(Buon) senso di marcia sui sentieri

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

GIUIO10

Ebiker grandiosus
15 Settembre 2016
2.566
4.776
113
58
Treviso
Bici
Kittata Nativa
...non riuscirò mai a quotare come si deve...:pensive:
...e ti sembra sia il tuo maggior difetto???:joy::joy::joy:
 

DEKILLA64

Ebiker grandiosus
17 Settembre 2016
2.365
1.422
113
54
TOLENTINO
Bici
Haibike Xduro Dwnhll pro 2016
grazie per la spiegazione. non mi sembra di aver mai scritto che i sentieri siano i miei, e nemmeno di aver mai preteso che qualcuno si adeguasse a qualcosa che possa essere identificato con i miei voleri o valori. come ho scritto all'inizio, spinto dalla curiosità ho chiamato il mio legale e ho esposto il tema del discorso. ricevuta la risposta, ho pensato di condividerla con voi.
quello che ho scritto non vi piace? non posso farci niente.
vi infastidisce il fatto che di fronte alle vostre capriole verbali per cercare di mantenere il punto ho continuato a ripetervi la stessa cosa? pazienza
volete prendervela con me perchè avvocati e giudici potrebbero (potrebbero eh, magari un avvocato molto bravo o un giudice accondiscendente cambierebbero i risultati) esservi sfavorevoli? fate pure
il mio obbiettivo era di chiarirmi le idee e tastare il polso alla community degli e-bikers, e lo ho raggiunto.
Va bene...visto che dici non aver MAI scritto quello che INVECE hai scritto, inutile continuare. Buon proseguimento.
 

vigggi

Ebiker grandissimus
8 Maggio 2017
1.131
908
113
45
rovereto
Bici
Wilier triestina 803 trb
Non può darsi... è così punto e basta.
Non perché lo dico io, ovviamente, ma perché lo dice prima la costituzione e poi la legge nazionale ed infine le leggi regionali e provinciali. Il resto sono tecnicamente definibili ... seghe mentali.
Io un legale che non comincia un'analisi di un problema dall'inquadramento normativo lo liquiderei in 10 secondi...
 
  • Mi piace
Reactions: Hot and DEKILLA64

ducams4r

Redazione
Redazione
15 Settembre 2016
4.232
4.067
113
45
Finale Ligure
Bici
Cube Stereo Hybrid 160 HPA Action Team '16
Perfettamente d'accordo, però non cerchiamo per forza il "nemico" contro cui aizzare i mastini (da parte di bikers e e-bikers...), sennò finiamo sempre (anzi, non la finiamo mai...) ai "mai sui miei sentieri", perchè è sempre colpa dell' "altro"...:)
Lungi da me il scatenare una guerra, ma desidererei iniziare a chiarire la posizione di una community di ebiker, che da nuovi fruitori dei sentieri si trovano spesso in controversia con altri che si arrogano dei diritti infondati.
Mi è capitato di discutere più volte con cacciatori che si sentivano padroni assoluti del bosco solo dal fatto che cacciavano in quelle zone da prima dell'avvento delle MTB e Runner con la scusante: "se sento muovere le fronde sparo perché ci potrebbe essere un cinghiale che mi sta caricando, se manco il bersaglio e colpisco un biker... non è colpa mia!".
Ho discusso anche con motociclisti che mi dicevano che sui trail preparati per le bici loro ci giravano in moto precedentemente e quindi secondo loro ne avevano ancora il diritto.
Poi abbiamo "subito" l'arroganza dei biker tradizionali che dicevano che le emtb arrecavano più erosione ai sentieri per via del peso e delle gomme plus...
Conosco questa forma di intimidazioni, e non intendo tollerarla, anzi ho già ricevuto velate minacce in questo senso. Quindi a breve mi aspetto che il "non su i nostri sentieri" salterà di nuovo fuori.

