Bipa trekking Bosch performance cx o active line plus?

mibe

Ebiker novello
17 Febbraio 2018
12
0
1
53
Trento
Bici
Frisbee Country
Ciao. Conosco le caratteristiche dei due motori in oggetto.
Al di là delle varie considerazioni mi interessa sapere quanto la differenza di nm (50 per uno e 75 per l'altro) si avverte in salita continuativa.
I 75 nm del cx servono e si avvertono praticamente solo in situazioni tipo fuoristrada in cui ci si trova a fare delle ripartenze da fermo in salita o con i cosidetti gradini dove il momento torcente in piu' ti dona quei cm fatali che ti fanno scavalcare l'ostacolo, oppure anche come resa/maggior spinta continua che si avverte in salita lunga con la medesima pendenza (oppure in questo tipo di utilizzo praticamente si equivalgono)?
In pratica a parità di parametri (stesso ciclista, stessa spinta sui pedali, ...) su una salita di pendenza continua alla stessa percentuale se cronometrassimo le due prove con i due motori togliendo i primi 100 metri in cui il CX, avendo più spunto da fermo, guadagnerebbe subito dei metri, il tempo sarebbe lo stesso?
 
Ultima modifica:

Mister D

Ebiker ex novello
15 Febbraio 2019
23
25
13
Trento
Bici
Haibike Sduro Fullnine RX
Ti riporto la mia esperienza con una Scott Sub Tour Unisex del 2016, motorizzata con Bosch Active vecchio tipo, quello con la coroncina piccola.
Con i rapporti di serie ho raggiunto, in Abruzzo, l'albergo di Campo Imperatore (2130 metri sulle pendici del Gran Sasso d'Italia) partendo da Castel del Monte (1346 metri) e attraversando tutto il bellissimo altopiano di Campo Imperatore, location del mitico "Trinità", il tutto con una batteria da 400 Ah.
Con i rapporti di serie (molto lunghi) ho sofferto parecchio, ma sono riuscito a completare il giro senza rimanere a secco. Con la stessa assistenza, quasi sempre sport, probabilmente con il Performance Line o con il Cx avrei finito la batteria prima di arrivare in cima.
Quindi certamente il consumo è minore.
Tornato a casa ho accorciato i rapporti montando una coroncina da 14 denti all'anteriore e un pacco Suntour 11-40 al posteriore ottenendo una pedalata molto più gradevole in salita ripida. La spinta rimane, comunque, molto più delicata, sia in partenza che durante la pedalata continua. È comunque gratificante e non faticosa se si utilizza il livello Turbo, ma il motore non ti "porta" come avviene sui motori Performance e CX.
Non conosco il comportamento del modello Active Plus attuale, tornato alla corona standard, ma se hanno mantenuto la taratura dell'Active precedente il comportamento potrebbe essere simile a quello che ti ho descritto.
Un saluto da Marco!:)
 

kilowatt

Ebiker grandissimus
25 Marzo 2018
1.305
567
113
Milano
Bici
Cube Stereo Hybrid 120 One 500 2018
A parità di tutti i parametri che hai detto dipende poi dal livello di assistenza impostato. Secondo il motore, i nm erogabili sono diversi. https://www.bosch-ebike.com/it/prodotti/drive-unit/
Mio parere personale. Considerato quel che ho appena linkato, la parità che citi non esiste. Perché se vai in turbo per es. col cx, il motore più potente ti aiuta di più a parità di spinta. Col cx, diciamo, hai piu riserva di potenza
 

cbike

Ebiker velocibus
7 Marzo 2017
458
244
43
36
udine
Bici
Moterra
Sono le % di assistenza differenti in modalità turbo a fare la differenza quindi il gap rimane.
Io la metterei sotto ad un altro punto di vista: il motore Active plus è studiato da Bosch specificatamente per il trekking, perché scegliere il performance cx? Oppure, quante volte nei tuoi giri "trekking" hai inserito la modalità turbo e quante invece hai pedalato a 30km/h?
Active plus senza dubbio su una trekking
 
  • Mi piace
Reactions: Nicotrev

mibe

Ebiker novello
17 Febbraio 2018
12
0
1
53
Trento
Bici
Frisbee Country
Sono d'accordo. Si deve inoltre tenere in considerazione anche gli altri parametri e le altre caratteristiche come la rumorosità, la pedalabilità a motore spento, il peso ... Fatti i conti con tutto ciò penso che per il mio utilizzo l'Active line plus sia il più adatto (anche perché dubito mi troverò a dover affrontare mai situazioni limite in cui avrò bisogno di una risposta più pronta del motore di qualche decimo di secondo).
Quello che cercavo di capire era se esistono o se qualcuno aveva mai fatto delle prove con i due motori a parità di condizioni (già questo è molto difficile perché avere le stesse bipa, con le stesse gomme alla medesima pressione di gonfiaggio, stesso pilota, ....) su una salita con pendenza continua uguale (tipo 500 metri o un chilometro) cronometrando a partire da 10 secondi dopo la partenza (in cui il Performance già avrebbe un vantaggio visto il miglior spunto da fermo) di quanti secondi (se c'è ne sono) il Performance la spunterebbe sul line plus. Se sono tipo due/tre secondi è trascurabile. Se sono 20 secondi molto meno.
 

