una volta buttato del materiale assorbente su eventuali perdite di benzina o comunque tenendo a portata di mano un bell'estintore a schiuma, i VVF possono operare tranquillamente anche per ore con tenaglie idrauliche e cesoie per aprire le lamiere di un'auto accartocciata.
In presenza di una batteria da 100kWh, o più, che occupa praticamente tutto il pianale dell'auto, questo sarà semplicemente impossiible, perchè ad ogni piccolo movimento di questi attrezzi, rischieranno di forare o mandare in corto qualcosa con improvvise scariche da 1000-2000A.
Lavorare su un'auto elettrica danneggiata è come operare con pinze di ferro su conduttori della 380V nudi e in tensione!
 

Gatto02

Ebiker celestialis
15 Settembre 2016
4.072
3.188
113
Riva del Garda
Bici
Haibike Xduro Nduro 8.0 & Haibike Dwnhll 9.0
ok, ma al pari di fusibili e circuiti di controllo e sicurezza interni alle batterie o esterni, questi saltano tutti nel momento in cui la batteria viene attraversata da un palo di ferro, o si rompe in due, o gli si schiaccia contro parte del telaio dell'auto.
Oggi, ad esempio, una volta buttato del materiale assorbente su eventuali perdite di benzina o comunque tenendo a portata di mano un bell'estintore a schiuma, i VVF possono operare tranquillamente anche per ore con tenaglie idrauliche e cesoie per aprire le lamiere di un'auto accartocciata.
In presenza di una batteria da 100kWh, o più, che occupa praticamente tutto il pianale dell'auto, questo sarà semplicemente impossiible, perchè ad ogni piccolo movimento di questi attrezzi, rischieranno di forare o mandare in corto qualcosa con improvvise scariche da 1000-2000A.
Lavorare su un'auto elettrica danneggiata è come operare con pinze di ferro su conduttori della 380V nudi e in tensione!
Lascia perdere l’auto elettrica non fa per te , sei troppo catastrofico, dal tuo avatar si capisce che ami “vaporiere”a benzina , ma non sforzarti troppo a sputtanare con le tue teorie le auto elettriche con i tuoi se succede questo ...se succede quest altro ecc ecc , perché dimentichi il terremoto , la caduta dei meteoriti , ahimè sempre di attualità dei ponti , e chi più ne ha più ne metta

p.s. Non è che andando in giro con una “bomba” di gpl o metano sia meglio
 

kilowatt

Ebiker grandissimus
25 Marzo 2018
1.187
503
113
Milano
Bici
Cube Stereo Hybrid 120 One 500 2018
@angor nei post precedenti ha detto alcune grosse inesattezze (in corsivo, basate su sue deduzioni) che è bene precisare senza andare in dettagli tecnici, per la sicurezza di chi legge e magari non conosce l'argomento.

"la benzina per predere fuoco, oltre a spargersi deve anche incendiarsi, cosa non propriamente semplice, come dimostra la piccolissima percentuale di auto che si incendiano, anche a seguito di incidenti molto importanti..."
"per liberare l'energia accumulata nel carburante sono necessarie molte condizioni, prima tra tutte che si rompa il serbatoio, cosa tutt'altro che facile e anche in questo caso, la benzina dev'essere innescata, anche questo tutt'altro che banale."
"Oggi, ad esempio, una volta buttato del materiale assorbente su eventuali perdite di benzina o comunque tenendo a portata di mano un bell'estintore a schiuma, i VVFF possono operare tranquillamente"


Non ci siamo proprio. La benzina è un liquido altamente infiammabile e quindi pericoloso. A bruciare sono i vapori se si combinano con un comburente (ossigeno). In presenza di un innesco (anche una micro scintilla) i vapori possono iniziare a bruciare anche a partire da -40 gradi (punto di fiamma), mentre la temperatura di autoignizione (cioè quando inizia a bruciare senza innesco) è > 250 gradi.
Quindi la realtà è esattamente all'opposto di quanto dicevi riguardo la presunta "difficoltà della benzina a bruciare" o la cosa assurda che i VVFF operano in presenza di vapori di benzina!
In generale la causa di incendio nelle auto non è il serbatoio. Ma inneschi che bruciano per primi altri materiali tra cui anche l'impianto di alimentazione. Se l'incendio non viene spento per tempo il serbatoio può rompersi o "scoppiare" spesso per effetto della pressione (il calore fa evaporare la benzina) che l'involucro non sopporta più.

