News

Specialized Turbo Levo con seconda batteria

Aggiungere una seconda batteria alla Specialized Turbo Levo? Si può, a quanto descritto in questo topic del nostro forum.

upload_2016-11-19_14-58-18

Dice l’autore della modifica:

In pratica prima si scarica la batteria sotto sella, poi automaticamente quando questa si spegne entra in funzione la principale, tutte le funzionalità restano invariate e cosa importane non è stato minimanente toccato il telaio dato che i cavi passano all’interno (ho solo fatto un foro sulla parte alta del tubo reggi sella).
Il tubo o la batteria è facilmente estraibile, inoltre il cavo interno è spiralato per permettere un ampia regolazione della sella.

Il post originale si trova qui.

Fondatore pedalante di www.mtb-mag.com, www.bdc-mag.com e www.emtb-mag.com. Salutò il datore di lavoro nell'ormai lontano 2002 per dedicarsi prima al...
  • <p>La fat di emmellevu è bellissima, altro che Levo! :p</p>
  • <p>
    La fat di emmellevu è bellissima, altro che Levo! :p
    </p><p>A me le fat non piacciono preferisco le milf</p>
  • <p>
    A me le fat non piacciono preferisco le milf
    </p><p>Le skinny milf? :D</p>
  • E
    <p>
    Hai ragione, avevo interpretato male. Resta il fatto che non ho capito come ha fatto. Ho provato a ingannare la circonferenza delle ruote ma ritorna sempre allo stato di programmazione iniziale. Comunque l&#039;ho presa da poco e devo ancora capire bene come funziona bene l&#039;applicazione, anche perche perde il segnale gps dopo un&#039;ora e mezza e mi fa incazzare, pertanto non la uso piu. Altra domanda, commutatore manuale mi è chiaro, commutatore automatico no...</p><p>Ha usato un rele?
    </p><p>Ciao devi usare al posto di MissionC. BELEVO&nbsp; UN app non ufficiale ma molto più performante</p>
  • E
    <p>Ciao mi sono letto il tutto molto interessante comunque per la soluzione in parallelo si potrebbe usare questo semplice schemino per disaccoppiare le batterie lo schema è composto da un driver ed un MOS nulla di più semplice e efficace <a href="http://www.analog.com/en/products/ltc4357.html#product-overview" target="_blank" class="externalLink ProxyLink" data-proxy-href="http://www.analog.com/en/products/ltc4357.html#product-overview" rel="nofollow">http://www.analog.com/en/products/ltc4357.html#product-overview</a></p>
  • <p>Ottima soluzione. Meglio dei diodi</p>
  • B
    <p>
    Ciao mi sono letto il tutto molto interessante comunque per la soluzione in parallelo si potrebbe usare questo semplice schemino per disaccoppiare le batterie lo schema è composto da un driver ed un MOS nulla di più semplice e efficace <a href="http://www.analog.com/en/products/ltc4357.html#product-overview" target="_blank" class="externalLink ProxyLink" data-proxy-href="http://www.analog.com/en/products/ltc4357.html#product-overview" rel="nofollow">http://www.analog.com/en/products/ltc4357.html#product-overview</a>
    </p><p>Prova a vedere LTC4355 , Ciao.</p>
  • N