cbike

Ebiker velocibus
7 Marzo 2017
458
244
43
36
udine
Bici
Moterra
E anche se fosse? Non siamo mica a fare le gare con queste bici...
 

mibe

Ebiker novello
17 Febbraio 2018
12
0
1
53
Trento
Bici
Frisbee Country
E anche se fosse? Non siamo mica a fare le gare con queste bici...
Infatti. Però io sono fatto così. Mi piace anche considerare la potenzialità delle cose. E quindi per forma mentis mi piace considerare questo aspetto e vedere che rilevanza ha per me prima di fare un acquisto.
 

Jack e-bike

Ebiker potentibus
15 Settembre 2016
984
614
93
Veneto
Bici
Sants full 27.5 plus
Infatti. Però io sono fatto così. Mi piace anche considerare la potenzialità delle cose. E quindi per forma mentis mi piace considerare questo aspetto e vedere che rilevanza ha per me prima di fare un acquisto.
Si, ma il telaio non deve essere di tipo slooping, il motore deve avere il torsiometro ma deve anche non averlo, forse è meglio un hub.. meglio il cx o l' active.. ma siamo sicuri che bosch è meglio o meglio Shimano, però il Brose ha fatto un motore da trekking, e poi c'è Olieds però anche il Bafang Max che però adesso è diverso. Ci sarebbe anche Yamaha che monta un inclinometro..
Venendo alla domanda per me la modalità mtb del cx va molto bene anche su strada perché il motore è più elastico.
L' active, almeno quello vecchio è onesto ma fa 450 w di picco. Usato ieri, per non sudare, ho messo turbo per fare una salita di tre km e comunque va peggio del Bpm se lo scopo è quello di fare poca fatica.
 

Bengi

Ebiker espertibus
24 Luglio 2017
504
335
63
Veneto
Bici
Cheyenne
Ciao. Conosco le caratteristiche dei due motori in oggetto.
Al di là delle varie considerazioni mi interessa sapere quanto la differenza di nm (50 per uno e 75 per l'altro) si avverte in salita continuativa.
I 75 nm del cx servono e si avvertono praticamente solo in situazioni tipo fuoristrada in cui ci si trova a fare delle ripartenze da fermo in salita o con i cosidetti gradini dove il momento torcente in piu' ti dona quei cm fatali che ti fanno scavalcare l'ostacolo, oppure anche come resa/maggior spinta continua che si avverte in salita lunga con la medesima pendenza (oppure in questo tipo di utilizzo praticamente si equivalgono)?
In pratica a parità di parametri (stesso ciclista, stessa spinta sui pedali, ...) su una salita di pendenza continua alla stessa percentuale se cronometrassimo le due prove con i due motori togliendo i primi 100 metri in cui il CX, avendo più spunto da fermo, guadagnerebbe subito dei metri, il tempo sarebbe lo stesso?
Se non ho interpretato male la tua domanda, mi sembra che in sintesi il tuo quesito sia sostanzialmente questo: in quali situazioni un motore neno coppioso puo' evidenziare dei limiti rispetto ad uno in grado di erogare una coppia significativamente (50%) superiore?
Il discorso sarebbe abbastanza articolato, ma riassumendo si puo' dire che una coppia elevata e' tanto piu' utile quanto piu' il biker intende fare un uso sportivo della bici. Nel senso che tutto quello che si fa con 75Nm si puo' fare anche con 50Nm solo in modo diverso (cioe' andando un po' piu' piano o meglio con accelerazioni inferiori e pedalata piu' agile).
Un motore meno coppioso da' la sensazione di essere meno "corposo", cioe' un po' piu' fiacco. Se sei molto allenato, abbastanza leggero e prediligi una pedalata agile questo non e' limitante, al contrario se non sei troppo allenato, se sei piuttosto corpulento e prediligi una pedalata a cadenze medio-basse ecco che si noteranno tutti i limiti di un motore meno performante.
Diciamo che la coppia elevata da piu' brio al motore, gli da ad es. la possibilita' di spingere bene anche alle basse cadenze (nei rilanci, nelle ripartenze e nei tracciati molto dissestati). Il motore meno coppioso per rendere al meglio ha bisogno di lavorare sempre nel suo range di regime ottimale il che richiede un uso piu' frequente del cambio.
In linea di principio, per ciclabili, sterrati, tracciati ondulati nei quali al 90% del tempo si viaggia a velocita' costante, 50Nm di coppia bastano e avanzano. Invece su tracciati sconnessi e ripidi tipici di molti percorsi montani dove i rallentamenti e le accelerazioni sono piu' frequenti, una coppia superiore rende piu' piacevole e performante l'ebike, specie se non si ha una ottima preparazione atletica che potrebbe sopperire ai limiti del motore.

P.S. Riguardo al tuo quesito finale, c'e' da dire che a parita' di % di assistenza, due bici a norma erogano una uguale potenza proporzionale al valore selezionato al manubrio COMPATIBILMENTE con la coppia erogabile dal motore. Cerco di spiegarmi. Se stiamo salendo a cadenze medio-alte, i due motori spingeranno allo stesso modo e i tempi saranno esattamente gli stessi.
Il discorso cambia se si pedala a cadenze medio-basse. In tal caso puo' succedere che il motore meno coppioso non sia in grado di erogare una spinta proporzionale a quella del ciclista. Questa minore spinta si nota solo in particolari situazioni e cioe' quando si selezionano assistenze elevate e si spinge molto sui pedali ...
 
Ultima modifica:

Ale2112

Ebiker ex novello
20 Settembre 2016
19
1
3
45
Salo'
Io ho avuto tutti e tre I motori active-performance-cx, la differenza tra active e performance cx si, sente ed e' notevole, l active plus non lo conosco ma credo non sia molto differente, in ogni caso si puo' fare tutto anche con l active ma ripeto la differenza c e'
 

SGLMRC

Ebiker pedalantibus
26 Settembre 2016
138
59
28
ARCO
Se non ho interpretato male la tua domanda, mi sembra che in sintesi il tuo quesito sia sostanzialmente questo: in quali situazioni un motore neno coppioso puo' evidenziare dei limiti rispetto ad uno in grado di erogare una coppia significativamente (50%) superiore?
Il discorso sarebbe abbastanza articolato, ma riassumendo si puo' dire che una coppia elevata e' tanto piu' utile quanto piu' il biker intende fare un uso sportivo della bici. Nel senso che tutto quello che si fa con 75Nm si puo' fare anche con 50Nm solo in modo diverso (cioe' andando un po' piu' piano o meglio con accelerazioni inferiori e pedalata piu' agile).
Un motore meno coppioso da' la sensazione di essere meno "corposo", cioe' un po' piu' fiacco. Se sei molto allenato, abbastanza leggero e prediligi una pedalata agile questo non e' limitante, al contrario se non sei troppo allenato, se sei piuttosto corpulento e prediligi una pedalata a cadenze medio-basse ecco che si noteranno tutti i limiti di un motore meno performante.
Diciamo che la coppia elevata da piu' brio al motore, gli da ad es. la possibilita' di spingere bene anche alle basse cadenze (nei rilanci, nelle ripartenze e nei tracciati molto dissestati). Il motore meno coppioso per rendere al meglio ha bisogno di lavorare sempre nel suo range di regime ottimale il che richiede un uso piu' frequente del cambio.
In linea di principio, per ciclabili, sterrati, tracciati ondulati nei quali al 90% del tempo si viaggia a velocita' costante, 50Nm di coppia bastano e avanzano. Invece su tracciati sconnessi e ripidi tipici di molti percorsi montani dove i rallentamenti e le accelerazioni sono piu' frequenti, una coppia superiore rende piu' piacevole e performante l'ebike, specie se non si ha una ottima preparazione atletica che potrebbe sopperire ai limiti del motore.

P.S. Riguardo al tuo quesito finale, c'e' da dire che a parita' di % di assistenza, due bici a norma erogano una uguale potenza proporzionale al valore selezionato al manubrio COMPATIBILMENTE con la coppia erogabile dal motore. Cerco di spiegarmi. Se stiamo salendo a cadenze medio-alte, i due motori spingeranno allo stesso modo e i tempi saranno esattamente gli stessi.
Il discorso cambia se si pedala a cadenze medio-basse. In tal caso puo' succedere che il motore meno coppioso non sia in grado di erogare una spinta proporzionale a quella del ciclista. Questa minore spinta si nota solo in particolari situazioni e cioe' quando si selezionano assistenze elevate e si spinge molto sui pedali ...
..............DA COMPETENTE IN MATERIA DIREI OTTIMA SPIEGAZIONE......
 
  • Mi piace
Reactions: Bengi

MTBfra

Ebiker ex novello
3 Giugno 2017
20
3
3
italia
Bici
nessuna
Di contro, almeno teoricamente, un motore con meno coppia (a parità di potenza e regolazioni del controllo) riesce ad avere un range di funzionamento a coppia costane più elevato, quindi a cadenze più alte.