Nuova mappa del Finalese con 120 sentieri e tracce GPS

[Comunicato stampa] La mappa, che conta ben 120 percorsi specifici per la mountain bike, comprende alcuni sentieri in salita che sono stati disegnati per la prima volta in Italia appositamente per le ebike. Con la crescente popolarità delle ebike, questa decisione è stata fatta per non dividere i trail completamente, ma per creare dei trail direzionali dove le ebike possono essere sfruttate al meglio in salita. Questo significa le ebike possono prendere il massimo dal vasto network di trail del finalese, divertendosi in salita come in discesa.

La nuova mappa è anche più ampia rispetto al passato e include la regione di Spotorno a est e quella di Pietra Ligure a Ovest.

La mappa comprende trail di tutti livelli, da percorsi per i principianti alle prime armi fino ad alcune delle più tecniche e impegative prove speciali di gara. Finale ha ospitato l’Enduro World Series (EWS) ogni anno dalla sua nascita, nel 2013, e la nuova mappa mostra tutte le prove speciali corse negli ultimi 6 anni della serie.

Disegnata e prodotta dall’Associazione Bike Hotel di Finale, una organizzazione locale che aiuta a sviluppare, mantenere e promuovere la mtb nell’area, la mappa è stata rilasciata proprio nel weekend di gara di questo finale di stagione, il Bluegrass FinalEnduro powered by SRAM, che vede i 500 migliori biker al mondo affollare il paese di Finale Ligure per poter includere anche i sentieri di gara del 2018.

Qui trovate la mappa, e qui le tracce GPS.

9 risposte a Nuova mappa del Finalese con 120 sentieri e tracce GPS

  1. e-runza70 28/09/2018 at 12:02 #

    Ottimo

  2. valium64 28/09/2018 at 12:06 #

    Se sono avanti… complimenti!

  3. albertoalp 28/09/2018 at 12:12 #

    Bravissimi! In Italia ora ci sono quindi due zone distinte per tecnica e panorami: territorio dolomitico (famiglie, escursioni…) e Finalese (più tecnico ed enduristico). Per entrambe le zone ottima promozione per un turismo senza interruzioni tutto l'anno.

  4. valium64 28/09/2018 at 12:45 #

    Guardando la cartina per ora poca roba, però l'importante è che abbiano iniziato a muovere i primi passi e che il gradimento sia sufficientemente buono da indurre loro a aumentarne il numero e altri a seguire la stessa strada.

  5. Auanagana 28/09/2018 at 14:17 #

    Guardando la cartina per ora poca roba, però l'importante è che abbiano iniziato a muovere i primi passi e che il gradimento sia sufficientemente buono da indurre loro a aumentarne il numero e altri a seguire la stessa strada.

    Poca roba spero tu intenda i percorsi ebike dedicati…
    Perche' di discese ci puoi stare 10 gg senza mai fare le stesse…:cool:

  6. valium64 28/09/2018 at 14:29 #

    Mi sembrava scontato… visto il tema della discussione e dell'articolo.

  7. gipipa 28/09/2018 at 15:05 #

    beh, io la zona la conosco molto bene, e a parte le tracce specifiche per e-mtb ci sono molti altri percorsi interessanti per le elettriche
    direi la stragrande maggioranza
    e in più vi sono un infinità di altri possibili itinerari e varianti
    oltre a numerose altre zone limitrofe, come bardineto/calizzano e la val bormida o l'immediato entroterra di savona e la conca verde
    con l'autonomia delle elettriche l'area di possibile interesse si espande

  8. Edilove 22/10/2018 at 20:19 #

    Buonasera a tutti
    Andavamo tanti anni fa, organizzati con un pikup, v10 e tutte a manetta, poi i primi furgoni, ora la coda.
    Sono anni che non vado, ci siamo spostati su Diano o Sestri, troppo business a Finale, peccato posto fantastico, ricordi da pivello
    Ah gran bell’articolo, complimenti

  9. ducams4r 22/10/2018 at 21:52 #

    Buonasera a tutti
    Andavamo tanti anni fa, organizzati con un pikup, v10 e tutte a manetta, poi i primi furgoni, ora la coda.
    Sono anni che non vado, ci siamo spostati su Diano o Sestri, troppo business a Finale, peccato posto fantastico, ricordi da pivello
    Ah gran bell'articolo, complimenti

    In linea di massima sono d'accordo con te, ma il finalese vissuto con una emtb è tutt'altra cosa.

  10. albertoalp 22/10/2018 at 22:23 #

    È vero. Con la emtb è fantastico. Mi ricordo due anni fa in inverno, sono salito alla Nato con la neve, mentre dei tedeschi salivano su asfalto con il furgone. Incrociato caprioli e poi nella nebbia scendendo io e il mio amico ci siamo trovati a scendere nel bosco a volte con la neve ad altezza cintola…:joy::joy:

Lascia un commento


Vai alla barra degli strumenti