Fatto stà che esistono percorsi che BP non sono, creati e conosciuti per essere percorsi in discesa, il finalese è già stato citato più volte, per esempio.
Sui Bike Park regolamentarizzati NON SI DISCUTE!. La direzione di marcia è chiara, indicata e inconfutabile. Per tutto il resto credo che a breve non basterà il buonsenso.
Ps: Finale non gode dello status di Bike Park.
 

abc cletta

Ebiker ex novello
4 Gennaio 2018
20
21
3
Frittole
Bici
28
... quello che di tutta questa bella discussione mi stupisce è come persone che ritengo adulte rifiutino cecamente, quasi deliberatamente, di accettare il concetto che la consuetudine e fonte del diritto (cit.), e che cioè, nello specifico, che se da 20 anni o più un sentiero si percorre esclusivamente in una direzione, quello diventa de facto il senso di marcia. ...
gli usi e le consuetudini, che tanto ti stanno a cuore, esistono
sono addirittura citati nel Codice Civile, come fonte terziaria del diritto (significa che non possono essere contrari a leggi, regolamenti, ecc.)
ripetizione di un comportamento generale, uniforme e costante, osservato per un lungo periodo di tempo con la convinzione di ottemperare ad una norma giuridica obbligatoria
e ne esiste pure la raccolta, di cui viene tenuto, per legge, un registro, via via aggiornato, presso ogni Camera di Commercio
per essere considerato uso e consuetudine, e scritto nel registro, deve passare attraverso la verifica di un Comitato Tecnico di argomento, nominato da una apposita Giunta Camerale
e dopo le verifiche vengono inviati a enti, tribunale, ordini professionali e altri per controllo e osservazioni, ecc. ecc.
se l'uso e la consuetudine non è registrato, tocca a chi ne chiede l'applicazione dimostrarne l'esistenza

il fatto è che gli usi e consuetudini sono connessi ad attività economiche e commerciali, vedi contratti, ecc.

NON al CDS, che impone l'adeguata segnalazione di ogni divieto o obbligo, considera che i cartelli vengono ripetuti dopo ogni incrocio... c'è la libera circolazione delle persone in italia...

in quanto al fatto che ciò che avevo scritto ti sembrava confuso, e quale chiarimento mi avevi chiesto da quanto tempo usavo la mtb, ti rispondo: fra qualche mese, 7 lustri; ora è più chiaro?
detto questo, non ti risponderò altro
 

Moebius

Ebiker potentibus
15 Settembre 2016
773
905
93
57
Reggio Emilia
Bici
Rotwild E1+
se sai cosa sia un troll, allora sai che la mia partecipazione a questa discussione non è da troll.
non è detto che quello che credi, alla prova dei fatti, si riveli vincente. tutti noi abbiamo le nostre convinzioni, ma non tutte sono esatte.
ho piuttosto il sospetto che il sottotesto, tuo e di molti altri che partecipano, sia semplicemente che con la e-bike ci possono fare quello che gli pare, compreso il risalire sentieri che sono stati creati da altri prima di loro per andare in discesa. poi, se malauguratamente capita un incidente, la responsabilità è dell'altro.
ma ti assicuro che non è così
So perfettamente cos'è un troll, grazie. E a mio giudizio (ovviamente sempre opinabile, esattamente come i tuoi) tu rientri a buon diritto in una delle varie tipologie esistenti. Se mi rimaneva qualche dubbio, diversi passaggi nei tuoi interventi successivi me lo hanno tolto. Ad esempio, questo:
il mio obbiettivo era di chiarirmi le idee e tastare il polso alla community degli e-bikers, e lo ho raggiunto.
Serviva altro? O sei Samuelgol sotto mentite spoglie?

