Specialized turbo levo Official Thread [Parte 4]

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

wally73

Ebiker velocibus
3 Luglio 2017
344
117
43
45
cesena
Bici
brraaaapppp
qualcuno ha mai provato, o sa se si può montare un ammortizzatore 216x63 sulla nuova turbo levo 2019? so che quello originale è 210x52,5... quindi un 210x55 non dovrebbe essere un problema, ma 216?
Il nuovo è metrico. A parte questo 6 mm un più di lunghezza si chiude lo sterzo. 10 mm in più di corsa vai a circa 180 di corsa posteriore. Spacchi il carro o la gomma contro il telaio....

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
 

mito68

Ebiker pedalantibus
17 Ottobre 2016
237
153
43
50
ferrara
Bici
cannondale scalpel 29 e Moterra AM3
Il nuovo è metrico. A parte questo 6 mm un più di lunghezza si chiude lo sterzo. 10 mm in più di corsa vai a circa 180 di corsa posteriore. Spacchi il carro o la gomma contro il telaio....

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
grazie per la puntualizzazione. stavo valutando eventuali ammo sostitutivi all'originale, ma non trovo praticamente niente. intanto, il RS deluxe RC di serie come va?
 

mito68

Ebiker pedalantibus
17 Ottobre 2016
237
153
43
50
ferrara
Bici
cannondale scalpel 29 e Moterra AM3
Miglior ammo ad aria per uso am secondo me Fox dpx2

Inviato dal mio SM-G960F utilizzando Tapatalk
si, è quello che ho ora sulla mia, ma non va bene come misure. però pike come forcella e fox dpx2 come ammortizzatore?!? non so mi piace avere l'accoppiata.
 

robikinkela

Ebiker normalus
9 Luglio 2018
87
129
33
55
Aosta IT
Bici
Specialized Turbolevo Comp 2019
Stumpy.jpg

Ciao a tutti. E' da qualche tempo, ormai, che pedalo sulla nuova Turbo Levo 2019, 1500 km. circa, più o meno dalla fine di Settembre, periodo nel quale l'ho presa, uno dei primi credo. E così vorrei fare quattro chiacchiere su questa bicicletta, così, senza nessuna presunzione, tanto per parlare un pò della passione che ci accomuna. Sono reduce da un bel giro, proprio oggi, graziato da questo clima che mi permette ancora di pedalare sulle strade, stradine e sentieri dietro casa (Valle d'Aosta) come se fosse fine Ottobre. Oggi mi sono fatto 1300 metri di dislivello in salita, parte su asfalto, parte su di una strada sterrata e poi anche in mezzo alla neve e al ghiaccio, cosa che non avrei mai potuto fare con un altra bicicletta. Già, perchè si parla molto di upgrade, di forcelle esclusive, ammortizzatori esoterici e quant'altro ma non si mette mai abbastanza l'accento sul divertimento che questa bicicletta procura, anche nella sua versione meno lussuosa. Io provengo da alcune decine di anni di strada, ed in bici ci vado pressochè ininterrottamente da che mio papà mi ha messo su un triciclo, e vi dico, in tutta onestà, che non mi sono mai divertito tanto in sella. Il periodo che si avvicina di più sono stati gli anni della prima Stumpjumper, una mtb in acciaio, montata Suntour, che mi divertivo a prendere sulle spalle per raggiungere gli innumerevoli colli valdostani per poi scendere sui sentieri che mi riportavano a valle. All'inizio di quest'anno ho mollato la bdc, non avevo più voglia, ormai le decine di migliaia di chilometri percorsi in valle e nei dintorni, più qualche ragguardevole escursione nei luoghi mitici del ciclismo (Mortirolo, Nove colli, ecc.) mi avevano portato ovunque e, francamente, mi ero un pò annoiato. Fino a Luglio non sono uscito e poi, incuriosito, ho provato la Levo 2018, e mi è tornato il sorriso stampato sulla faccia, dopo la salita fatta finalmente senza arrivare al lumicino per ciò che concerne le energie, ma soprattutto dopo la discesa, durante la quale non mi capacitavo di quanto la tecnica fosse progredita in questi anni... Sicchè, ho deciso di comprare la Levo, prima il modello 2018, che mi ha fatto da viatico, poi la 2019, bici di cui mi sono letteralmente innamorato.

