[Test] Casco Bell Super DH

Bell è uno storico marchio americano fondato in California negli anni ’50, che annovera nel proprio catalogo diverse tipologie di caschi, a partire da modelli specifici per il motorsport fino ad arrivare a quelli da bici corsa e MTB. I caschi Bell sono distribuiti in Italia da Larm che ci ha gentilmente fornito il Super DH oggetto del nostro test.

20180901_110641_hdr

Bell è stato uno dei primi produttori a presentare sul mercato un casco con mentoniera staccabile, un prodotto che aveva come scopo principale la versatilità e la maggiore sicurezza rispetto ai caschi aperti comunemente utilizzati. In pochi istanti si poteva passare da un leggero e arieggiato caschetto da trail ad un più robusto e sicuro full-face. Ormai sono passati diversi anni e ad affiancare i modelli Super 2r e Super 3r è arrivato il Super DH, l’unico della gamma che ha ottenuto l’omologazione per essere utilizzato nelle gare di DH, quindi lo possiamo definire un integrale a tutti gli effetti, con la possibilità di staccare la mentoniera.

20180901_111524_hdr-01

In sintesi

Tipologia: modulare.
Utilizzo ideale: all mountain / park / DH.
Omologazione: ASTM F-1952-15, ASTM F2032-15, CE EN1078, CPSC Bicycle.
Colori: 7, disponibili in Italia 5.
Fori di ventilazione: 17 sulla calotta e 4 sulla mentoniera.
MIPS: Si, spherical
Chiusura: Fidlock magnetica.
Visiera regolabile: Si, per alloggiare la maschera.
Taglie disponibili: S (52/56), M (55/59), L (58/62).
Peso taglia M: 888 g completo, 480 g senza mentoniera, 408 g la mentoniera.
Accessori in dotazione: attacco per action cam, sacca copricasco, guancette più spesse.
Prezzo di listino: 299€.
Prezzi online

collagemaker_20180915_054533411

Caratteristiche e calzata

Il casco è costruito con la tecnologia fusion in-molding con guscio in policarbonato, ed è dotato di MIPS Spherical. La particolarità di questo sistema risiede nella costruzione interna, di fatto è costituito da due calotte sferiche che sono libere di ruotare una all’interno dell’altra. Questa soluzione permette una rotazione di alcuni gradi della parte esterna rispetto a quella interna aiutando a dissipare gli urti e a limitare le pericolose sollecitazioni trasmesse al collo del rider in caso di impatto. Durante il riding si possono avvertire degli scricchiolii dovuti allo sfregamento tra le due calotte e all’accoppiamento tra la mentoniera e la parte superiore del casco che personalmente non ho mai ritenuto particolarmente fastidiosi.

La visiera di lunghezza media non interferisce mai con la visuale ed è facilmente regolabile per poter alloggiare la maschera durante le pause.

Il casco prevede un sistema di ritenzione con regolazione occipitale molto efficace, modificabile su quattro posizioni per meglio adattarsi alla conformazione cranica del rider. Con la rotellina posteriore si può stringere la calzata per far aderire al meglio il sistema alla nostra testa, evitando movimenti indesiderati del casco durante le fasi di riding. Il cinghietto sotto gola risulta morbido e sottile, aderisce bene al viso e non crea fastidi nella zona della mandibola. Molto pratica la chiusura Fidlock , che non ha mai perso la regolazione iniziale e si può aprire velocemente anche utilizzando una sola mano.

Il casco ha un ottimo bilanciamento sulla testa, da l’impressione di essere molto più leggero di quanto indicato dalla bilancia. La calzata è comoda anche dopo molte ore e non ho notato nessun fastidioso punto di pressione, le imbottiture sono fresche, non troppo voluminose e dotate di un trattamento antibatterico.

La conformazione della parte interna della calotta del Super DH lascia un ampio spazio per le aste degli occhiali che non interferiscono ne con i cinghietti né con il sistema di ritenzione.

collagemaker_20180917_033001466

Per traformare il Super DH da integrale a open face basterà aprire le due chiusure metalliche poste in prossimità delle tempie e quella posteriore, poi separare le due parti. Dopo aver preso un minimo di confidenza con la procedura da eseguire risulterà facile e veloce attuarla anche con il casco calzato.