Presumete sempre che possa esserci qualcuno dietro ad una curva. I ciclisti devono dare la precedenza a tutti gli utenti non motorizzati dei sentieri, a meno che quest’ultimo non sia chiaramente riservato alle bici. I ciclisti che procedono in discesa devono dare precedenza a quelli che stanno salendo, a meno che il sentiero non sia chiaramente segnalato come senso unico e riservato alla discesa."
Sono le regole IMBA, l'hai scritto tu. Come dice giustamente @ducams4r: in bike park, non c'è discussione. Se pur non essendo in BP il sentiero è chiaramente segnalato come votato alla discesa, almeno il buon senso suggerirebbe di non avventurarcisi in salita: ne' in bici, ne' in ebike, ne' a cavallo, ne' a piedi; sorvolando sul fatto che l'indicazione apposta sia legittima o meno. Rimangono comunque fuori un buon 80% dei sentieri nazionali, che una parte di noi può vedere come "chiaramente" intesi per essere discesi a bestia, e l'altra metà, non necessariamente motorizzata, può trovarli del tutto appetibili per essere risaliti.

Ma qui si sta (anzi, TU stai) confondendo il tutto. Il punto della questione è un altro ed è perfettamente analogo a questo: chi, sapendo di essere in regola col CdS, attraversa la strada sulle strisce senza dare la precedenza alle automobili, anzi senza nemmeno guardare se stanno sopraggiungendo a forte velocità, è un pirla? Risposta: sì. Ma in un contenzioso in tribunale, avrebbe torto lui? Risposta: no. Sarebbe chiaramente andato contro una consuetudine radicata (quella, molto Italiana, di non dare la precedenza a chi attraversa sulle strisce), sarebbe magari in ortopedia, ma non c'è alcun dubbio che la ragione in senso legale sta tutta dalla sua parte.

Detto questo, chiudo anch'io la discussione. Hai raggiunto quello che volevi, hai detto? Bene. Ciao.
 
Ultima modifica:

valium64

Ebiker grandissimus
18 Agosto 2017
1.020
688
113
41
Massa
Bici
Focus Sam² 6.8 2019 - Norco Aurum A7.2 2016 custom - Norco Sight C7.1 2016
Lungi da me il scatenare una guerra, ma desidererei iniziare a chiarire la posizione di una community di ebiker, che da nuovi fruitori dei sentieri si trovano spesso in controversia con altri che si arrogano dei diritti infondati.
...
Poi abbiamo "subito" l'arroganza dei biker tradizionali che dicevano che le emtb arrecavano più erosione ai sentieri per via del peso e delle gomme plus...
Conosco questa forma di intimidazioni, e non intendo tollerarla, anzi ho già ricevuto velate minacce in questo senso. Quindi a breve mi aspetto che il "non su i nostri sentieri" salterà di nuovo fuori.
Tenendo solo la parte relativa MTB e eMTB che personalmente ritengo due sfaccettature della stessa medaglia e categoria io credo che il grosso del problema stia in pochi punti facilmente sormontabili con un po di apertura mentale e intelligenza:
1) L'astio che molti pedalatori classici provano verso le assistite perché stupidamente ritengono che se una persona riesce a fare come o meglio e con meno fatica abbia meno diritto di chi invece fa tutto con le sole proprie gambe senza magari tener conto che l'assistito da si meno sforzo a pari lunghezza e dislivello, ma magari nello stesso tempo ne fa il doppio sforzandosi quanto se non anche di più in certi casi.
2) Di conseguenza al primo punto il rancore che molti pedalatori assistiti provano verso coloro che ancora sono legati al sistema classico sentendosi spesso derisi ed attaccati.
3) Gli scherni e ripicche per non dire vere e proprie prese per i fondelli o in alcuni casi dispetti che le due tipologie di rider si fanno a vicenda.
4) Per ultimo ma non ultimo l'egoismo ed egocentrismo di ognuno di pretendere d'esser sempre dalla parte della ragione qualunque cosa si faccia ed il volersi e voler sempre etichettare e categorizzare ogni cosa.