levo.jpg

Ora non m'importa di affrontare le questioni squisitamente tecniche, è stato detto già tutto su questa bicicletta, ma un aspetto ci tengo a sottolineare:
la Levo è dannatamente divertente, e la 2019 lo è più della versione precedente, che va già benissimo. Questa bici sale dove non avrei mai sognato di arrampicarmi, divora letteralmente gli ostacoli, sia in salita che in discesa, è molto equilibrata, è sicura, robusta, bella e divertente, non mi stancherò mai di ripeterlo. Anche quando il motore si lamentava con quello sgradevole rumore tipico dei primi motori Brose fallati (il mio è stato prontamente sostituito in garanzia) le doti dinamiche della Levo ed il divertimento che ne conseguiva, superavano tutte le magagne, rendendo ugualmente la pedalata memorabile. Mi rendo conto che non si può generalizzare, ognuno vive la bicicletta come più gli aggrada, diverse sono le esperienze, le capacità, le energie ma c'è una cosa che non dovrebbe mai mancare ed è l'aspetto ludico, la gioia di prendere la bici, dopo averla guardata, controllata, ammirata, regolata; il primo colpo di pedale, l'idea di arrivare in quel posto, fare quella discesa, passare quell'ostacolo, migliorando ogni volta, ed arrivare alla fine del giro con quel sorriso ebete che possiamo capire solo noi, quelli che ce l'hanno stampato in volto, come me oggi.
 
Ultima modifica:

mito68

Ebiker pedalantibus
17 Ottobre 2016
237
153
43
50
ferrara
Bici
cannondale scalpel 29 e Moterra AM3
Vedi l'allegato 15575

Ciao a tutti. E' da qualche tempo, ormai, che pedalo sulla nuova Turbo Levo 2019, 1500 km. circa, più o meno dalla fine di Settembre, periodo nel quale l'ho presa, uno dei primi credo. E così vorrei fare quattro chiacchiere su questa bicicletta, così, senza nessuna presunzione, tanto per parlare un pò della passione che ci accomuna. Sono reduce da un bel giro, proprio oggi, graziato da questo clima che mi permette ancora di pedalare sulle strade, stradine e sentieri dietro casa (Valle d'Aosta) come se fosse fine Ottobre. Oggi mi sono fatto 1300 metri di dislivello in salita, parte su asfalto, parte su di una strada sterrata e poi anche in mezzo alla neve e al ghiaccio, cosa che non avrei mai potuto fare con un altra bicicletta. Già, perchè si parla molto di upgrade, di forcelle esclusive, ammortizzatori esoterici e quant'altro ma non si mette mai abbastanza l'accento sul divertimento che questa bicicletta procura, anche nella sua versione meno lussuosa. Io provengo da alcune decine di anni di strada, ed in bici ci vado pressochè ininterrottamente da che mio papà mi ha messo su un triciclo, e vi dico, in tutta onestà, che non mi sono mai divertito tanto in sella. Il periodo che si avvicina di più sono stati gli anni della prima Stumpjumper, una mtb in acciaio, montata Suntour, che mi divertivo a prendere sulle spalle per raggiungere gli innumerevoli colli valdostani per poi scendere sui sentieri che mi riportavano a valle. All'inizio di quest'anno ho mollato la bdc, non avevo più voglia, ormai le decine di migliaia di chilometri percorsi in valle e nei dintorni, più qualche ragguardevole escursione nei luoghi mitici del ciclismo (Mortirolo, Nove colli, ecc.) mi avevano portato ovunque e, francamente, mi ero un pò annoiato. Fino a Luglio non sono uscito e poi, incuriosito, ho provato la Levo 2018, e mi è tornato il sorriso stampato sulla faccia, dopo la salita fatta finalmente senza arrivare al lumicino per ciò che concerne le energie, ma soprattutto dopo la discesa, durante la quale non mi capacitavo di quanto la tecnica fosse progredita in questi anni... Sicchè, ho deciso di comprare la Levo, prima il modello 2018, che mi ha fatto da viatico, poi la 2019, bici di cui mi sono letteralmente innamorato.