In dotazione con il casco viene fornito anche un attacco per montare una action cam o una luce per le notturne: va posizionato all’interno della presa d’aria centrale sulla sommità della calotta. La colorazione del casco che mi è stato inviato è molto gradevole, non troppo appariscente, con una finitura opaca piuttosto resistente. Nonostante l’uso intenso degli ultimi mesi e qualche urto con rami  e vegetazione risulta praticamente intatto.

collagemaker_20180917_033630239

Gestione del sudore e del calore

Le imbottiture in X-Static, pur essendo sottili, assorbono molto bene il sudore e lo convogliano verso il centro della fonte dove una spugnetta che sporge dal bordo frontale del casco lo trattiene evitando che goccioli sul viso o sugli occhiali. Basterà toccare la spugnetta con le dita per far gocciolare il sudore, un sistema davvero efficace per chi come me ha una sudorazione abbondante. In dotazione con il casco vengono fornite due coppie di guancette di spessori diversi che si agganciano alla mentoniera tramite clip. Tutte le imbottiture sono facilmente staccabili e lavabili.

La calotta esterna presenta ben 17 fori per la ventilazione che creano, coaudiuvati dagli ampi canali interni, un buon ricircolo d’aria, mantenedo la testa del rider ben ventilata anche nelle giornate più calde. La mentoniera presenta 4 fori per aiutare la respirazione che, pur non essendo molto ampi, non danno mai la sensazione di soffocamento che spesso si avverte con i classici integrali. Va segnalato che i due fori centrali davanti alla bocca sono privi di retina di protezione.

collagemaker_20180917_034603727

La possibilità di staccare la mentoniera ci permette di gestirne al meglio l’utilizzo senza rinunce in termini di sicurezza. In salita o durante i trasferimenti più lunghi si può utilizzare il casco come un classico open face riponendo la mentoniera in uno zaino o agganciandola ad un marsupio, beneficiando di una maggiore areazione sul volto, guance ed orecchie.

collagemaker_20180917_030108480

Conclusioni

Per chi utilizza in maniera sportiva la propria e-mtb questo casco è davvero un prodotto azzeccato: combina la leggerezza, aereazione e protezione di un casco aperto da tenere in testa per tutta l’uscita alla sicurezza di un casco integrale omologato da indossare in discesa o su trail particolarmente tecnici ed impegnativi. Il Bell Super DH risulta sempre comodo e piacevole da tenere indossato. Nonostante il caldo che si è registrato questa estate, con temperature ampiamente oltre i 35°, non ho mai rinunciato alla sicurezza e alla versatilità del Super DH. Spesso sono stato tentato di lasciare a casa la mentoniera, ma alla fine l’ho sempre portata con me e utilizzata durante la discesa.

Non ho mai amato gli integrali classici per via del peso e della scarsa areazione, ma posso tranquillamente dire che dopo diversi mesi di utilizzo questo casco è diventato un accessorio al quale difficilmente potrò rinunciare.

 

20180729_101211_011-01

20180708_122749_013-01

pic2gif_20180917_021057

Bell

LARM S.p.A

, , ,

38 risposte a [Test] Casco Bell Super DH

  1. tostarello 17/09/2018 at 10:23 #

    in passato hai avuto modo di usare  il bell super (2 o 3)? se si, pensi valga la pena cambiarlo passare al super dh?

  2. Auanagana 17/09/2018 at 11:01 #

    Io ho avuto il super 2 per quasi 3 anni e adesso da un pò di mesi il Super Dh…si vale la pena..è più robusto da chiuso e anche più confortevole in testa anche da aperto.
    L'unico svantaggio rispetto al super 2 o 3 è la dimensione della mentoniera, abbastanza più ingombrante da trasportare e con qualche grammo di peso in più..

  3. albeoi 17/09/2018 at 11:20 #

    Da possessore del Bell Super 3R Mips mi lascia molto perplesso che continuino ad utilizzare quel sistema di chiusura sulla nuca che tende ad aprirsi/allentarsi con estrema facilità, alla minima pressione si allenta.
    Certo che spendere quasi 200 € e a seguito di una caduta a bassa velocità dover sostituire il sistema di chiusura sulla nuca perchè si è rotto non è il massimo, vuol dire che anche a impatti di piccola entità il casco non resta esattamente nella posizione in cui dovrebbe stare.
    Successivamente ho acquistato un nuovo sistema di fissaggio e anche questo risulta debole, oltre al fatto che non è stato neanche montato perfettamente. In confronto un meccanismo di chiusura simile su un casco da 50 € risulta saldissimo.