Io non faccio MTB da tantissimo, sono appena un paio di anni, fino ad oggi ho sempre usato MTB classiche anche se il mondo delle eMTB mi ha da subito incuriosito e oramai ho maturato l'idea di acquistarne una, però più volte ho visto comportamenti disdicevoli da parte di entrambe le tipologie di rider solo per il puro e stupido senso di appartenenza e superiorità ad una delle due parti quando invece stiamo semplicemente facendo lo stesso sport con due strumenti simili seppur non identici e dovremmo far gruppo proprio per aiutarci a tutelarci reciprocamente.
Tutti saliamo e poi ridiscendiamo, c'è chi ama più sudare in fatica per guadagnare la vetta e poi si accontenta di scendere a valle in qualche modo e magari con molta calma, c'è chi vede la salita come uno sforzo necessario solo per poi potersi guadagnare la discesa e divertirsi più che può, e ancora chi ama entrambe e cerca sempre il limite o invece se la prende sempre con calma e relax, che sia con o senza ausilio questo è quanto e poco cambia, ma se anzi che andarci a scontrare stupidamente cercassimo di comprenderci e quanto meno non ostacolarci a vicenda ne guadagneremmo tutti, ci divertiremmo di più, avremmo modo di conoscere più persone ed imparare cose nuove ampliando maggiormente i propri ed altrui orizzonti.
Inutile starcelo a raccontare, in discesa, specialmente su single o comunque su trai magari ben conosciuti si tende a cercare di andar sempre un po' meglio e trovarsi di fronte qualcuno che staziona o risale su tale tipo di percorso non solo disturba ma diventa pericoloso, tanto quanto su percorsi tecnici ed in salita lo è il non voler cedere il passo a chi sale più velocemente o il non aver un attimo di pazienza nel dare il tempo a chi precede di farlo, ma basterebbe un po' più serenità ed un minimo di discernimento ed autoregolazione per poter convivere tutti... elettrificati e non, che comunque siamo tutti appassionati di MTB.
 

Gatto02

Ebiker celestialis
15 Settembre 2016
4.171
3.270
113
Riva del Garda
Bici
Haibike Xduro Nduro 8.0 & Haibike Dwnhll 9.0
Qui sono d'accordo; trovo una discreta analogia con il pedone che attraversa sulle strisce senza accertarsi dell'arrivo di qualche auto: ovviamente è dalla parte della ragione, ma magari prima di ottenere il risarcimento, potrebbe doversi fare qualche tempo all'ospedale, se non peggio......:cool:;)
[/QUOTE]

Eh no , se c’è negligenza da parte del pedone il discorso si complica un po’ anche per lui ...sono OT
 

e-radio

Ebiker pedalantibus
21 Giugno 2018
192
100
43
60
Val Sangone - Torino
Bici
Focus Jam2 9.7 carbon
..a me dal basso della mia limitata esperienza biennale purtroppo è capitato di trovare eMTB e moto da trial risalirli, non solo arrecando pericolo a chi ne fruisce nel modo per cui sono stati pensati ma determinando inoltre un usura e deterioramento anomalo ed accelerato del terreno...
Guarda che le moto da trial esistono da molto più tempo delle mtb (sia tradizionali che ovviamente assistite) e con le moto da trial era "consuetudine" percorre i sentieri in entrambi i sensi, quindi come la mettiamo? Ok Lo ammetto, ero un trialista negli anni settanta, le mtb non esistevano, ma vigeva sempre la regola del buon senso, nei sentieri allora come ora si potevano incontrare fungaioli, camminatori, runner, etc. in qualsiasi senso di marcia. Quindi sta benedetta "consuetudine" credo lasci un pò il tempo che trova, o forse è stata modificata in seguito da qualcuno a suo piacimento?
 

ducams4r

Redazione
Redazione
15 Settembre 2016
4.232
4.067
113
45
Finale Ligure
Bici
Cube Stereo Hybrid 160 HPA Action Team '16
Io non faccio MTB da tantissimo, sono appena un paio di anni, fino ad oggi ho sempre usato MTB classiche anche se il mondo delle eMTB mi ha da subito incuriosito e oramai ho maturato l'idea di acquistarne una, però più volte ho visto comportamenti disdicevoli da parte di entrambe le tipologie di rider solo per il puro e stupido senso di appartenenza e superiorità ad una delle due parti quando invece stiamo semplicemente facendo lo stesso sport con due strumenti simili seppur non identici e dovremmo far gruppo proprio per aiutarci a tutelarci reciprocamente.
Tutto bello, tutto giusto, quando avrai un emtb e ne vorrai scoprire le enormi potenzialità, capirai che sono due sport diversi anche se con strumenti simili. Cambierai pure la programmazione dei tuoi giri in funzione del mezzo e della compagnia.
Del mio gruppo sono stato il primo ad elettrificarmi, piano piano lo stanno facendo anche gli altri, con rammarico dico che chi non lo farà, per un motivo o per l'altro rimarrà tagliato fuori nella maggior parte delle occasioni. Alla fine sono due sport diversi, se parliamo di utilizzo sportivo.

Aggiungo, non capisco perché non si cominci a pensare a trail diversificati, per salita e discesa, chiari e regolamentati.
 

takuma

Ebiker grandissimus
7 Novembre 2016
1.141
633
113
33
vidiciatico
Con cognizione e responsabilità di certo molte situazioni potenzialmente pericolose potrebbero essere evitate e su molti percorsi la convivenza di chi sale e scende non sarebbe un problema, però purtroppo come hai evidenziato anche te nessuno nasce esperto imparato e diventa molto difficile valutare a priori le capacità di ci si andrà a incorciare ed in quali situazioni.
Io non ho tantissima esperienza al di fuori della mia zona, però dalle mie parti ad esempio i trail sono tutti single quasi da bike park, molto lavorati ed attrezzati, non solo quelli flow ma anche quelli più enduristici per non dire da DH, spesso con drop e salti o scaloni a ridosso di curve anche cieche e che se non affrontati col dovuto slancio diventano insuperabili o comunque pericolosi, nonostante tutto gente che ne conosce i pericoli e le insidie ma li risale con assistite o con moto enduro o da trail raramente ma vi se ne incontrano, penso a passaggi dove si affrontano drop di alcuni metri, o doppi con una certa distanza tra rampa e atterraggio o ancora ripidone di 4 metri di dislivello in 2 metri di spazio orizzontale e su terreno friabile a ridosso di curve magari ad S e con una variante che permette il passaggio facilitato che qualcuno potrebbe pensare di sfruttare per risalire, bene, quando ti trovi ad aver impostato traiettoria e velocità e al momento dello stacco ti compare qualcuno sotto che risale provare ad evitarlo significa una caduta rovinosa se non farsi e fare anche del male.
Se poi a questo ci aggiungiamo che per imparare serve affrontarli e nel farlo specie le prime volte ci si potrebbe trovare al limite del controllo anche senza imprevisti sinceramente continuo a pensare che le risalite offroad dovrebbero esser fatte solo per mulattiere, camminamenti pedonali, sentieri CAI e percorsi nati per la sola risalita, mentre dai trail nati per la discesa sia meglio sempre e solo scendere, anche perché non è che girando all'alba ed infra settimanale si hanno garanzie che non si incontrerà mai nessuno che scenda, anzi, per assurdo qualcuno che vuole approfittarne per scendere dandocela tutta senza rischiare di trovare impedimenti lungo il percorso per lo stesso ragionamento potrebbe proprio pensare che quelle siano le circostanze migliori.
leggo che sei di massa, quindi non siamo lontani, dove si può venire a girare in questo fantastico posto che hai descritto?
 

valium64

Ebiker grandissimus
18 Agosto 2017
1.020
688
113
41
Massa
Bici
Focus Sam² 6.8 2019 - Norco Aurum A7.2 2016 custom - Norco Sight C7.1 2016
Ultima modifica:
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.