Vedi l'allegato 15576

Ora non m'importa di affrontare le questioni squisitamente tecniche, è stato detto già tutto su questa bicicletta, ma un aspetto ci tengo a sottolineare:
la Levo è dannatamente divertente, e la 2019 lo è più della versione precedente, che va già benissimo. Questa bici sale dove non avrei mai sognato di arrampicarmi, divora letteralmente gli ostacoli, sia in salita che in discesa, è molto equilibrata, è sicura, robusta, bella e divertente, non mi stancherò mai di ripeterlo. Anche quando il motore si lamentava con quello sgradevole rumore tipico dei primi motori Brose fallati (il mio è stato prontamente sostituito in garanzia) le doti dinamiche della Levo ed il divertimento che ne conseguiva, superavano tutte le magagne, rendendo ugualmente la pedalata memorabile. Mi rendo conto che non si può generalizzare, ognuno vive la bicicletta come più gli aggrada, diverse sono le esperienze, le capacità, le energie ma c'è una cosa che non dovrebbe mai mancare ed è l'aspetto ludico, la gioia di prendere la bici, dopo averla guardata, controllata, ammirata, regolata; il primo colpo di pedale, l'idea di arrivare in quel posto, fare quella discesa, passare quell'ostacolo, migliorando ogni volta, ed arrivare alla fine del giro con quel sorriso ebete che possiamo capire solo noi, quelli che ce l'hanno stampato in volto, come me oggi.
bel post.. io non ce l'ho ancora quindi non posso dire come va. la sto aspettando, poi quando arriverà, sarà la mia seconde ebike e spero sia divertente come quella che ho ora, una moterra che mi ha fatto divertire e dato grandi soddisfazioni. la e bike anche per me è stato un grande passo avanti in termini di divertimento nei giri che faccio. mi piace esplorare nuovi percorsi e amo questo sport per quello che mi circonda quando sono in giro. per il minore sforzo, o il meno tempo che ci si mette a fare le salite ho triplicato i mt di dislivello e le percorrenze in montagna rispetto alla precedente muscolare e mi diverto di più. Mi piace anche però, personalizzarmi la bici con eventualmente freni con cui vado meglio o ammo o qualunque altra cosa. se poi provandola mi trovo, cerco di essere obiettivo e magari non cambio nulla... ma mentre aspetti fai mille considerazioni e ipotesi. poi quando ho una cosa con la quale mi trovo bene, mi ci affeziono e magari la tengo tanto tempo..
 

ginogino

Ebiker espertibus
28 Aprile 2018
591
147
43
53
Sarzana
Bici
ancona nessuna ebike-
.....io purtroppo sto ancora aspettando la mia nuova Comp Carbon 2019......:weary_face:
Qualcuno ha idea di quando il concessionario potrebbe consegnarmela ??
E poi: mi arriverà già con spugnetta e nuovo carter motore ???
Grazie
Quando ho ordinato la mia, per fine gennaio, il rivenditore mi ha detto che la seconda produzione arriverà già con il carter nuovo e spugnetta, resta da vedere se il problema del cambio motore, spugnetta e carter riscontrati sulla prime prodotte e già consegnate, ha ritardato in qualche modo la produzione della produzione successiva.
 

ginogino

Ebiker espertibus
28 Aprile 2018
591
147
43
53
Sarzana
Bici
ancona nessuna ebike-
si, è quello che ho ora sulla mia, ma non va bene come misure. però pike come forcella e fox dpx2 come ammortizzatore?!? non so mi piace avere l'accoppiata.
E' l'ammortizzatore che interessa anche a me, ma non c'è modo di recuperare quei due millimetri e mezzo, girando la bussola dell'ammortizzatore o con una sostitutiva.
 

roberto manenti

Ebiker velocibus
26 Novembre 2016
430
136
43
66
brescia
Bici
specialized levo comp carbon 2019
Vedi l'allegato 15575

Ciao a tutti. E' da qualche tempo, ormai, che pedalo sulla nuova Turbo Levo 2019, 1500 km. circa, più o meno dalla fine di Settembre, periodo nel quale l'ho presa, uno dei primi credo. E così vorrei fare quattro chiacchiere su questa bicicletta, così, senza nessuna presunzione, tanto per parlare un pò della passione che ci accomuna. Sono reduce da un bel giro, proprio oggi, graziato da questo clima che mi permette ancora di pedalare sulle strade, stradine e sentieri dietro casa (Valle d'Aosta) come se fosse fine Ottobre. Oggi mi sono fatto 1300 metri di dislivello in salita, parte su asfalto, parte su di una strada sterrata e poi anche in mezzo alla neve e al ghiaccio, cosa che non avrei mai potuto fare con un altra bicicletta. Già, perchè si parla molto di upgrade, di forcelle esclusive, ammortizzatori esoterici e quant'altro ma non si mette mai abbastanza l'accento sul divertimento che questa bicicletta procura, anche nella sua versione meno lussuosa. Io provengo da alcune decine di anni di strada, ed in bici ci vado pressochè ininterrottamente da che mio papà mi ha messo su un triciclo, e vi dico, in tutta onestà, che non mi sono mai divertito tanto in sella. Il periodo che si avvicina di più sono stati gli anni della prima Stumpjumper, una mtb in acciaio, montata Suntour, che mi divertivo a prendere sulle spalle per raggiungere gli innumerevoli colli valdostani per poi scendere sui sentieri che mi riportavano a valle. All'inizio di quest'anno ho mollato la bdc, non avevo più voglia, ormai le decine di migliaia di chilometri percorsi in valle e nei dintorni, più qualche ragguardevole escursione nei luoghi mitici del ciclismo (Mortirolo, Nove colli, ecc.) mi avevano portato ovunque e, francamente, mi ero un pò annoiato. Fino a Luglio non sono uscito e poi, incuriosito, ho provato la Levo 2018, e mi è tornato il sorriso stampato sulla faccia, dopo la salita fatta finalmente senza arrivare al lumicino per ciò che concerne le energie, ma soprattutto dopo la discesa, durante la quale non mi capacitavo di quanto la tecnica fosse progredita in questi anni... Sicchè, ho deciso di comprare la Levo, prima il modello 2018, che mi ha fatto da viatico, poi la 2019, bici di cui mi sono letteralmente innamorato.

Vedi l'allegato 15576

Ora non m'importa di affrontare le questioni squisitamente tecniche, è stato detto già tutto su questa bicicletta, ma un aspetto ci tengo a sottolineare:
la Levo è dannatamente divertente, e la 2019 lo è più della versione precedente, che va già benissimo. Questa bici sale dove non avrei mai sognato di arrampicarmi, divora letteralmente gli ostacoli, sia in salita che in discesa, è molto equilibrata, è sicura, robusta, bella e divertente, non mi stancherò mai di ripeterlo. Anche quando il motore si lamentava con quello sgradevole rumore tipico dei primi motori Brose fallati (il mio è stato prontamente sostituito in garanzia) le doti dinamiche della Levo ed il divertimento che ne conseguiva, superavano tutte le magagne, rendendo ugualmente la pedalata memorabile. Mi rendo conto che non si può generalizzare, ognuno vive la bicicletta come più gli aggrada, diverse sono le esperienze, le capacità, le energie ma c'è una cosa che non dovrebbe mai mancare ed è l'aspetto ludico, la gioia di prendere la bici, dopo averla guardata, controllata, ammirata, regolata; il primo colpo di pedale, l'idea di arrivare in quel posto, fare quella discesa, passare quell'ostacolo, migliorando ogni volta, ed arrivare alla fine del giro con quel sorriso ebete che possiamo capire solo noi, quelli che ce l'hanno stampato in volto, come me oggi.
ohhh finalmente uno che dice tutto quello che ho scritto in altre repliche e lo scrive benissimo grazie sono d'accordissimissimo
grazie
 

ducams4r

Redazione
Redazione
15 Settembre 2016
4.245
4.077
113
45
Finale Ligure
Bici
Cube Stereo Hybrid 160 HPA Action Team '16
20181218_135824-02.jpeg

Giro del 26/12:

Giro breve ma molto impegnativo, ho utilizzato esclusivamente TRAIL 50%-100pp, acc 60% shuttle 0%.
La prima salita di 8.65km con 900mt d+, su fondo sterrato compatto scorrevole, è stata percorsa in circa 50min con un'andatura allegra ma assolutamente rilassata, con un consumo di 39% della batteria.
Il giro è proseguito alternando discese con tratti pedalati e salite molto ripide che ho affrontato sempre con l'impostazione TRAIL. A fine giro il Garmin segnava 23km percorsi con circa 1600mtd+ ed un residuo batteria di 25%.

Ps: peso rider 76kg vestito, batteria da 700Wh, temperatura da 2° a 10° C.

VideoCapture_20181228-014608-01.jpeg
 

mito68

Ebiker pedalantibus
17 Ottobre 2016
237
153
43
50
ferrara
Bici
cannondale scalpel 29 e Moterra AM3
Vedi l'allegato 15589

Giro del 26/12:

Giro breve ma molto impegnativo, ho utilizzato esclusivamente TRAIL 50%-100pp, acc 60% shuttle 0%.
La prima salita di 8.65km con 900mt d+, su fondo sterrato compatto scorrevole, è stata percorsa in circa 50min con un'andatura allegra ma assolutamente rilassata, con un consumo di 39% della batteria.
Il giro è proseguito alternando discese con tratti pedalati e salite molto ripide che ho affrontato sempre con l'impostazione TRAIL. A fine giro il Garmin segnava 23km percorsi con circa 1600mtd+ ed un residuo batteria di 25%.

Ps: peso rider 76kg vestito, batteria da 700Wh, temperatura da 2° a 10° C.

Vedi l'allegato 15588
Non è tanto.. pensavo di più con una batteria da 700..
 

ducams4r

Redazione
Redazione
15 Settembre 2016
4.245
4.077
113
45
Finale Ligure
Bici
Cube Stereo Hybrid 160 HPA Action Team '16
Non è tanto.. pensavo di più con una batteria da 700..
Con il 25% residuo sarei riuscito a percorre ancora più di 400 mt d+, sempre con le solite impostazioni.

Ho condiviso il giro con un amico con una Cube Stereo Bosch CX batteria da 500Wh, lui ha utilizzato molto EMTB ma anche tanto ECO, ha finito la batteria a pochi metri dal punto di arrivo. In pratica abbiamo avuto lo stesso consumo, ma io ho faticato molto meno!
 
  • Mi piace
Reactions: Mike and Rick
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.