  4. marco 17/09/2018 at 11:36 #

    Certo che spendere quasi 200 € e a seguito di una caduta a bassa velocità dover sostituire il sistema di chiusura sulla nuca perchè si è rotto non è il massimo, vuol dire che anche a impatti di piccola entità il casco non resta esattamente nella posizione in cui dovrebbe stare.

    Una "piccola" caduta è sufficiente per compromettere la struttura di un casco (basta che ti cada di mano sul pavimento duro), d'altronde sono costruiti per dissipare l'energia, non per restare intonsi e trasmetterla alla testa. È lo stesso principio delle auto moderne.

  5. ducams4r 17/09/2018 at 11:56 #

    in passato hai avuto modo di usare  il bell super (2 o 3)? se si, pensi valga la pena cambiarlo passare al super dh?

    Non ho mai posseduto i precedenti modelli ma li avevo provati in negozio, però non mi avevano convinto principalmente a livello di comfort e ritenzione occipitale, mi piacciono i caschi che stanno fermi e che fasciano molto sia la testa che le guance nel caso degli integrali.

  6. albeoi 17/09/2018 at 11:57 #

    Una "piccola" caduta è sufficiente per compromettere la struttura di un casco (basta che ti cada di mano sul pavimento duro), d'altronde sono costruiti per dissipare l'energia, non per restare intonsi e trasmetterla alla testa. È lo stesso principio delle auto moderne.

    Il concetto di "piccola caduta" è relativo e capisco che il casco debba deformarsi per dissipare la forza dell'impatto ma se al momento dello stesso il meccanissmo, che risulta debole, fa ruotare in parte la testa all'interno del casco non è potenzialmente pericoloso?

  7. e-runza70 17/09/2018 at 11:59 #

    L’ho preso da poco l’unica cosa che mi lascia perplesso e la chiusura posteriore, non è così semplice ed immediato da chiudere aprire correttamente almeno nel mio esemplare.

  8. CORSARO 17/09/2018 at 12:05 #

    ma il giro switchblade l'avete provato?

    Non ho mai posseduto i precedenti modelli ma li avevo provati in negozio, però non mi avevano convinto principalmente a livello di comfort e ritenzione occipitale, mi piacciono i caschi che stanno fermi e che fasciano molto sia la testa che le guance nel caso degli integrali.

    hai provato il giro?

  9. marco 17/09/2018 at 12:34 #

    Il concetto di "piccola caduta" è relativo e capisco che il casco debba deformarsi per dissipare la forza dell'impatto ma se al momento dello stesso il meccanissmo, che risulta debole, fa ruotare in parte la testa all'interno del casco non è potenzialmente pericoloso?

    piccola caduta = ti cade di mano sull'asfalto e cade sul punto sbagliato.
    Se ti si gira in testa non è che la taglia è sbagliata?

  10. Auanagana 17/09/2018 at 12:37 #

    Il meccanismo che fa ruotare la testa dentro il casco e' il mips ( e similari) e serve come "salva cervello" in caso di impatto…l' importante e' che ruoti l' intelaiatura mips dentro il casco e non la testa dentro il mips..in tal caso la taglia e' sbagliata ..:blush:

  11. albeoi 17/09/2018 at 12:50 #

    piccola caduta = ti cade di mano sull'asfalto e cade sul punto sbagliato.
    Se ti si gira in testa non è che la taglia è sbagliata?

    La taglia è giustissima, con quella più stretta la testa non entrava, comunque intendevo una leggera rotazione del casco all'insù dovuta allo sgancio o all'allentamento del meccanismo di chiusura.
    Ho aperto il meccanissmo che si è rotto ed ho notato che il tutto è tenuto insieme da una minuscola plastica a forma di svastica che viste le dimensioni estremamente ridotte si deforma e fa saltare il blocco della rotella di regolazione.
    Magari è normale che sia così…

  12. ducams4r 17/09/2018 at 13:29 #

    ma il giro switchblade l'avete provato?

    hai provato il giro?