Due cose anche sulle batterie.
"per innescare un cortociruito in una batteria, che occupa un intero pianale, basta che nell'urto i cavi vadano a contatto con qualsiasi punto della scocca, oppure che la batteria stessa si deformi, cosa abbastanza probabile vista le dimensioni che hanno e la posizione in cui sono installate. E queste non hanno fusibile".
" al pari di fusibili e circuiti di controllo e sicurezza interni alle batterie o esterni, questi saltano tutti nel momento in cui la batteria viene attraversata da un palo di ferro, o si rompe in due, o gli si schiaccia contro parte del telaio dell'auto"

Nelle torce o nei telefonini ci sono batterie. Nelle ebike e nelle auto dei pacchi batteria formati da decine o centinaia di celle collegate fra loro e con elettroniche di controllo che, come hanno detto anche altri, si occupano anche della sicurezza. Se un cavo esterno nell'urto tocca la scocca può non succedere nulla. Se un battery pack si deforma anche tanto per un forte urto, può non succedere nulla. Per assurdo se gli dai una picconata può non succedere nulla: magari si spostano semplicemente le batterie contenute dentro e si rompono i connettori o l'elettronica.
Quanto detto, lo preciso, è per spiegare: batterie e battery pack hanno comunque le loro pericolosità quindi mai scherzarci o usarli in modo improprio.
 

angor

Ebiker pedalantibus
23 Novembre 2017
130
46
28
brescia
Bici
haibike sduro hardnine 4.0
Si, come no...bella teoria, forse copiata da Wikipedia, di cui evidentemente capisci però poco...Comunque, avete ragione contenti? Poi in realtà gli incendi negli incidenti di auto sono non rari, di più ancora, ma avete ragione e non insisto: non voglio togliervi l'illusione che il tutto elettrico sia la soluzione definitiva alla vaporiere a scoppio.
Per inciso, mi pare che su questo forum ci sia la fastidiosa tendenza a giudicare le persona non appena quello che scrive si discosta un poco dal pensiero comune, ragione per cui credo che non sia il posto giusto per confronti maturi.
 

kilowatt

Ebiker grandissimus
25 Marzo 2018
1.187
503
113
Milano
Bici
Cube Stereo Hybrid 120 One 500 2018
Si, come no...bella teoria, forse copiata da Wikipedia, di cui evidentemente capisci però poco...Comunque, avete ragione contenti? Poi in realtà gli incendi negli incidenti di auto sono non rari, di più ancora, ma avete ragione e non insisto: non voglio togliervi l'illusione che il tutto elettrico sia la soluzione definitiva alla vaporiere a scoppio.
Per inciso, mi pare che su questo forum ci sia la fastidiosa tendenza a giudicare le persona non appena quello che scrive si discosta un poco dal pensiero comune, ragione per cui credo che non sia il posto giusto per confronti maturi.
Guarda io non ce l'ho con nessuno. Però prima di fare certe affermazioni sbagliate, è meglio se ti informi. Gli incendi di auto accadono è vero ma non è che la maggioranza siano dovuti a incidenti e anche negli incidenti le cause di incendio sono varie. La benzina, il gas, l'elettrico hanno tutti le loro pericolosità: che sono basate su fatti scientifici, fisica, chimica, condizioni, probabilità. Non su teorie "deduttive"
 

Gatto02

Ebiker celestialis
15 Settembre 2016
4.072
3.188
113
Riva del Garda
Bici
Haibike Xduro Nduro 8.0 & Haibike Dwnhll 9.0
Si, come no...bella teoria, forse copiata da Wikipedia, di cui evidentemente capisci però poco...Comunque, avete ragione contenti? Poi in realtà gli incendi negli incidenti di auto sono non rari, di più ancora, ma avete ragione e non insisto: non voglio togliervi l'illusione che il tutto elettrico sia la soluzione definitiva alla vaporiere a scoppio.
Per inciso, mi pare che su questo forum ci sia la fastidiosa tendenza a giudicare le persona non appena quello che scrive si discosta un poco dal pensiero comune, ragione per cui credo che non sia il posto giusto per confronti maturi.
Non sarà sicuramente la soluzione definitiva , nessuno per ora lo può affermare , di certo si può dire che è la soluzione più ecologica tra il motore termico e l’elettrico , se neghi anche questo mi arrendo .

p.s. La settimana scorsa ho fatto mangiare molta polvere ad un M3 , mi è quasi dispiaciuto
Sono vecchietto ma mi diverto ancora
Ad ogni modo devo usare anch’io ancora vaporiere
 
Ultima modifica: