modifiche codice della strada

emmellevu

Ebiker potentibus
15 Settembre 2016
887
631
93
57
Monza e Brianza
Bici
Haibike Xduro Full Fatsix 9.0
La competenza si misura con le affermazioni:

1) Le ebike "non fanno rumore e hanno una velocità più consistente rispetto alle classiche biciclette" (invece le ebike in regola con il codice - le altre non sono bike - su strada sono più lente delle altre bici, perchè pedalarle oltre i 25 km/h è molto duro visto che il motore stacca)

2) "L'introduzione della responsabilità civile consentirà di ridurre il peso sui cittadini a causa dei furti e dei sinistri causati proprio dalle stesse biciclette, tutelando al contempo gli interessi dei pedoni e dei ciclisti" (sarebbe interessante capire come l'introduzione della RC riuscirà a ridurre i furti)

Credo che non servano commenti.
 
  • Mi piace
Reactions: Bengi

angor

Ebiker pedalantibus
23 Novembre 2017
153
80
28
brescia
Bici
haibike sduro hardnine 4.0
questo è un testo buttato giù a qualche maniera, da una persona chiaramente ignorante in merito a quello di cui sta scrivento (a conferma è che abbia proposto un numero imprecisato di altri ddl che spaziano in tutti i settori), senza un minimo di approfondimento.

Il problema è che non cambia poi molto quando dal DDL si passa alle bozze di legge e poi al testo definitivo: sempre ignoranti sono le persone che se ne occupano e sempre approssimative sono le leggi che ne derivano. Del resto, c'è una ragione se ogni legge necessita di essere interpretato e chiarito da decine di circolari, chiarimenti, interpelli e, alla fine, sentenze per colmare i comunque sempre troppi buchi.

Riguardo al "contromano" e alla compresenza in generale tra bici e altri utenti, non ci si può affidare al buonsenso dei ciclisti per mantenere condizioni di sicurezza, perchè buona parte dei ciclisti non sanno nemmeno cosa sia il buonsenso.
 
  • Mi piace
Reactions: [Nuno]

sideman

Ebiker specialissimus
17 Settembre 2018
1.503
571
113
51
Firenze
Bici
Cannondale Trigger
A meno che tu non vada solo in bike Park, bene o male in tutti i giri capita di fare qualche tratto di strada, in ogni caso a meno di girare solo sul proprio terreno privato (o di chi ci ospita) anche sui sentieri si è tenuti a rispettare il codice della strada.

Inviato dal mio ASUS_X018D utilizzando Tapatalk
chiaro lo so....
mi potrà fermare qualche cacciatore....
 

balbo

Ebiker pedalantibus
7 Gennaio 2018
177
75
28
40
Bologna
Bici
Olympia
mah...penso sia proprio lo specchio della situazione attuale che stiamo vivendo...... confusione totale......CAOS.......:eek:
un pò mi fa paura questa situazione... ora... al di la del fatto che stanno toccando qualcosa che a noi interessa...vedi bici...:) mi impensierisce un pò tutto il resto che ruota attorno...tralasciando la politica che, oltre ad essere una regola del forum, anche a me non piace parlarne.... in questi ultimi anni noto un veloce e repentino cambiamento nel modo di vivere e comportarsi....le persone sono più 'cattivelle', permalose, oserei dire 'piantagrane..'
cioè noto una volontà alla discussione...in generale dico eh?... nei rapporti interpersonali sia professionali, parenti amici e conoscenti.... a volte mi pare che in certi forum, si è tornati più sinceri....e si parla più concretamente....come mai? mia sensazione personale eh...(tra l'altro un complimento a questo forum...) ma ho paura che stiamo perdendo un pò la capacità comunicativa diretta e ci abituiamo sempre più alla metodologia 'social'....
questo per dire che, comunque, tornando all'argomento..., le regole di convivenza ci devono essere....non basta dire io uso il buon senso...sarà anche vero che molti di noi ce lo mettono..ma le regole in una comunità ci vogliono...sennò è anarchia...
che poi stè regole spesso vengono usate come armi dai politici per farsi strada...o soldi per le casse dello stato...vabbè....questo è il vero problema......:mad:
ma le regole ci vogliono secondo me ...eccome...in ogni disciplina...sia essa professionale che extraprofessionale, amatoriale o agonistica....
un pò noi italiani ...siam poco inclini alle regole...e poi quando le mettono...facciamo un pò fatica accettarle...anche perchè in genere, si passa da un estremo all'altro...e spesso chi fa le regole non ne ha nemmeno un idea di cosa stia regolamentando..:mad::mad:
mi spiace ma io abito a pochi km dal confine svizzero...si mangerà male...ok... saran quadrati ok...ma di la per me si vive meglio...regole ben definite e rispetto..........

my due cents;)
Aggiungerei che oltre a definire delle regole serve farle rispettare. E inutile legiferare mettendo anche sanzioni salate o molto severe quando poi si ha quasi la certezza che nessuno vigilerà sulla loro applicazione effettiva
 

the tourist

Ebiker pedalantibus
24 Gennaio 2019
146
56
28
Trento
Bici
cube stereo hibryd 120 exc
L'importante è fare cassa per il governo, ma poi, casco assicurazione targa .... e perché no patentino per la bici elettrica con annessi e connessi.
Ma in che posto viviamo? :cold_sweat:
 

sideman

Ebiker specialissimus
17 Settembre 2018
1.503
571
113
51
Firenze
Bici
Cannondale Trigger
L'importante è fare cassa per il governo, ma poi, casco assicurazione targa .... e perché no patentino per la bici elettrica con annessi e connessi.
Ma in che posto viviamo? :cold_sweat:
vedrai se non si arriva anche a quello.
ripeto, il casco per me se si usa la bike in zone aperte al traffico dovrebbe essere obbligatorio da una vita, come sulle piste da neve
 
  • Mi piace
Reactions: DEKILLA64

Climber Snail

Ebiker pedalantibus
29 Ottobre 2018
148
31
28
41
Bologna
Bici
Whistle B-Rush plus LTD
Sono abbastanza convinto che comunque venga presa in considerazione.
È una tipica "genialata" italiana.
 

the tourist

Ebiker pedalantibus
24 Gennaio 2019
146
56
28
Trento
Bici
cube stereo hibryd 120 exc
È solo una proposta, ed è di un singolo dell'opposizione, non del governo
Dopo aver lavorato 30 anni presso uffici della motorizzazione resto convinto che quando se ne parla, anche a sproposito, di qualche novità al CDS prima o poi arriva, non importa da che parte nasce la proposta se serve a far cassa. Di esempi ce ne sono a decine, dalle anonime targhe alfa numeriche e quelle vecchie degli scooter per non parlare delle targhe doppie agricole ......
 

Luwolfu

Ebiker pedalantibus
11 Novembre 2018
132
19
18
36
Gallarate
Bici
Husqvarna MC7
Boh se vogliamo fare un parallelo con la Svizzera io credo che loro abbiano poche regole e scritte bene, chi sbaglia paga....noi ne abbiamo un sacco e scritte male... è il garantismo bellezza, quella filosofia che purtroppo ci perseguita dagli anni 70 credo e che fatta una regola c'è sempre un interpretazione diversa per scappottare la regola e fare sì che nessuno paghi. E proprio questa certezza di farla franca che ci ha culturalmente educati a fare di testa propria(proprio il contrario di quello per cui dovrebbe servire una regola o una serie di esse).

Vedi la storia delle multe per eccesso di velocità, se non dichiari chi guidava e hai soldi da spendere alla fine nessuno perde i punti, o vedi utilizzo dei droni(visto che l'altro giorno ne scrivevamo proprio sul forum) non si capisce mai cosa rientra e cosa no nella regola e poi c'è l'eccezione, e l'eccezione dell'eccezione.

E non mi voglio impelagare in aperture di attività commerciali, se non sei caparbio ti fanno passare la voglia subito....poi vai in un paese anglosassone e in 5 minuti apri un'azienda online e ti metti a fatturare....
 

paolos

Ebiker normalus
16 Novembre 2017
65
18
8
63
san severino
Bici
autocostruita
Insomma basta!!!! Gli Italiani stanno sempre a lamentarsi, non sono degni della loro casta politica! Questa proposta, scritta da un premio Nobel per la letteratura, vuole solo il bene dei ciclisti che non lo capiscono... Io propongo di mettere anche la visita di revisione annuale, anzi no semestrale, con annesso controllo dei fumi di scarico, prova freni, clacson frecce e fari; il tutto, ovviamente, con le consuete tasse, sovrattasse e contributi:imp:. --- cut del moderatore ---
Ma per favore!!!!!!!!!!!! :mad:
 
Ultima modifica di un moderatore:
  • Mi piace
Reactions: angor

angor

Ebiker pedalantibus
23 Novembre 2017
153
80
28
brescia
Bici
haibike sduro hardnine 4.0
in effetti non sarebbe male se anche le bici avessero il libretto di circolazione e facessero la revisione: so che molti ciclisti non solo cambiano le misure delle gomme previste dagli ingegneri, ma addirittura arrivano anche a cambiare i dischi dei freni!!!!!

io dico, come può un semplice ciclista pensare di montare un disco da 203 al posto di un 160? Pensa forse di saperne di più di un ingegnere, ad esempio della Haibike, che ha progettato il telaio per montare il freno da 160mm?

C'è poi chi sostituisce canotti delle selle, i pedali, i pignoni....un amico, addirittura, ha montato un 42 al posto del 36......e come ha calcolato che il telaio possa reggere uno sforzo superiore del 15%!?!? a occhio?

Per non parlare di portapacchi installati senza nulla osta delle case costruttrici della bici, che vanno ad alterare le condizioni di carico e di equilibrio della bici.

Poi le persone cadono, si rompono le bici, cadono nel burrone, esplodono, implodono....

No no...non va bene, serve più disciplina per il bene di tutta la comunità: libretto, revisione e patente per le bici di qualsiasi dimensione...ma come minimo.
Meglio sarebbe poi far pagare anche un bollo ecologico in base alla dimensione delle ruote, perchè una ruota da 29" consuma almeno il 40% di risorse e materiali in più rispetto ad una da 26", oltre che richiedere un telaio più grosso. Natualmente, serve buon senso anche nelle leggi, per cui darei una riduzione sotto i 18", perchè con 18" si può andare ovunque, e per non colpire troppo le bici dei bambini. Qualcosa di equo, tipo 20€ /anno sotto i 18", poi 5€ aggiuntivi ogni pollice sopra.
 
  • Mi piace
Reactions: [Nuno]

steka

Ebiker pedalantibus
15 Settembre 2018
138
76
28
Lugo di Vicenza
Bici
Kenevo 2019
in effetti non sarebbe male se anche le bici avessero il libretto di circolazione e facessero la revisione: so che molti ciclisti non solo cambiano le misure delle gomme previste dagli ingegneri, ma addirittura arrivano anche a cambiare i dischi dei freni!!!!!

io dico, come può un semplice ciclista pensare di montare un disco da 203 al posto di un 160? Pensa forse di saperne di più di un ingegnere, ad esempio della Haibike, che ha progettato il telaio per montare il freno da 160mm?

C'è poi chi sostituisce canotti delle selle, i pedali, i pignoni....un amico, addirittura, ha montato un 42 al posto del 36......e come ha calcolato che il telaio possa reggere uno sforzo superiore del 15%!?!? a occhio?

Per non parlare di portapacchi installati senza nulla osta delle case costruttrici della bici, che vanno ad alterare le condizioni di carico e di equilibrio della bici.

Poi le persone cadono, si rompono le bici, cadono nel burrone, esplodono, implodono....

No no...non va bene, serve più disciplina per il bene di tutta la comunità: libretto, revisione e patente per le bici di qualsiasi dimensione...ma come minimo.
Meglio sarebbe poi far pagare anche un bollo ecologico in base alla dimensione delle ruote, perchè una ruota da 29" consuma almeno il 40% di risorse e materiali in più rispetto ad una da 26", oltre che richiedere un telaio più grosso. Natualmente, serve buon senso anche nelle leggi, per cui darei una riduzione sotto i 18", perchè con 18" si può andare ovunque, e per non colpire troppo le bici dei bambini. Qualcosa di equo, tipo 20€ /anno sotto i 18", poi 5€ aggiuntivi ogni pollice sopra.
Scherzi vero?
Beh in effetti pensandoci oggi è il 1° aprile!!!
Buon Pesce d'Aprile a TUTTI