    Solo staticamente in negozio, ben fatto anche quello ma lo avevo accantonato per via del peso e della possibilità di staccare solo la parte anteriore della mentoniera, ho temuto che fosse troppo caldo per l'estate.

  13. ducams4r 17/09/2018 at 13:37 #

    La taglia è giustissima, con quella più stretta la testa non entrava, comunque intendevo una leggera rotazione del casco all'insù dovuta allo sgancio o all'allentamento del meccanismo di chiusura.
    Ho aperto il meccanissmo che si è rotto ed ho notato che il tutto è tenuto insieme da una minuscola plastica a forma di svastica che viste le dimensioni estremamente ridotte si deforma e fa saltare il blocco della rotella di regolazione.
    Magari è normale che sia così…

    A me non è mai successo, anzi il serrando bene la rotella posteriore il casco rimane praticamente immobile, anche simulando un urto con la mano da sotto la metoniera verso l'alto non si hanno praticamente rotazioni e il sistema non perde tensione.
    Hai provato a regolare in altezza il sistema di ritenzione?

  14. Spacepadrino 17/09/2018 at 13:50 #

    Io ormai lo uso da tre mesi, sono molto contento, continuo a sostenere che i 260 euro sborsati per l’acquisto sono eccessivi, per la qualità finale del prodotto. Ad esempio a me è arrivato con due strep in velcro della calotta, mancanti che ho dovuto reinstallare io, c’è anche una sovrabbondanza di colla qua e la.

    Avrei potuto mandarlo indietro ma avevo paura che non mi avrebbero ridato lo stesso casco (ho la versione FASTHOUSE).

    Diciamo che ora che si riesce a trovare anche a 200 € il prezzo si avvicina maggiormente a quello che realmente ti viene dato.

  15. albeoi 17/09/2018 at 14:03 #

    Hai provato a regolare in altezza il sistema di ritenzione?

    Provato nelle 3 posizioni senza differenze, altra cosa che non so se è rilevante è il fatto che se tolgo il casco senza allentare la rotella, il meccanismo si smolla lo stesso, ma non lo fa ruotando la rotella ma facendo scorrere a forza i denti all'interno del meccanismo, lo si percepisce anche dal rumore. Se lo trovo faccio 2 foto.

  16. 01coccobet 17/09/2018 at 18:24 #

    vado OT un pochino,
    come si confronta con il Troy Lee Design Stage?
    Mi interessano entrambi e non so scegliere.

  17. Auanagana 17/09/2018 at 18:52 #

    vado OT un pochino,
    come si confronta con il Troy Lee Design Stage?
    Mi interessano entrambi e non so scegliere.

    Come fai a confrontarli? Sul troy lee la mentoniera non si leva..semmai puoi confrontarlo col Fox o col Met Parachute

  18. 01coccobet 17/09/2018 at 19:48 #

    Li vorrei confrontare perché cerco il casco molto solido e sicuro,ma leggero e ventilato.
    La mentoniera smontabile è solo una opzione,che difficilmente smonterei.
    Io cerco qualcosa meno caldo del mio Airoh
    Se resiste e/o è comoda,perché no?!?

  19. Sisu7 04/10/2018 at 15:14 #

    Ciao a tutti, personalmente ho provato il casco citato nel test e penso che sia molto comodo e ben riuscito,
    Però visto anche il suo costo, prima di procedere all’acquisto, vorrei chiedere un parere sul gancio posteriore di fissaggio della mentoniera.
    A me è sembrato che, rispetto agli altri ganci, che sono tutte in alluminio, quest’ultima è in plastica e (in termini meccanici) con molti punti critici di rottura.
    La mia paura è che dopo poco tempo questa plastica che costituisce l’ancoraggio posteriore possa: o infragilirsi a causa del deterioramento della plastica o snervarsi e perdere il serraggio

    Cosa ne pensate?

    Grazie in anticipo.

  20. valium64 04/10/2018 at 15:34 #

    Qualsiasi punto di aggancio e sgancio o per resistenza meccanica dei materiali o semplicemente per possibilità di apertura rappresentano dei punti deboli che si vanno a sommare alla minor rigidità strutturale di una mentoniera estraibile rispetto a una struttura unica.

    Personalmente giri lunghi pedalati dove in salita ci sono necessità di avere il casco o non si conosce il percorso porto un casco aperto per salire con quello integrale legato allo zaino o al manubrio e a scendere lì inverto, altrimenti se le salite le conosco e non presentano pericoli salgo senza e mi metto l'integrale prima di scendere.

  21. e-runza70 04/10/2018 at 15:59 #

    Ciao a tutti, personalmente ho provato il casco citato nel test e penso che sia molto comodo e ben riuscito,
    Però visto anche il suo costo, prima di procedere all'acquisto, vorrei chiedere un parere sul gancio posteriore di fissaggio della mentoniera.
    A me è sembrato che, rispetto agli altri ganci, che sono tutte in alluminio, quest'ultima è in plastica e (in termini meccanici) con molti punti critici di rottura.
    La mia paura è che dopo poco tempo questa plastica che costituisce l'ancoraggio posteriore possa: o infragilirsi a causa del deterioramento della plastica o snervarsi e perdere il serraggio
    Cosa ne pensate?
    Grazie in anticipo.

    Io il super dh l'ho da qualche mese, lo stò usando, salgo senza mentoniera e scendo con l'integrale, all'inizio l'apertura del gancetto dietro mi ha dato qualche problema era nuovo e durissimo ora và meglio non nascondo che ho già pensato più di una volta che sia un punto debole, vedrò con il tempo se è durevole, mi pare un buon casco abbastanza ventilato ma quando è caldissimo 30° è dura tenerlo a salire, in condizioni normali con temperature più miti si sopporta bene, rispetto un integrale fisso a me ha dato l'impressione di non essere ugualmente robusto ma è normale e sono solo mie impressioni, anche a me è capitato di salire senza casco ma comunque si rischia sempre comunque di tirare una stupida capocciata in terra o alla peggio essere investiti da qualcuno, questa soluzione del casco smontabile ti dà la possibilità non da poco di salire con un casco leggero e scendere con un integrale senza doverne portare due appresso. Ho un Bell integrale un jet Troy lee, questo l'ho preso per sostituire il Met Paracadute modello vecchio con mentoniera staccabile ventilatissimo e leggero ma che non offre più uno standard di sicurezza accettabile.
    Il prezzo è alto ma se si cerca e pazienta a volte escono delle occasioni attorno ai 200, io ho 57 di capoccia ho preso M e và bene.
    Dimenticavo quando si fissa la mentoniera, lateralmente và ad impegnarsi su delle sfinestrature abbastanza lunghe che lo rendono particolarmente fisso e stabile, una volta tirati i ganci diventa un unico blocco.

  22. ducams4r 04/10/2018 at 16:04 #

    La mia paura è che dopo poco tempo questa plastica che costituisce l'ancoraggio posteriore possa: o infragilirsi a causa del deterioramento della plastica o snervarsi e perdere il serraggio

    Cosa ne pensate?

    Grazie in anticipo.

    L'ancoraggio avviene su tre punti, contemporaneamente, e il gancio posteriore non funziona in trazione ma in spinta, i due ganci "veri", che tengono insieme mentoniera e calotta, sono in realta le due prese d'aria posteriori, il sistema è molto più saldo e comlesso di quanto si pensi. Credo sia improbabile che possa succedere quello che tu temi.
    Rispetto ad un integrale classico andrà sicuramente trattato con maggiore attenzione e cura.

  23. ducams4r 04/10/2018 at 16:21 #

    Io il super dh l'ho da qualche mese, lo stò usando, salgo senza mentoniera e scendo con l'integrale, all'inizio l'apertura del gancetto dietro mi ha dato qualche problema era nuovo e durissimo ora và meglio non nascondo che ho già pensato più di una volta che sia un punto debole, vedrò con il tempo se è durevole,

    Hai verificato che siano ancora presenti 2 piccoli spessori di gomma adesiva in prossimità del gancio posteriore?

  24. e-runza70 04/10/2018 at 16:27 #

    Stasera controllo.

  25. Sisu7 04/10/2018 at 16:56 #

    Grazie a tutti procedo con l’acquisto!
    perché il fardello dell’integrale mi spinge spesso e volentieri a mettere il jet ed è un rischio che non ritengo che si debba affrontare.

    Buon riding a tutti…

  26. e-runza70 05/10/2018 at 08:51 #

    Ho controllato i "gommini" in prossimità del gancio posteriore sono al loro posto, per rassicurare ho verificato e i ganci a leva sono in metallo presumo alluminio o similare.

  27. zorro77 05/10/2018 at 08:59 #

    lo uso da primavera, per me è promosso, grazie al cielo non ho tirato craniate significative, ma posso dire che è molto ventilato anche con la mentoniera, leggero e confortevole, la mia fidanzata ha il super 3r e non mi sta affatto comodo in testa quello, quindi prima di comprarlo consiglio di provarlo!! ciao

  28. Francis1 05/10/2018 at 09:40 #

    Ma certo, i ganci sono metallici e il loro alloggiamento anche……ci mancherebbe altro…..è un casco con certificazione dh: con gancetti di plastica non credo proprio passerebbe i test per la certificazione ASTM1952 (che prevede uno specifico test sulla resistenza della mentoniera)…..

  29. Dema21 10/10/2018 at 06:05 #

    Come scritto in altro post…
    Mi avete convinto!
    Provato e ordinato!
    Vero non costa poco ma a confronto di altri mi sembra che valga la pena per avere sempre il casco in testa… salita e discesa!
    Ora lo testo con calma e poi vi dirò le mie impressioni visto che è la prima volta che mi avvicino ad un casco integrale…

    Dema

  30. Gasate 10/10/2018 at 21:08 #

    Io fino ad un mese fa usavo il Met parachute modello vecchio, avevo idea di cambiarlo per raggiunti limiti di età. Ora per problemi economici vado in giro con due caschi, il Met senza mentoniera e l'integrale attaccato allo zaino.
    Poi vediamo più avanti quando troviamo i fondi….

    Sent from my FEVER using EMTB MAG mobile app

  31. ducams4r 11/10/2018 at 01:38 #

    Io fino ad un mese fa usavo il Met parachute modello vecchio, avevo idea di cambiarlo per raggiunti limiti di età. Ora per problemi economici vado in giro con due caschi, il Met senza mentoniera e l'integrale attaccato allo zaino.
    Poi vediamo più avanti quando troviamo i fondi….

    Quella del doppio casco è una soluzione che non mi è mai piaciuta, oltre al peso dell'integrale che ti porti sulla schiena in salita, hai l'ingombro del open face da sistemare attaccato allo zaino, che in caso di caduta potrebbe danneggiarsi o alla peggio procurarti delle traumi. Nelle gare di enduro o e-enduro nessuno usa più questa soluzione. Ora si vedono solo integrali molto aperti tipo Fox Proframe o Met Parachute, oppure modulari tipo Bell Super DH o Giro Switchblade, ecc. Insomma soluzioni più sicure, pratiche e leggere.

  32. Gasate 11/10/2018 at 07:40 #

    Sarà una soluzione futura

    Sent from my FEVER using EMTB MAG mobile app

  33. Gasate 11/10/2018 at 07:43 #

    Però pedalare con l'integrale fa caldo, voglio provare a togliere l imbottitura Delle guance.
    Da considerarsi anche il peso del casco.

    Sent from my FEVER using EMTB MAG mobile app

  34. valium64 11/10/2018 at 07:56 #

    Potrebbe essere funzionale dal punto di vista del comfort però dal lato della sicurezza non è il massimo togliere parte delle imbottiture Perché in caso di reale necessità il casco muovendosi non fa più il suo lavoro come dovrebbe.

  35. Gasate 11/10/2018 at 08:24 #

    Le guance comunque vanno portate dietro

    Sent from my FEVER using EMTB MAG mobile app

  36. Gasate 11/10/2018 at 08:46 #

    E agganciate prima della discesa, non so come sono fatti i caschi di cui si sta parlando. Sono stabili come un integrale?
    Io quando tolgo il casco aperto lo attacco allo zaino che ha lo schienalino di protezione.

    Sent from my FEVER using EMTB MAG mobile app

  37. Francis1 11/10/2018 at 09:37 #

    Le guance comunque vanno portate dietro

    Sent from my FEVER using EMTB MAG mobile app

    Io di solito le guance me le porto sempre dietro….sono attaccate al resto della faccia…….
    :???::???::???::???::???::???::???:

  38. Gasate 12/10/2018 at 07:13 #

    C'è chi ha il doppio mento e chi le doppie guance [emoji106]

    Sent from my FEVER using EMTB MAG mobile app

Lascia un commento


Vai alla barra degli strumenti